Nord CiociariaToday

Frosinone, soppressione delle commissioni tributarie?

  Un articolo su “il Venerdi” di Repubblica del 19 agosto 2016, a firma dll’avv. Raffaele Oriani, ha riaperto il dibattito sulla riforma della giustizia tributaria (proposte di legge depositate dal sen. Ermini e dal sen. Pagliari). In breve si...

Un articolo su “il Venerdi” di Repubblica del 19 agosto 2016, a firma dll’avv. Raffaele Oriani, ha riaperto il dibattito sulla riforma della giustizia tributaria (proposte di legge depositate dal sen. Ermini e dal sen. Pagliari). In breve si può dire che soltanto dal 1974 è stata riconosciuta la natura giurisdizionale della giustizia tributaria (non più membri di commissione ma giudici tributari, non più decisioni di commissioni ma sentenze).

Ne consegue che l’assetto pluralistico del potere giudiziario, compreso quello dell’ordinamento tributario, deriva dalla Costituzione.

Pertanto, a parte lo spirito autoritario dell’attuale compagine governativa, la riforma delle giurisdizioni può avvenire soltanto con legge costituzionale e non, come vorrebbe la proposta di legge in esame, con legge ordinaria.

C’è un aspetto importante che non può essere sottaciuto, quello della linearità e coerenza dei comportamenti dello Stato.

Con leggi del settembre 2012 si è proceduto alla riforma delle circoscrizioni giudiziarie : soppressione di 31 sedi giudiziarie, soppressione delle 220 sedi distaccate di tribunali e soppressioni di 667 sedi dei giudici di pace.

Orbene appena al termine di tale riforma (fine anno 2013) si vorrebbe procedere, contraddittoriamente, all’aggravio di poteri e funzioni a carico dei Tribunali, già gravati di lavoro per conto proprio.

Senza prestare attenzione agli squilibri che possono derivarne, a causa di una novella magistratura tributaria non adusa a conoscere e giudicare.

Altri punti non condivisibili della proposta Ermini sarebbero : la frantumazione dell’attuale giustizia tributaria; l’eccessivo carico di 340 nuovi processi per ciascuno del 750 togati da assumere; l’inevitabile allungamento dei processi con incidenza negativa sul “giusto processo”.

Una giusta riforma potrebbe avvenire trasformando le attuali commissioni tributarie rispettivamente in Tribunali Tributari e Corti di Appello Tributarie, filtrando adeguatamente gli attuali giudici tributari e procedendo a nuovi concorsi.

Tutto ciò senza trascurare la esigenza di ridare finalmente dignità personale e professionale ai giudici tributari, anche attraverso più adeguati compensi finanziari in luogo delle incredibili, misere, misure attuali.

Ritornando all’articolo dell’avv. Oriani, che contiene osservazioni importanti ai fini di una corretta riforma, dobbiamo purtroppo rilevare le critiche rivolte ai giudici tributari che per primo lavoro fanno altro (commercialisti, avvocati, architetti e geometri). Per i Geometri, l’autore riserva un doppio voto negativo, ricordando un caso personale, di valore intrinseco notevole, che perciò, lascia intendere, non doveva essere affidato ad un giudice geometra.

Evidentemente l’Avvocato non ha tenuto sufficientemente conto che anche nell’ordinamento tributario esistono pesi e contrappesi (collegialità delle commissioni, saggia assegnazione dei giudici togati, appelli) tali da garantire democraticità e imparzialità, per quanto umanamente possibile atti a scongiurare, errori, parzialità e corruzione.

Con l’occasione mi sia consentito ringraziare il geometra Giorgio Alessandro Pacetti il quale dopo 42 anni e 6 mesi di onorata carriera come giudice lascia questa Commissione, il 14 Ottobre 2016, per raggiunti limiti di età. Ci lascia un carico di serena umanità e legalità, a cui dobbiamo sempre riferirci.

Dott. Costantino Ferrara Presidente Onorario A.M.T. di Frosinone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento