Nord CiociariaToday

Fiuggi, Baccarini; per l'ATF manca un piano industriale. Si va alla deriva

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Se non fosse vero ci sarebbe da ridere. Siamo ancora all'inizio del "primo atto" dell'amministrazione Martini e già  non ci sono più parole per descrivere quanto di grottesco sta accadendo in  ATF

Alioska baccarini

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Se non fosse vero ci sarebbe da ridere. Siamo ancora all'inizio del "primo atto" dell'amministrazione Martini e già non ci sono più parole per descrivere quanto di grottesco sta accadendo in ATF

SpA. Le recenti vicende - spiega in una nota il consigliere Alioska Baccarini - che stanno interessando le Terme e l'imbottigliamento dell' acqua Fiuggi iniziano ad assumere toni raccapriccianti, spia della assoluta mancanza di idee e di prospettive future per il turismo e più un generale per l'economia della nostra cittadina termale. L'assenza di un piano industriale, che tale possa definirsi, la dice lunga su come Martini, timoniere ormai senza rotta, voglia portarci alla deriva! Apprendiamo infatti dai mezzi d'informazione, che una parte di dipendenti termali dal 7 gennaio scorso sono stati posti a riposo forzato con la cervellotica formula “permessi in conto azienda”. In pratica, pur in assenza di prestazione lavorativa, ai lavoratori verra' regolarmente concesso ugualmente lo stipendio. Ciò se da una parte fa giustamente indignare gli stessi dipendenti coinvolti, che hanno mille ragioni nel definirsi umiliati, pone per altro verso seri dubbi sulla legittimità del provvedimento aziendale. Siamo ormai di fronte ad uno spudorato sperpero di denaro pubblico per il quale, ancora una volta e con maggior forza, chiederemo contezza in sede politica e attraverso gli organi competenti a chi si sta rendendo responsabile di questa ennesima follia aziendale. Non si riesce infatti a comprendere perché i lavoratori in riferimento non possano essere impiegati per servizi che il comune non riesce più a fornire; per predisporre al meglio i siti termali, o forse dobbiamo definitivamente prendere atto che dovremo ormai abituarci a vivere in un contesto urbano indecoroso e che la Fonte Anticolana, diversamente dalle promesse elettorali, per decisione stessa del primo cittadino, non debba esistere più? A tutto c'è un limite e quindi, anche per noi addetti ai lavori, comprendere questa volta diventa impossibile. Ciò che è evidente è che si continuano a produrre disastri su disastri: terme, imbottigliamento, Convention Bureau. Proprio a tal ultimo riguardo sarei curioso di sapere chi risponderà dei debiti lasciati dal Convention Bureau che, proprio dopo il subentro di atf, è divenuta in breve tempo società morosa che non ha pagato i propri dipendenti, ne gli alberghi che hanno ospitato le squadre ciclistiche del tanto elettoralmente pubblicizzato Giro d'Italia, e che ha lasciato molti altri debiti per spese folli che avremo modo di accertare nel dettaglio. E' ora di smetterla! Ed è nostro dovere impedire che Fiuggi e i nostri concittadini continuino ad essere presi in giro da amministratori incapaci e senza scrupoli e da consulenti senza arte. Tutti a casa!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento