Nord CiociariaToday

Frosinone, incontro in Provincia ed in Prefettura con i lavoratori dell'Italia Alimentare

Questa mattina, prima presso la Provincia di Frosinone per una prima informativa e, subito dopo, presso la Prefettura, si è tenuta la riunione con il Prefetto Emilia Zarrilli, il Commissario Straordinario

Riunione in provincia 2

Questa mattina, prima presso la Provincia di Frosinone per una prima informativa e, subito dopo, presso la Prefettura, si è tenuta la riunione con il Prefetto Emilia Zarrilli, il Commissario Straordinario

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi, il Vice Sindaco di Paliano Valentina Adiutori, il Consigliere comunale di Paliano Maria Grazia D’Aquino, i Segretari generali delle Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil, le Rappresentanze sindacali di categoria e una delegazione dei lavoratori della Italia Alimentari, per affrontare la vicenda dell’improvvisa chiusura dello stabilimento di Paliano. “La situazione che si è venuta a creare a Paliano – ha detto il Commissario Patrizi – nella sua evidente gravità dovuta a un comportamento certamente non consono a un grande gruppo industriale qual è quello proprietario dell’insediamento in questione deve essere approfondita con la massima celerità. Per questo ringrazio il Prefetto Zarrilli che immediatamente ha voluto ascoltare i lavoratori e i loro rappresentanti per comprendere meglio quanto accaduto e partecipare attivamente, per quanto nei suoi Uffici. Ci troviamo di fronte a un caso che somma i gravissimi problemi della perdita di circa cinquanta posti di lavoro a circostanze che sfuggono, per gli elementi a nostra disposizione, alle regole se non, addirittura, a qualsiasi logica. Il gruppo industriale titolare dello stabilimento di Paliano è di elevate dimensioni, impiega migliaia di lavoratori e risulta difficile comprendere come non sia stata trovata altra strada che la messa in mobilità di tutte le maestranze senza tentare almeno iniziative meno dolorose. Inoltre si tratta di una realtà industriale che non ha mai manifestato problemi negli ultimi anni, che non ha mai fatto ricorso alla Cassa Integrazione per i lavoratori di Paliano e che, stando alle informazioni in nostro possesso, ha addirittura chiesto turni di straordinario nei mesi di giugno e luglio scorsi prima delle ferie per far fronte alle commesse. Riteniamo, inoltre di dover approfondire la cosa anche per quanto riguarda l’improvviso trasferimento dei macchinari verificando se in origine l’insediamento di Paliano abbia goduto di finanziamenti pubblici. Certamente non resteremo a guardare di fronte a una situazione che non può essere accettata e che deve essere denunciata nella sua assoluta gravità”. Dopo un' ampia disamina della vicenda, con particolare riferimento alla situazione in cui si sono improvvisamente venuti a trovare i lavoratori, impossibiliti nel poter riprendere l’ordinaria attività lavorativa, il Prefetto Zarrilli, il Commissario

Straordinario della Provincia, i rappresentanti dell’ Amministrazione Comunale, in sintonia con le Sigle Sindacali presenti, hanno garantito che sarà messo in atto un intervento finalizzato a trovare una possibile soluzione per la primaria salvaguardia dei livelli occupazionali, in attesa dell’ importante incontro, previsto per il giorno 27 agosto p.v. presso la sede di ASSOCARNI in Roma, a cui parteciperanno le Organizzazioni Sindacali di categoria e la proprietà aziendale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento