Nord CiociariaToday

Frosinone, l’assemblea coi sindaci organizzata da Coldiretti e amministrazione provinciale

 “Oltre a Carlo Hausmann, responsabile delle politiche agricole del Lazio, venerdì avremo in assemblea anche l’assessore regionale all’ambiente, Mauro Buschini. La conferma della sua presenza, appena arrivata, ci autorizza a credere che, iniziando...

Cinghiali-3

“Oltre a Carlo Hausmann, responsabile delle politiche agricole del Lazio, venerdì avremo in assemblea anche l’assessore regionale all’ambiente, Mauro Buschini. La conferma della sua presenza, appena arrivata, ci autorizza a credere che, iniziando da Frosinone, potremo mettere finalmente in campo la sinergia operativa tra Regione Lazio, Provincia, Comuni, Ambiti territoriali di caccia e polizia provinciale che, come organizzazione professionale, abbiamo sollecitato per rispondere con provvedimenti concreti e risolutivi a un problema che, da strettamente agricolo, è diventato negli ultimi mesi una chiara emergenza sociale”. Lo dichiara Pietro Greco, direttore provinciale della Coldiretti di Frosinone.

“Dopo quelli avvistati a Cassino, Pontecorvo, Sora, Anagni e Ferentino, i cinghiali hanno fatto la loro comparsa anche nel centro abitato del capoluogo. Il rischio non è più limitato ai nostri agricoltori – che ormai per sicurezza personale i sopralluoghi sui campi coltivati non li fanno più a piedi, ma bordo di auto e trattori – e si è esteso anche ai cittadini che risiedono nei centri urbani. Ce ne è abbastanza per non potersi più permettere ritardi negli adempimenti burocratici e amministrativi necessari per rendere operativi i piani di allontanamento, cattura e abbattimento degli animali selvatici. Sono sicuro che venerdì mattina – conclude Greco – oltre a Coldiretti e Provincia, anche i sindaci dei 91 comuni ciociari avranno indicazioni certe e definitive da parte di Hausmann e Buschini su come gestire la fauna selvatica a tutela delle produzioni agricole e della pubblica incolumità ”.

EMERGENZA CINGHIALI; ABBRUZZESE (FI): HO SCRITTO AD ASSESORE HAUSMANN PER SOLLECITARE INTERVENTO

"Ho inviato una lettera all'assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Carlo Hausmann, per sollecitare un suo celere intervento volto alla risoluzione delle criticità relative all'emergenza cinghiali sul territorio regionale. L'ho invitato a provvedere al più presto all’applicazione del piano regionale di abbattimento degli ungulati, e a completare l'erogazione delle risorse per la stesura di una convenzione con le polizie provinciali della Regione Lazio. I Sindaci del territorio non possono essere abbandonati su questa delicata tematica". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"La proliferazione incontrollata e la diffusione capillare dei cinghiali sul territorio della Regione Lazio, oltre ai danni alle coltivazioni, sta diventando un problema di decoro e soprattutto di sicurezza urbana. Il pericolo è arrivato anche nel centro abitato delle città e mette a rischio la sicurezza delle persone, come testimoniano molti fatti di cronaca, che quasi quotidianamente apprendiamo dalla stampa. Secondo una recente indagine curata dalla coldiretti, l'invasione dei cinghiali nel Lazio avrebbe causato danni per ora quantificabili in oltre 3 milioni di euro.

In questo periodo così delicato non possiamo lasciare da soli i Sindaci del territorio, costretti a firmare ordinanze per l’abbattimento e la cattura dei cinghiali che rappresentano soltanto una soluzione tampone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A causa dell'inerzia della Regione, infatti, la caccia nel territorio regionale si è articolata e rischia di svilupparsi per il futuro senza alcun tipo di controllo: solo in provincia di Frosinone ci sono circa 250 guardiacaccia volontari, per la mancanza di chiarezza e soprattutto di risorse economiche". Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento