Nord Ciociaria

Frosinone, 43enne va per denunciare un raggiro e esce denunciata per calunnia

Una donna di 43anni denuncia di essere vittima di un raggiro, in seguito ad un sinistro stradale, ma gli inquirenti la deferiscono alla competente Autorità Giudiziaria per calunnia e falsità ideologica

Una donna di 43anni denuncia di essere vittima di un raggiro, in seguito ad un sinistro stradale, ma gli inquirenti la deferiscono alla competente Autorità Giudiziaria per calunnia e falsità ideologica

Una donna di 43 anni, rimasta coinvolta in un sinistro stradale nella periferia del capoluogo, denuncia, presso gli Uffici della Questura, di essere vittima di un raggiro, disconoscendo la firma autografa opposta sul CID.

I fatti risalgono al mese di aprile2016, ma soltanto agli inizi di marzo di quest'annola signora è venuta a conoscenza, tramite il suo legale, che il CID "incriminato" aveva permesso di risarcire la parte lesa, a suo dire ingiustamente.

Scattano le indagini.

Gli investigatori accertano invece che la denunciante è palesemente responsabile dell'incidente stradale e che la firma "disconosciuta" è congrua e compatibile con quella opposta in sede di denuncia.

Inoltre i testimoni citatati dalla donna, in sede di verbalizzazione, non confermano la tesi sostenuta dalla 43enne, che viene pertanto denunciata per calunnia e falsità ideologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, 43enne va per denunciare un raggiro e esce denunciata per calunnia

FrosinoneToday è in caricamento