Nord CiociariaToday

Fiuggi, dissenso interno della Fiuggi Unita sempre più incomprensibile afferma Diego Pirazzi

Il voto che i fiuggini hanno espresso un anno fa, riconfermando alla guida della città la Fiuggi Unita con il più ampio consenso mai ottenuto da una compagine politica nella storia del nostro comune,

Il voto che i fiuggini hanno espresso un anno fa, riconfermando alla guida della città la Fiuggi Unita con il più ampio consenso mai ottenuto da una compagine politica nella storia del nostro comune, è stata un’espressione efficace di lucida speranza perché in tanti hanno deciso di dare fiducia ad una squadra rinnovata nel profondo, anche se pienamente in continuità con la visione che aveva ispirato i cinque anni precedenti. Una speranza lucida però, perché espressa nella piena consapevolezza che chi si candidava a governare di nuovo la città sapeva e non aveva mai negato il fatto che quelli a venire sarebbero stati anni difficili perché non sarebbe stato semplice rispondere a tutte le esigenze della città in un momento così critico per l’economia nazionale. A questo si è aggiunto l’obbligo di accompagnare l’ente comunale nella transizione normativa che lo stato ci sta imponendo. Simbolo evidente di questo è l’applicazione del nuovo bilancio, i cui effetti benefici saranno più chiari solo in futuro. Non vanno però nemmeno negati i problemi interni all’attuale maggioranza, animata da un confronto certamente legittimo su questioni determinanti, ma a volte diventato un freno immotivato all’azione amministrativa. Ed è questo che ha reso tale dissenso interno incomprensibile soprattutto per i cittadini. Quello che allora, in questa situazione difficoltosa, ha guidato l’attività dell’Amministrazione è stato innanzitutto il dovere civico e morale di rispettare il consenso che i cittadini hanno espresso quel 31 maggio che sembra così lontano, rispondendo alle difficoltà senza la presunzione di avere la bacchetta magica, ma cercando di creare un modello di buona amministrazione e gestione, gettando le basi di un futuro stabile e senza inutili avventure. E’ nel segno della continuità che la città sta costruendo un nuovo modello di sviluppo: dalla raccolta differenziata alla costruzione del nuovo Palacongressi. Non si può negare che tanti interventi sarebbero necessari sotto il profilo del decoro urbano, aggravati dai problemi legati alla società affidataria del servizio di pulizia della città, ma si stanno cercando soluzioni che non fungano semplicemente da tampone temporaneo, ma che riescano a offrire una gestione del verde e del decoro sistematica sul lungo termine. E’ nel segno della continuità che si è cercato di garantire un margine di azione più ampio possibile alla società ATF, così da renderla capace di confrontarsi con le realtà concorrenti sul territorio nazionale e non, come di riformare la gestione delle terme che, per la prima volta da due anni, saranno entrambe riaperte durante l’estate. Si è riusciti a conquistare nuovi mercati, grazie anche a nuovi partner, il cui interesse per il prodotto “Acqua Fiuggi” dimostra quanta forza abbia ancora il nostro marchio. Non si può negare che, pur continuando sulla via di un necessario percorso di riorganizzazione interna, la società debba sviluppare un coordinamento sempre più stretto con le forze economiche in una prospettiva di uno sviluppo sistemico dell’offerta turistica della città. Questa non potrà che essere la sfida prioritaria del nuovo amministratore. Solo una società realmente concorrenziale nel mercato può diventare appetibile e dunque essere il vettore di investimenti importanti, non certo più solamente pubblici, da traghettare dall’azienda sulla città. Questa è la finalità del nuovo bando per la ricerca di un advisor. Questo primo anno è dunque stato un momento di forte consolidamento e finalizzazione di quanto in cinque anni era stato portato avanti, ma ha rappresentato anche un periodo di rodaggio, non certo semplicissimo, per il nuovo gruppo politico che si trova oggi ad amministrare. Nonostante il confronto anche forte, la visione del futuro che questa maggioranza porta avanti è condivisa completamente da ogni suo membro. Punta a creare un modello di città che sia capace di svilupparsi ed adattarsi alle sfide del futuro, riorganizzando la macchina comunale, trovando soluzioni efficaci e a lungo termine, sfruttando il patrimonio comunale quale fonte di sviluppo turistico. Per tutto questo è necessaria una rinnovata azione amministrativa, sviluppata su una maggiore condivisione interna, una maggiore comunicazione esterna, un più profondo e attento ascolto dei cittadini. Alla politica il compito di evitare inutili strumentalizzazioni, così da costruire un dialogo sincero e serio sui grandi temi che le sfide del futuro ci pongono davanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento