menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
stefania chiodi, rocco lancia e massimiliano chiodi

stefania chiodi, rocco lancia e massimiliano chiodi

Frosinone, Prosegue ArtInCentro: dal 1° al 14 novembre sarà la volta di Massimiliano Chiodi in arte Milton

Dopo le belle personali di Paolo D'Amata e di Enrico Rossi in arte Ugo, ArtInCentro proporrà dal 1° al 14 novembre una mostra dedicata a Massimiliano Chiodi, "L'arte di Milton". La rassegna, organizzata in collaborazione con l'assessorato alla...

Dopo le belle personali di Paolo D'Amata e di Enrico Rossi in arte Ugo, ArtInCentro proporrà dal 1° al 14 novembre una mostra dedicata a Massimiliano Chiodi, "L'arte di Milton". La rassegna, organizzata in collaborazione con l'assessorato alla riqualificazione del centro storico del comune di Frosinone cui ha delega Rossella Testa e curata da Rocco Lanciadi ArtQube, si terrà fino al 29 novembre in piazzale Vittorio Veneto, nella sala sottostante la Prefettura gentilmente concessa dal Prefetto S.E. Emilia Zarrilli. Dal 15 novembre fino alla chiusura, appunto, del 29 novembre, sarà possibile ammirare le opere di Fabio "Pop" Gismondi con "My Day #quattrocento".

Domenica 1° novembre alle 18 in piazzale Vittorio Veneto si terrà il vernissage della mostra dedicata a Massimiliano Chiodi in arte Milton. "Questo pittore, scomparso qualche tempo fa, ha lasciato una traccia indelebile", ha detto il curatore, Rocco Lancia. "Conobbi Massimiliano qualche anno prima di coinvolgerlo per XmasQube, la versione natalizia di ArtQube alla Villa comunale. Il suo stile pittorico (mediante pittura ad olio), è impossibile da ignorare, come la sua arte: forte, decisa e radicata nella memoria di chi l'ha conosciuto. La sua pittura mirava a promuovere la libera espressione dell'inconscio, utilizzando pesanti pennellate di colori violenti per conferire forza e vitalità ai dipinti. I suoi soggetti preferiti erano immagini fantastiche ispirate alla realtà crudele che lo ha segnato, o a simboli mistici dell'inconscio. Non cadeva mai in forme puramente astratte; il suo stile privilegiava segni primitivi, talvolta infantili, carichi di pathos e di spontaneità. Qualche volta, la sua diventa una pittura semi astratta con figure umane distorte, ispirate all'arte primitiva... Ne risulta una visione animistica del quadro, paragonabile a un essere vitale. Il suo stile, definibile come 'espressionismo astratto', ha un ruolo importante per il superamento del contrasto figurazione-astrazione". "Dopo Paolo D'Amata e Enrico Rossi, giovani e apprezzati artisti della nostra terra, siamo orgogliosi ed emozionati all'idea di ospitare, per ArtInCentro, la mostra di Milton: ringrazio Angela Valente e tutta la famiglia Chiodi", ha detto l'assessore alla riqualificazione del centro storico del comune di Frosinone, Rossella Testa. "Massimiliano sarà protagonista del terzo appuntamento della rassegna che l'amministrazione Ottaviani ha fortemente voluto in piazzale Vittorio Veneto, la piazza della cultura e dell'arte di Frosinone. Vi aspettiamo domenica 1° novembre alle 18, per rendere omaggio alla creatività di un pittore che è e resterà nel cuore di noi tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento