Nord CiociariaToday

Frosinone, Santa Messa alla Coltivatori Diretti per il Natale con i responsabili locali

Festività natalizie, il consigliere ecclesiastico celebra messa in coldiretti Frosinone. Insieme a Savone e De Ciutiis anche il direttore della federazione regionale, Aldo Mattia e il segretario generale di Oma, organizzazione mondiale degli...

messa-coldiretti4

Festività natalizie, il consigliere ecclesiastico celebra messa in coldiretti Frosinone. Insieme a Savone e De Ciutiis anche il direttore della federazione regionale, Aldo Mattia e il segretario generale di Oma, organizzazione mondiale degli agricoltori

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ultimamente corriamo il rischio che a Natale facciamo festa senza però ricordare chi sia, veramente, il festeggiato. Facciamo mente locale, non dovremmo impiegare troppo tempo per ricordare a noi stessi che dietro il Creato c’è una mano che ce l’ha offerto”. Senza troppi giri di parole. Diretto e spiccio, come nel suo stile schietto e immediato, è stato il richiamo che don Stefano di Mario, consigliere ecclesiastico della Coldiretti di Frosinone, ha rivolto ai presidenti di sezione e ai segretari di zona arrivati l’altra sera in federazione da tutta la provincia per partecipare alla messa voluta dal presidente Vinicio Savone e dal direttore Paolo De Ciutiis. La funzione religiosa officiata nella sala convegni della sede di piazza Pertini ha chiuso un anno di lavoro intenso e di grandi risultati per la categoria, non ultimo l’adeguamento del prezzo del latte alla stalla arrivato a 39 centesimi al litro con un aumento, spalmato da novembre a gennaio, di complessivi 3 centesimi. “Un ulteriore incremento – anticipa De Ciutiis – ci sarà il nuovo anno, quando entrerà in vigore l’indicazione obbligatoria in etichetta della origine del latte a lunga conservazione e di quello impiegato per produrre formaggi e mozzarelle. A quel punto poter scrivere su un cartone che il latte che c’è dentro è munto in Italia sarà un valore aggiunto per i nostri produttori”. “Siamo così abituati, appena raggiunto un traguardo, a guardare subito a quello successivo, che rischiamo di non attribuire il giusto valore ai risultati conseguiti grazie alla nostra attività sindacale. Ricordo a me stesso che quest’anno – aggiunge Savone – abbiamo ottenuto dal governo, tra le altre cose, l’abolizione di Imu e Irap e la cancellazione dell’Irpef che gravava sugli imprenditori agricoli professionali”. Alla celebrazione religiosa in federazione hanno partecipato anche Aldo Mattia, direttore della Coldiretti del Lazio e Marco Marzano, segretario generale di Oma, Organizzazione Mondiale degli Agricoltori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento