Nord CiociariaToday

Frosinone, denunciati 104 evasori fiscali in provincia pronti a sequestrare 104 milioni di beni

La Guardia di Finanza della Provincia di Frosinone  ha denunciato 104 evasori fiscali. Avviate procedure di sequestro per oltre 104 milioni di euro nei confronti di persone che hanno frodato il Fisco. 89 i lavoratori in nero/irregolari e sempre...

Frosinone, Guardia di Finanza 6

La Guardia di Finanza della Provincia di Frosinone ha denunciato 104 evasori fiscali. Avviate procedure di sequestro per oltre 104 milioni di euro nei confronti di persone che hanno frodato il Fisco. 89 i lavoratori in nero/irregolari e sempre più aziende tentano di non pagare le tasse con le sedi all’estero. Questo il bilancio del 2016, comunicato durante una conferenza stampa alla Presenza del Comandante Provinciale Col. Carbone che ha operato in tutta Ciociaria con i suoi 270 uomini.Frosinone, Guardia di Finanza 6

Sono sempre di più le aziende che tentano di non pagare le tasse in Italia portando la sede all’stero o semplicemente aprendo una nuova filiale al di fuori dei confini nazionali. Spesso non si tratta nemmeno di veri e propri paradisi fiscali ma di paesi dell’unione europea dove la fiscalità è minore rispetto all’Italia. Per ora sono solo l’8% le aziende della provincia di Frosinone che sono state pizzicate dalla guardia di finanza. Un fenomeno però in larga crescita. Le fiamme gialle hanno sviluppato quindi nuovi sistemi e piani operativi per aggredire le diverse forme di illegalità economico-finanziaria in ambito provinciale con l’esecuzione di oltre 10.800 interventi. Forte è anche il contrasto alle

Frodi Fiscali all'economia sommersa e al gioco illegale

Contro l’evasione e le frodi fiscali, anche di tipo organizzato, sono state condotte 86 indagini di polizia giudiziaria, cui si aggiungono 967 interventi tra verifiche e controlli fiscali a tutela del complesso degli interessi erariali, comunitari, nazionali e locali. Il 77% riguarda gli illeciti più gravi, quali l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, la presentazione di dichiarazioni fiscali fraudolente e l’occultamento di documentazione contabile, ed hanno consentito di sequestrare disponibilità patrimoniali e finanziarie

-per il recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali

-per oltre 10,5 milioni di euro e di avanzare proposte di sequestro

-per oltre 104milioni di euro.

Sono stati eseguiti 136 controlli in materia di frodi all’IVA, la maggior parte dei quali attuata nella forma della “frode carosello”, mentre l’azione di contrasto all’evasione fiscale internazionale è stata realizzata attraverso l’esecuzione di 17 interventi, nella maggior parte dei casi riconducibili a soggetti, persone fisiche e giuridiche, che hanno dichiarato fittiziamente la propria residenza all’estero, nonché alla individuazione di casi di elusione delle norme tributarie, di norma attuati attraverso schemi e condotte sofisticati e complessi.

Contrasto alle truffe sui fondi pubblici e all'illegalità pubblica amministrazione

Sul versante delle uscite, è prioritario il contrasto a tutte le frodi che colpiscono le risorse messe a disposizione dai bilanci comunitario, nazionale e locale, rivolte al sostegno delle imprese. In questo campo sono stati effettuati 20 interventi (tra indagini di polizia giudiziaria ed accertamenti amministrativi), che hanno portato alla scoperta di indebite percezioni di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per oltre 65.000 euro. Nel settore dei reati contro la Pubblica Amministrazione (peculato, abuso d’ufficio, corruzione, concussione ecc.), sono stati svolti 16 interventi, che hanno portato alla denuncia di 27 persone.

Contrasto alla criminalità organizzata ed economico finanziaria

Per quanto riguarda il contrasto alla criminalità economico-finanziaria, è stata sviluppata un’intensa azione di contrasto al fine di aggredire i patrimoni illecitamente accumulati e prevenire le infiltrazioni dei

Proventi di origine delittuosa nel tessuto economico legale. In applicazione degli strumenti previsti dalla normativa antimafia e dalla legislazione connessa in tema di misure di prevenzione, sono stati effettuati accertamenti patrimoniali nei confronti di 148 soggetti, tra persone fisiche ed imprese, al cui esito sono state avanzate proposte disequestro di beni ed altre risorse economiche per un valore di circa 12 milioni di euro.

Contrasto agli illeciti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel settore del contrasto al traffico di stupefacenti sono state denunciate 7 persone, di cui 2 tratte in arresto. In materia di tutela dell’ambiente, anche grazie al contributo offerto dalla componente aeronavale del Corpo, nell’esecuzione di rilevazioni dall’alto, all’esito di 7 interventi sono stati denunciati 10 responsabili e sono state sequestrati 5 fabbricati, 4.500 mq. aree adibite a discarica abusiva e 45.000 kg. di rifiuti industriali. Particolare attenzione è stata dedicata al fenomeno della contraffazione, del falso “made in Italy” e della commercializzazione di prodotti “non sicuri”, in ragione dell’impatto negativo che tali illeciti hanno sull’attività delle imprese regolari. Nel corso dei numerosi controlli sono stati sequestrati oltre 350 mila prodotti, con conseguente denuncia all’Autorità Giudiziaria di 31 persone, mentre 37 sono state le persone segnalate all’Autorità Amministrativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento