menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sleiter

Sleiter

Fiuggi,  giovedì 21 agosto al Centro storico Le opere di Gudrun Sleiter al Borgo

E’ una carriera notevole e vibrante, quella della pittrice Gudrun Sleiter, che sarà possibile ripercorrere attraverso una mostra allestita, da domani 21 agosto e fino al 14 settembre, nel Ghetto ebraico di Anticoli, nell’ambito della XXV edizione...

E' una carriera notevole e vibrante, quella della pittrice Gudrun Sleiter, che sarà possibile ripercorrere attraverso una mostra allestita, da domani 21 agosto e fino al 14 settembre, nel Ghetto ebraico di Anticoli, nell'ambito della XXV edizione del Festival Internazionale FiuggiPlateaEuropa in occasione di "L'Estate del borgo". La mostra è curata da Elena Ciotta e Rachele La Candia.

La Sleiter é nata in Germania. Risiede a Roma dal 1965, dove ha conseguito il diploma presso l'Accademia di Belle Arti, scegliendo un percorso artistico sperimentale, grazie alla frequentazione del corso d'incisione presso la Calcografia Nazionale di Roma. Nella sua formazione artistica è stata decisiva anche la tecnica di affresco antico e, naturalmente, predominante quella dell'incisione. La prima mostra personale di Gudrun Sleiter risale al 1970 a Taranto, da allora lavora su una continua sperimentazione nell'arte con mostre personali e collettive in Italia ed all'estero. I quadri dedicati al mondo della musica e realizzati con la stratificazione di materiali differenti come carta, gesso, colla, oli e tempere, sembrano un invito all'ascolto attraverso il coinvolgimento degli altri sensi, come in un transfert extrasensoriale che riconcilia il visitatore attraverso l'armonia di un tratto forte e deciso ed al contempo aereo e trasparente. Lontano dal suono, dalla vibrante emozione della nota, i "musicisti" della Sleiter si stagliano su tele profonde, superfici che non sono terre vergini ed inesplorate, ma intrise di storia e di ricordi, di pagine di manoscritti, di spartiti ed anime. Il tratto inconfondibile della memoria, del tempo perduto e ritrovato. Sono state moltissime le personalità appartenenti al panorama culturale testimoni degli aspetti del percorso artistico di Gudrun Sleiter, critici ed autori del calibro di Sandra Giannattasio, Luigi Tallarico, Paolo Giansiracusa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento