Nord CiociariaToday

Frosinone, festeggiato in questura il 164 compleanno della Polizia di Stato raggiunti ragguardevoli traguardi

Con una battuta di stemperamento della seriosità della cerimonia il Questore Fuilippo Santarelli ha tenuto a braccio la relazione per l’attività svolta dalla Polizia di Stato , questura di Frosinone dal 1 maggio 2015 al 30 Aprile 2016, che ha...

Con una battuta di stemperamento della seriosità della cerimonia il Questore Fuilippo Santarelli ha tenuto a braccio la relazione per l’attività svolta dalla Polizia di Stato , questura di Frosinone dal 1 maggio 2015 al 30 Aprile 2016, che ha visto gli uomini impegnati in importanti operazioni di polizia Giudizia, con il Capo della Mobile Carlo Bianchi premiato più volte perb l’attività svolta.

Il Questore nel ringraziare tutte le autorità Presenti a Cominciare dal Prefetto di Frosinone Emilia Santarelli, dal vescovo Spreafico e dalle altre autorità a tenuto a significare che è la festa della gente, tanto da far dire al prefetto Zarrilli, che ha premiato numerosi Agenti di Polizia “ la gente oggi è protagonista perché la polizia li rappresenta.

Questo il discorso del Questore Santarelli, dopo che sono stati letti i messaggi del Presidente della Repubblica, Mattarella, Del Ministro dell’Interno Angelino Alfano e del Capo della Polizia Carlo Gabrielli. “Oggi, è in primo luogo, la festa di tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato che quotidianamente, con sacrificio e coraggio, hanno garantito e garantiscono la sicurezza di tutti i cittadini: e quindi è innanzitutto a voi che rivolgo i miei più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto!

Esserci sempre” è il nostro motto! E noi ci siamo!

Ci siamo salutati il 22 maggio 2015 in occasione della precedente festa della Polizia da allora, tutti insieme, abbiamo trascorso un altro anno denso di attività in ogni settore di competenza: dall’ordine pubblico - che, insieme ad altri Enti, ci ha visto protagonisti, fra gli altri, in delicatissimi ed impegnativi servizi in occasione delle partite di calcio serie A del Frosinone - alla polizia giudiziaria, nel cui ambito spiccano i brillanti successi ottenuti in operazioni volte a reprimere forme anche gravi di illegalità; dall’attività di prevenzione, complessa e densa di soddisfazioni, all’attività amministrativa, certo non meno rilevante, chiamata a rispondere alle esigenze di una popolazione provinciale prossima alle 500 mila unità.

In tale contesto, desidero sottolineare anche il prezioso contributo di tutto il personale dell’ Amministrazione Civile dell’Interno che ha fornito la propria

collaborazione professionale per la efficace realizzazione dei nostri compiti istituzionali.

Evito di elencare i dati statistici e i risultati operativi più eclatanti concernenti l’attività posta in essere dagli Uffici della Polizia di Stato della provincia di Frosinone, per i quali rinvio alla pubblicazione, sia in CD che in versione cartacea, efficacemente predisposta da personale esperto dell’Ufficio Gabinetto.

La Polizia di Stato opera in questa provincia non solo attraverso la Questura, che si avvale delle sue articolazioni (Divisioni di Polizia Amministrativa e Anticrimine, i tanti Uffici operativi, tecnici e burocratici), ma anche per mezzo di quelle che sono definite le cd Specialità della Polizia di Stato, i cui componenti ringrazio di cuore: la Polizia Stradale che, oltre a garantire la sicurezza di tutti sulle innumerevoli strade e autostrade presenti nel territorio, ha da un lato realizzato brillanti operazioni di polizia giudiziaria e dall’altro svolto preziose iniziative educative nel mondo dei giovani per sensibilizzarli sull’uso consapevole dei mezzi di locomozione; la Polizia Ferroviaria che ha svolto una rilevante opera di prevenzione sui convogli e strutture ferroviarie a garanzia della sicurezza sui trasporti ottenendo altresì efficaci risultati nell’ambito della repressione dei reati; la Polizia Postale e delle Comunicazioni che quotidianamente ha vegliato sull’uso legittimo dei social network - promovendone efficacemente l’uso consapevole anche attraverso una costante opera di sensibilizzazione tra i giovani e gli utenti tutti - e che ha assicurato alla giustizia tanti responsabili di reati informatici e postali che tanti danni provocano alla privacy, alla salute e alla sicurezza economica dei cittadini.

Ma l’aspetto che oggi mi preme sottolineare è che non siamo soli nel nostro difficile e complesso lavoro quotidiano: altri enti istituzionali, associazioni e soggetti privati ci sono vicini e li ringrazio tutti!

Grazie al signor Prefetto, dottoressa Emilia Zarrilli, per la sua vicinanza e la sua sensibilità e per la costante opera di coordinamento svolta per garantire la crescita e la sicurezza di questo nostro bel territorio.

Un sentito ringraziamento va alle Autorità religiose presenti che ci hanno onorato della loro collaborazione e assistenza spirituale, sicuramente importanti per affrontare le nostre difficili battaglie quotidiane.

Ringrazio i vertici delle Forze dell’Ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Penitenziaria), qui presenti, per la loro disponibilità e per la loro collaborazione, costante ed efficace, che ci ha consentito di realizzare risultati importanti sul piano dell’ordine pubblico, gioie e dolori dei nostri giorni! - si pensi all’impegno profuso nel corso della stagione calcistica…

Ma dico bravissimi!” agli uomini e alle donne di tutti gli enti, e sono tanti (Polizia provinciale, Polizia locale, Protezione civile, Croce Rossa, Vigili del Fuoco, stewards, GEAF) che, oltre alle forze di polizia, hanno lavorato con dedizione e sacrificio per garantire la tranquillità degli eventi sportivi.

Ringrazio, altresì, i vertici delle Forze militari (Aeronautica ed Esercito) per la loro collaborazione tecnica ed operativa, per noi assai preziosa.

Confermo, ancora una volta, che in questa provincia si registra una stretta collaborazione tra operatori in tema di polizia giudiziaria: sono tante le operazioni condotte congiuntamente fra la Squadra Mobile o le Volanti ed i Carabinieri - capillarmente diffusi in tutto il territorio - oppure con la Guardia di Finanza, grazie anche alla sua alta specializzazione nel settore dei reati finanziari.

“Esserci sempre” è il nostro motto, dicevo, e noi siamo presenti nella società civile ed economica della provincia: ma è necessario, per garantire una adeguata barriera a tutti i fenomeni di illegalità, in particolare contro i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata - tutta orientata a realizzare forme di investimenti illegali in un territorio ricco di attività imprenditoriali e divenuto permeabile anche a seguito della crisi economica che da alcuni anni ha investito anche questa terra - “lavorare insieme”. E’ un obbiettivo che va realizzato tutti insieme, in stretta sinergia con l’Autorità Giudiziaria.

E quindi, ringrazio i vertici delle Procure e dei Tribunali di Frosinone e Cassino qui presenti per la loro vicinanza e la loro sensibilità: gli ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria della Squadra Mobile, della Digos, delle Volanti , dei Commissariati e di

tutti gli altri Uffici della Polizia di Stato sentono di avere in voi ottime guide e sicuri punti di riferimento nel difficile percorso delle investigazioni.

Un ringraziamento va, ora, anche gli appartenenti della Polizia di Stato in forza alle Sezioni di P.G. presso le Procure, i quali come è noto, operano alle dirette dipendenze funzionali del’Autorità Giudiziaria: grazie alla loro attività investigativa sono stati raggiunti brillanti risultati ben evidenziati dagli organi di informazione.

Colgo l’occasione per ringraziare sentitamente il Presidente della Provincia e il Sindaco di Frosinone per la amicizia dimostrata nei nostri confronti in tutte le circostanze in cui le nostre attività a favore di questo territorio si sono incrociate e per il contributo offerto in occasione dei servizi di ordine e sicurezza svolti in questa realtà: Polizia Provinciale e Polizia Locale hanno fornito le loro professionalità in tutti gli eventi di rilevanza per l’ordine pubblico ed hanno altresì messo a disposizione preziose risorse in occasione di importanti servizi di polizia amministrativa.

Forze dell’Ordine, Magistratura, Enti Istituzionali operano insieme per la legalità, ma non basta! Abbiamo bisogno della collaborazione delle associazioni di categoria, degli enti privati impegnati nel sociale e di quelli operanti nel settore economico, di tutti i cittadini insomma, ciascuno secondo le proprie possibilità.

Ringrazio i presidenti di Unindustria e Federlazio, Camera di Commercio, con i quali da tempo abbiamo iniziato una collaborazione volta a creare una positiva sinergia di intenti per garantire la legalità e il libero esercizio delle attività imprenditoriali nella provincia di Frosinone:

siamo a disposizione per ricevere qualsiasi informazione e consiglio che ci consentano di operare efficacemente nel nostro impegno quotidiano diretto a tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica.

Ringrazio le Organizzazioni Sindacali della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno, con i loro interventi e suggerimenti, che rappresentano un elemento fondamentale per la tutela del personale e per il buon andamento degli uffici; l’ANPS per il prezioso contributo alle attività istituzionali e per l’assistenza al personale in quiescenza che continua ad essere parte integrante di questa grande famiglia che è la Polizia di Stato.

Grazie a tutti gli amici qui presenti, a quelli che hanno dato il loro contributo per sostenere tutte le iniziative portate avanti anche quest’anno dalla Questura di Frosinone per promuovere, soprattutto tra i giovani, la cultura della legalità, del rispetto e contro ogni forma di violenza e di discriminazione.

Il mio commosso pensiero va, inoltre, agli appartenenti della Polizia di Stato che ci hanno lasciato e a tutti i familiari che non sono più tra noi: ma noi li sentiamo vicini, essi ci osservano e ci guidano ogni giorno nei nostri impegni giornalieri e nella nostra vita quotidiana.

Infine, “dulcis in fundo”, un affettuoso ringraziamento va a tutti i nostri familiari! Sono loro che devono sopportare i nostri orari impossibili e i nostri umori spesso condizionati dalla vita lavorativa, le nostre difficoltà: grazie per il fondamentale sostegno che ci date, per la pazienza e per la vicinanza all’Istituzione!

Grazie ancora a tutti voi!

Viva la Polizia di Stato, viva l’Italia!

Alle ore 18, 00 tutti al matura per una singolare sfida di calcio tra poliziotti in campo anche il Questore

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento