Nord CiociariaToday

Frosinone, Lady Truffa vuole riscuotere un assegno con documenti hot

Si era presentata presso lo sportello di un Istituto Bancario del capoluogo per incassare un assegno superiore ai 1500 euro, operazione questa che richiedeva, però, l’esibizione di due documenti d’identità dei quali la donna era sprovvista e...

Polizia Controllo-2

Si era presentata presso lo sportello di un Istituto Bancario del capoluogo per incassare un assegno superiore ai 1500 euro, operazione questa che richiedeva, però, l’esibizione di due documenti d’identità dei quali la donna era sprovvista e quindi il tutto era stato rinviato al giorno dopo.

Nel frangente lo stesso Istituto Bancario riceveva un’e-mail di alertche un’altra persona si era presentata presso un’altra filiale per incassare un assegno, ma anche qui l’operazione non era andata a buon fine in quanto il codice fiscale non corrispondeva alla persona indicata nel documento.

Gli impiegati della Banca procedevano quindi al controllo della corrispondenza tra codice fiscale e documento della signora che era appena andata via, riscontrando la stessa anomalia.

Il tutto veniva segnalato all’Ufficio Volanti della Polizia di Stato che immediatamente si attivava per gli accertamenti sull’identità della persona.

Da un riscontro in banca dati emergeva che la donna si era presentata in altri Istituti Bancari esibendo documenti diversi ma che riportavano la stessa foto.

La stessa veniva identificata per una trentaseienne residente nella provincia di Caserta.

Gli investigatori della Polizia di Stato informavano la Procura di Frosinone chiedendo l’emissione di un decreto di perquisizione domiciliare che veniva eseguito all’alba di ieri dai poliziotti dell’Ufficio Volanti della Questura di Frosinone in collaborazione con la Polizia di Stato della Questura di Caserta – Commissariato P.S. di Aversa.

Nel corso della stessa veniva rinvenuto un libretto postale al portatore che presentava un importo pari a 156.000 euro, per il quale la donna non era in grado di giustificarne la provenienza.

Il documento veniva posto sotto sequestro e la donna denunciata in stato di libertà per i reati di truffa aggravata e reiterata.

FROSINONE, MOVIDA : ESERCIZI PUBBLICI SOTTO LA LENTE DELLA POLIZIA DI STATO

Nella serata di ieri le Volanti della Polizia di Stato, in collaborazione con le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, hanno eseguito mirati controlli negli esercizi pubblici maggiormente frequentati dai giovani il fine settimana.

Nel corso dell’attività di Polizia sono stati controllati 5locali, bar e sale gioco, e identificate complessivamente 90persone.

Gli agenti hanno verificato, con particolare attenzione, il rispetto della normativa riguardante la somministrazione di alcolici ai minori, nonché l’osservanza delle ordinanze comunali riguardanti la diffusione di musica e l’occupazione del suolo pubblico.

Prevenzione anche sulle strade all’uscita degli avventori dei locali: 32 i veicoli controllati e 7 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento