Martedì, 26 Ottobre 2021
Nord Ciociaria

Frosinone, denunciato rapinatore 32 enne dopo contatto on -line

La Squadra Volante della Questura denuncia un 32enne accusato di aver rapinato un ignaro acquirente al momento della consegna dell’ordine, prenotato online.

La Squadra Volante della Questura denuncia un 32enne accusato di aver rapinato un ignaro acquirente al momento della consegna dell'ordine, prenotato online.

Un 47enne residente nella vicina provincia di Latina si reca presso gli Uffici della Questura per sporgere denuncia.

L'uomo riferisce agli agenti che, dopo aver concordato l'acquisto online di materiale elettronico a prezzo conveniente, si reca all'appuntamento con il venditore, fissato nella zona bassa del capoluogo ciociaro.

Al momento della consegna il "fornitore" si rivela un rapinatore : estrae la pistola, la punta alla gola dell'ignaro acquirente e si fa consegnare i 500 euro pattuiti per l'acquisto.

L'uomo, spaventato,nell'immediatezza non sporge denuncia fino a quando, sul profilo messenger del proprio figlio, trova la proposta di vendita di un tagliaerba inviata da un soggetto la cui foto ritrae proprio il volto dell'uomo che lo aveva rapinato.

Temendo che anche il proprio congiunto potesse cadere nella "trappola" del malfattore, decide di denunciare l'accaduto.

Scattano le indagini : gli inquirenti risalgono all'identità dell'uomo, un frusinate di 32 anni, con precedenti di polizia.

Gli agenti lo denunciano per rapina aggravata.

La Polizia di Stato rinnova l'invito a diffidare di acquisti a basso costo, in quanto molto spesso si tratta di vere e proprie truffe e a segnalare al numero di emergenza 113 ogni situazione sospetta o di difficoltà.

FROSINONE, DENUNCIATO 26ENNE PER DETENZIONE ABUSIVA DI OGGETTI ATTI AD OFFENDERE

Nel corso di servizi finalizzati al controllo del territorio, la Squadra Volante della Questura ferma ed identifica un giovane uomo : scatta la denuncia in seguito al rinvenimento di un tirapugni nella tasca della giacca.

La Squadra Volante della Questura, nel corso di controlli finalizzati a prevenire e contrastare reati predatori e microcriminalità in genere, nel perlustrare la zona bassa del capoluogo, nota un uomo dall'atteggiamento sospetto.

Gli agenti decidono pertanto di fermarlo, identificarlo - è un albanese di 26 anni - e di procedere ad una perquisizione personale, che dà esito positivo.

Nella tasca destra della giacca il 26enne nasconde una "noccoliera" in metallo di colore nero.

Il tirapugni viene sequestrato e l'uomo denunciato per detenzione abusiva di oggetti atti ad offendere.

FROSINONE, BULLISMO E CYBERBULLISMO: LA POLIZIA DI STATO IN PRIMA LINEA

Il Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato dott.ssa Cristina Pagliarosi ha incontrato gli alunni della Scuola Media "Pietrobono" per analizzare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.

Nell'ambito di un impegno continuo e costante per prevenire e contrastare ogni forma di comportamento prevaricante, il Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato dott.ssa Cristina Pagliarosi ha incontrato gli alunni della Scuola Media "Pietrobono" per analizzare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.

Dopo la visione del cortometraggio a tema di Fernando Popoli, regista, sceneggiatore e autore di "Bull" , gli alunni sono stati invitati a riflettere sul concetto di bullismo e sull' importanza che il gruppo ha nell'incoraggiare o nel disincentivare il comportamento devianteche, se "condiviso" in rete, si manifesta come cyberbullismo.

La giovane platea, interessata alla tematica, ha posto molte domande su quali sono i da comportamenti evitare per non cadere nei "pericoli" di internet: dalle "amicizie" online alla condivisione di foto.

FROSINONE, BULLISMO E CYBERBULLISMO: LA POLIZIA DI STATO IN PRIMA LINEA

Il Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato dott.ssa Cristina Pagliarosi ha incontrato gli alunni della Scuola Media "Pietrobono" per analizzare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.

Nell'ambito di un impegno continuo e costante per prevenire e contrastare ogni forma di comportamento prevaricante, il Direttore Tecnico Capo Psicologo della Polizia di Stato dott.ssa Cristina Pagliarosi ha incontrato gli alunni della Scuola Media "Pietrobono" per analizzare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.

Dopo la visione del cortometraggio a tema di Fernando Popoli, regista, sceneggiatore e autore di "Bull" , gli alunni sono stati invitati a riflettere sul concetto di bullismo e sull' importanza che il gruppo ha nell'incoraggiare o nel disincentivare il comportamento devianteche, se "condiviso" in rete, si manifesta come cyberbullismo.

La giovane platea, interessata alla tematica, ha posto molte domande su quali sono i da comportamenti evitare per non cadere nei "pericoli" di internet: dalle "amicizie" online alla condivisione di foto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, denunciato rapinatore 32 enne dopo contatto on -line

FrosinoneToday è in caricamento