Nord CiociariaToday

Frosinone, sondaggio Ghisleri, Ottaviani: “Premiati i risultati”.

Il sondaggio realizzato dalla dottoressa Alessandra Ghisleri, attraverso il Centro studi e ricerche Euromedia research, a tre settimane dal voto, rafforza e, anzi, aumenta il dato positivo a favore del candidato Nicola Ottaviani.

Nicola-Ottaviani-20150701

Il sondaggio realizzato dalla dottoressa Alessandra Ghisleri, attraverso il Centro studi e ricerche Euromedia research, a tre settimane dal voto, rafforza e, anzi, aumenta il dato positivo a favore del candidato Nicola Ottaviani. Il sindaco in carica, infatti, rispetto alla rilevazione condotta a febbraio dallo stesso centro, segna una crescita di 4 punti percentuali, attestandosi al 53,2% di preferenze totali, mentre gli avversari perdono ulteriore terreno. Sono oltre 20, infatti, i punti percentuali che separano l’attuale sindaco dal secondo candidato. La stessa coalizione a sostegno di Ottaviani segna un 3,3% in più rispetto al sondaggio di tre mesi fa. Chiamati a pronunciarsi sull’esito delle elezioni di giugno, oltre il 53% degli intervistati ha chiaramente indicato il nome di Nicola Ottaviani, mentre il secondo candidato si ferma appena al 32%. In caso di ballottaggio, infine, il 57,8% sceglierebbe Nicola Ottaviani e il 42% circa l'altro candidato, con un divario, rispetto all’eventuale avversario, di quasi 16 punti.

“Queste indicazioni statistiche – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – confermano la bontà dei risultati ottenuti in questi anni di lavoro, serio e scrupoloso, in cui ci siamo rimboccati le maniche, coprendo tutti i settori dell’amministrazione, dalle opere pubbliche, alla cultura, al sociale. Siamo, del resto, il primo capoluogo del Lazio per spesa e investimenti nel settore dei servizi sociali, come attestato dal centro indipendente di ricerche Open Polis. L’amministrazione, in questi cinque anni, è stata al fianco di chi ha più bisogno, attuando, in concreto, il principio della coesione sociale, ridistribuendo ai nuclei familiari in situazioni di disagio una parte dei proventi pagati dell'intera collettività. Dopo aver evitato il dissesto delle casse comunali, spalmando in dieci anni i 50 milioni di euro di debiti lasciati in eredità dai nostri predecessori, ci siamo concentrati sulla cultura, acquistando due teatri comunali, il Nestor e il Vittoria, oltre a riaprire la Casa della cultura all’ex Mattatoio e a dare una sede stabile all’Accademia di Belle Arti, all’interno del prestigioso palazzo Tiravanti. Abbiamo realizzato le rotatorie e l' illuminazione della Monti Lepini, unitamente all’apertura di 3 nuove scuole e quattro piazze al centro urbano e in periferia. Al momento dell’insediamento, non avevamo i soldi per sostituire una lampadina ed oggi, invece, abbiamo attivato 9.000 pali della pubblica illuminazione tutti a led. Dopo aver atteso, inutilmente, che la Regione intervenisse sulla frana del viadotto Biondi, abbiamo costruito il ponte Bailey, ricollegando la zona bassa con il centro storico della città. Con l’operazione pubblico-privato promossa al nuovo stadio al Casaleno, otteniamo, da una parte, il terzo stadio di ultima generazione in Italia e, dall’altra, al quartiere Matusa stiamo per realizzare un parco di un ettaro di verde, senza i palazzi ipotizzati in passato. Si pensi poi alla risoluzione del contratto con Acea, azione intrapresa per far tornare il prezioso elemento un bene comune, nella disponibilità dell'intera collettività. Senza parlare, poi, del progetto Solidiamo, l'innovativa proposta sociale, unica in Italia, che ha ridotto del 50% le indennità degli amministratori pubblici a vantaggio di un fondo che ha finanziato 1.500 borse di studio per i giovani residenti i città e 1.500 visite di più giorni, in giro per l'Italia, per gli anziani. La nostra città, finalmente, sta diventando un capoluogo moderno, efficiente e culturalmente avanzato e, sia chi la vive, che chi la frequenta per studio o per lavoro, sembra intenzionato a confermare il cambiamento ottenuto”.

FROSINONE, OTTAVIANI: TUTTI I CANDIDATI POSSONO UTILIZZARE LE OPERE PUBBLICHE DA NOI REALIZZATE.

“Quando si registra l’assenza di programmi amministrativi seri e concreti nel proprio schieramento – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – allora si preferisce buttare la palla in tribuna, proprio come avviene durante una partita di calcio, per evitare di subire una goleada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È quello che stanno tentando di fare, in queste ore, la senatrice Maria Spilabotte e Stefano Pizzutelli per cercare di buttare in mare una scialuppa di salvataggio al proprio candidato a sindaco (perché, in realtà, sono già d’accordo da tempo), finendo per colpirlo e annegarlo con la stessa scialuppa. Il nuovo stadio al Casaleno, il teatro comunale Nestor, il ponte Bailey sul viadotto Biondi, la nuova sede dell’Accademia di Belle Arti al Tiravanti, i nuovi pali della pubblica illuminazione a led, come tutte le altre opere pubbliche che noi abbiamo realizzato o sbloccato, negli ultimi 5 anni, sono, naturalmente, a disposizione di tutti i candidati alle prossime elezioni per le iniziative pubblicitarie che riterranno opportune. Sarà sicuramente entusiasmante vedere la sen. Spilabotte e Pizzutelli seduti sui seggiolini colorati del ‘Benito Stirpe’, mentre si interrogano su come sia stato possibile realizzare un impianto del genere con la collaborazione pubblico-privato, dopo che, per mesi, hanno avuto il coraggio di gridare allo sperpero del denaro pubblico. Quanto al teatro comunale Nestor, acquistato dal municipio e già parzialmente rinnovato, è sufficiente pagare, come abbiamo fatto noi, l’affitto della sala per qualsiasi evento, sia prima che dopo il periodo elettorale. Abbiamo sempre dimostrato di non essere settari e culturalmente deviati, come invece avveniva in passato, anche in occasione delle edizioni del festival nazionale dei Conservatori di musica – città di Frosinone, che va in scena, da 5 anni, a piazzale Vittorio Veneto, allorquando abbiamo promosso una parte dell’evento, con la rassegna e la presentazione dei libri, proprio con Pizzutelli e altri suoi candidati di lista, pur sapendo bene che, per partito preso, non avrebbero mai sostenuto elettoralmente la nostra amministrazione. Speriamo soltanto che, almeno in questo, siano conseguenti e coerenti ed accettino di farsi fotografare, palleggiando sul rettangolo verde del nuovo stadio, o attraversando in auto il nuovo ponte, realizzato dal Comune sull’ex viadotto Biondi o, magari, appoggiandosi ad uno dei 9.000 nuovi pali della pubblica illuminazione a led, mentre criticano spudoratamente le innovazioni che ha prodotto la nostra amministrazione. Magari, per ricambiare la cortesia istituzionale, potremmo accettare tutti l’invito della sen. Spilabotte a palazzo Madama quando, dimenticandosi ancora una volta di trattare le problematiche concrete del nostro territorio, illustrerà la sua proposta di legge, davvero indispensabile, secondo lei, per tutti i cittadini italiani, di istituire i voucher per le prostitute presenti in Italia, sostenendo, come fatto in passato, che il volume d’affari da loro prodotto, nel nostro Paese, è ormai vicino ai 5 miliardi l’anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento