menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Provincia

Palazzo Provincia

Frosinone, sp 220 Pietralata-Tecchiena: sbloccati dalla provincia i fondi per l’avvio dei lavori che partiranno il 14 settembre

Si è completato, in questi giorni, l’iter amministrativo attraverso il quale la Provincia di Frosinone interverrà per bonificare il movimento franoso sulla S.P. 220 “Pietralata-Tecchiena”, al km 4,500.

Si è completato, in questi giorni, l'iter amministrativo attraverso il quale la Provincia di Frosinone interverrà per bonificare il movimento franoso sulla S.P. 220 "Pietralata-Tecchiena", al km 4,500.

Dopo l'approvazione del progetto definitivo dell'intervento, per finanziare i lavori occorreva l'autorizzazione da parte della Cassa Depositi e Prestiti per il diverso utilizzo di somme a residuo di mutui precedenti. Autorizzazione che è arrivato proprio in questi giorni.

Ora si passa alla seconda fase, quella operativa, che porterà a rimuovere la frana, sistemare e mettere in sicurezza la strada e riaprirla al traffico. I lavori partiranno il prossimo 14 settembre.

"Si completa finalmente l'iter burocratico per avviare i lavori di bonifica della frana presente sulla SP 220 - ha dichiarato il Presidente Pompeo - Senza l'ok della Cassa Depositi e Prestiti non potevamo intervenire. Attraverso un costante dialogo tra i nostri uffici e i funzionari di Roma siamo riusciti a sbloccare l'autorizzazione. Auspichiamo tuttavia, e per questo stiamo lavorando, una collaborazione più stretta con la Regione Lazio sul tema della viabilità. Abbiamo inoltrato, insieme al consigliere Massimiliano Quadrini, una formale richiesta alla Regione Lazio e all'Astral, per chiedere un incontro urgente per affrontare tutte le altre criticità presenti sulle nostre strade".

"Siamo consapevoli delle difficoltà sul tema della viabilità - ha spiegato il consigliere Massimiliano Quadrini - stiamo operando comunque per cercare di intervenire sulle problematiche in essere. Le difficoltà che emergono non riguardano solo il nostro Ente e le nostre strade, ma sono generalizzate un pò per tutte le Province italiane. Occorre che si stabilizzi il processo di riforma degli Enti di Area Vasta, in maniera tale che si possa esercitare al meglio la funzione relativa alla manutenzione stradale, con risorse a disposizione".

"La chiusura della SP 220 rappresenta un problema per il nostro territorio che ora sarà possibile risolvere - ha concluso il vicesindaco di Alatri Fabio Di Fabio - un ringraziamento alla Provincia, al Presidente Pompeo e al consigliere Quadrini che hanno saputo rispondere con efficacia alle richieste della nostra comunità, in uno spirito di piena collaborazione con il Comune di Alatri".

FIERA DELL'EDILIZIA A PIEDIMONTE SAN GERMANO, AMATA: COMPLIMENTI AGLI ORGANIZZATORI"

"Storicamente il comparto edilizio costituisce una vocazione per l'economia della nostra provincia, potendo vantare diverse imprese e molteplici addetti.

Fiera Edilizia 2

In questo decennio di crisi che abbiamo vissuto, e da cui stiamo faticosamente uscendo, è stato forse uno dei settori più colpito dalla recessione. Se ripartirà l'edilizia, come tutti auspichiamo, di certo servirà a risollevare il Pil del nostro territorio.

In tale quadro, in cui si interseca la storia presente e futura della nostra economia, si inserisce anche la Fiera dell'edilizia, momento espositivo importante. Agli organizzatori di Expoedilizia 2015 e a Ciociaria Fiere, in particolare al vicepresidente Paolo Visca, i miei più sentiti complimenti e quelli dell'amministrazione che rappresento, perché oltre ad accendere i riflettori su un fondamentale settore produttivo come quello delle costruzioni, animano un altro possibile campo di sviluppo come può essere certamente quello fieristico".

E' quanto afferma il vicepresidente della Provincia di Frosinone Andrea Amata, presente a Piedimonte San Germano, presso il Centro commerciale Le Grange, per l'inaugurazione della Fiera dell'edilizia insieme al consigliere regionale Mario Abbruzzese, il sindaco di Piedimonte Vincenzo Nocella e il consigliere comunale Patrizia Caccavale.

"CALL FOR PROPOSAL", POMPEO: "LA PROVINCIA METTE A DISPOSIZIONE IL COMITATO PER LO SVILUPPO"

"Call for proposal, l'iniziativa della Regione Lazio finalizzata a favorire il riposizionamento dei sistemi produttivi locali è certamente un'opportunità fondamentale per il nostro territorio. Va colta al volo, attraverso un modello operativo di rete fra tutti gli attori istituzionali, della conoscenza e del mondo della produzione. Dobbiamo lavorare già da domani per trasformare tale occasione in azioni concrete per la crescita, l'innovazione, il sostegno al sistema delle imprese. E dobbiamo agire in fretta, facendo squadra".

Lo dichiara il Presidente della Provincia Antonio Pompeo.

"All'Amministrazione regionale del Presidente Zingaretti, così come all'Assessore Fabiani, mi preme rivolgere i miei più sentiti apprezzamenti per questa importante iniziativa, auspicando comunque che dalla presentazione dei progetti all'erogazione delle risorse i tempi siano celeri".

"Il sistema produttivo della nostra provincia - argomenta Pompeo - dispone di varie peculiarità e diversi comparti che ben si prestano alle progettualità per la Call for proposal: penso al settore dell'automotive, al distretto del chimico-farmaceutico, della carta e del marmo. Non resta che mettersi al lavoro. Strumenti operativi per agire in tal senso e in cui è rappresentato l'intero territorio già esistono: c'è il Comitato per lo Sviluppo".

"In qualità di Presidente della Provincia e del Comitato stesso - conclude Antonio Pompeo - lo metto a disposizione sin da ora per operare sull'iniziativa illustrata oggi e ritengo sia assolutamente fondamentale replicare la presentazione del programma in tutte le province del Lazio. Crediamoci a questa opportunità, remando tutti insieme dalla stessa parte".

RATEI MUTUI, ALTRI DUE MILIONI DI EURO DA ACEA AI COMUNI

Due milioni di euro. A tanto ammonta il trasferimento da parte del Gestore idrico all'Ato 5. Si tratta delle somme per i canoni concessori dovuti ai comuni. Nei prossimi giorni la Segreteria Tecnica dell'Ato 5 provvederà a scrivere alle amministrazioni locali e richiedere, ove ancora non trasmesse, le specifiche fatture per poi erogare la somma.

"L'Amministrazione provinciale in carica - ha dichiarato il Presidente Antonio Pompeo - in dieci mesi è riuscita ad ottenere lo sblocco di oltre 5 milioni di euro per i canoni concessori, attraverso tre tranches. Si tratta di un risultato concreto ed evidente, una discontinuità evidente con il passato, quando lo sblocco dei ratei era fermo al 2008".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento