menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, nessun rischio di contrarre malattie nel molire le olive e consumare l'olio

Si è tenuta presso la sede decentrata agricoltura Regione Lazio, l’incontro di concertazione per l’emergenza campagna olearia 2014. Dal fruttuoso incontro, cui hanno partecipato molti rappresentanti dei comuni, sono emerse le linee guida per...

Si è tenuta presso la sede decentrata agricoltura Regione Lazio, l'incontro di concertazione per l'emergenza campagna olearia 2014. Dal fruttuoso incontro, cui hanno partecipato molti rappresentanti dei comuni, sono emerse le linee guida per tamponare l'emergenza.

Come sindacato di categoria sentiamo il dovere di tranquillizzare la gente e non solo gli olivicoltori: Stop a ingiustificati allarmismi, non c'è alcun rischio di contrarre malattie nel molire le olive e consumare l'olio derivante dalla molitura. Nel modo più assoluto le piante

di olivo non sono portatrici di alcuna infestazione epidemica dannosa per l'uomo. Solo la congiuntura climatica insolita e il proliferare massiccio della Bactrocera oleae, mosca olearia, e della Prays oleae, tignola dell'olivo, hanno condizionato lo scarso raccolto per la campagna olearia 2014. Tutti gli olivicoltori che ancora devono molire e riscontrano visivamente l'integrità della drupa, possono molire senza problemi. Pertanto, tutti gli allarmismi sono privi di qualsiasi fondamento. Ciò detto, come evidenziato dettagliatamente dal Funzionario del settore decentrato agricoltura di Frosinone, dott. Luciano Massimo, ci troviamo di fronte all'insorgenza di uno stato di allerta sulla scarsa produzione qualitativa e quantitativa che potrebbe ingenerare la richiesta dello stato di calamità naturale e parimenti la rimodulazione e attivazione, quanto prima, della misura 126 del PSR. Di particolare interesse l'intervento del dott. Massimiliano Frattale, delegato del comune di Anagni, che ha compiutamente edotto i presenti sulle varie sfaccettature del problema e ha invitato i presenti amministratori ad attivarsi affinché si avvii, nei modi e

forme di legge, l'immediato monitoraggio dell'emergenza comune per comune.

Tempestivamente, l'amministrazione comunale di Ripi che è stata tra i promotori dell'incontro, mercoledì p.v. inizierà, in occasione della seduta dell'Unione dei Comuni, l'iter procedurale per l'espletamento delle formalità per l'attività censitoria. La UIMEC FROSINONE-LATINA è a disposizione di tutti gli olivicoltori per qualsiasi ulteriore chiarimento, invitando gli stessi a rivolgersi presso le proprie sedi di Anagni in via

Giminiani, di Frosinone in via A.fabi n.163, di Ripi in via casilina sud e di Amaseno in via madonna delle grazie.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento