menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Patrizi

Giuseppe Patrizi

Frosinone  Provincia, Stadio Casaleno Patrizi:  con mia delibera erano disponibili 450 mila euro e sconfessa Pompeo

Stadio Casaleno: facciamo chiarezza una volta per tutte - scrive su Facebook Giuseppe Patrizi ex commissario Prefettizio della Provincia- . “Tenendo presente che la cultura del rispetto dovrebbe appartenere a ciascuno di noi, vorrei precisare...

Stadio Casaleno: facciamo chiarezza una volta per tutte - scrive su Facebook Giuseppe Patrizi ex commissario Prefettizio della Provincia- . "Tenendo presente che la cultura del rispetto dovrebbe appartenere a ciascuno di noi, vorrei precisare quanto segue: MAI, sia nel mio ruolo amministrativo che in vita professionale, ho fatto proclami o annunci anche se, purtroppo, sembrerebbe essere la prassi in questa provincia. Dalle notizie che infatti si leggono quotidianamente se già l'uno per cento andasse a buon fine saremmo la "piccola Svizzera".

Sulla base di tutto ciò e in riferimento a quanto asserisce il Presidente della Provincia Antonio Pompeo debbo chiarire che mai nella vita amministrativa ho portato avanti atti di indirizzo o deliberativi senza la necessaria copertura finanziaria. Sulla questione del campo sportivo Casaleno di Frosinone, in accordo con il comune capoluogo, la provincia di Frosinone (sotto la mia gestione), interveniva con un contributo di circa 500 mila euro. Tali risorse finanziarie venivano reperite attraverso una rimodulazione dei mutui pregressi che ammontavano a circa 3 milioni di euro e che stavano per prendere altra destinazione tanto che in quella circostanza riuscii a ripristinare la somma di oltre 900mila euro per l'istituto scolastico Brunelleschi di Frosinone e 450 mila euro per il Pertini di Alatri, che mi auguro siano ancora disponibili. Dei 500 mila euro per lo stadio erano disponibili circa 450mila e diedi mandato ai dirigenti preposti di vedere la possibilità di recuperare la restante somma.

La delibera di indirizzo era finalizzata a verificare la fattibilità tecnica-amministrativa-giuridica tanto che facemmo una ricerca anche delle altre province e verificammo che già c'erano stati dei precedenti in materia purché ci fosse una convenzione al fine di far usufruire della struttura sportiva anche gli istituti scolastici, vista anche la carenza di palestre in diverse scuole provinciali.

Dopo di che, si è entrati nel periodo della campagna elettorale per il rinnovo degli organi di questa "riforma" delle province e per ovvie ragioni di etica sospesi momentaneamente la questione.

Se il presidente Pompeo anziché prendersela con il sottoscritto (e ciò mi dispiace anche da un punto di vista umano visti i buoni rapporti che ci sono sempre stati) avesse trovato il tempo per portare avanti la pratica a quest'ora non ci sarebbero questioni sulla finanziabilità dell'opera nonostante io ritenga che, pur essendo trascorso il 31 dicembre, si possa comunque portare avanti il progetto purché ci sia la volontà politica senza stare a cercare capri espiatori.

Resto comunque a disposizione per qualsiasi delucidazione, sempre sulla base dello spirito collaborativo che dovrebbe esserci per il bene del territorio e da cui non si può prescindere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento