Nord CiociariaToday

Frosinone, Studenti a scuola di “sicurezza negli stadi” con la Polizia di Stato

Questa mattina, nell’ambito del  progetto di “alternanza scuola – lavoro”che vede coinvolti circa 40 studenti del Liceo Statale “Giovanni Sulpicio” di Veroli, il Sost. Comm.Vincenza La Rosa della Div. Anticrimine ed il Sov. Luciana Cardarelli...

13 aprile foto videosorveglianza

Questa mattina, nell’ambito del progetto di “alternanza scuola – lavoro”che vede coinvolti circa 40 studenti del Liceo Statale “Giovanni Sulpicio” di Veroli, il Sost. Comm.Vincenza La Rosa della Div. Anticrimine ed il Sov. Luciana Cardarelli dell’UPGSP con l’Ingegnere Marchini, professionista di una ditta specializzata in sistemi di videosorveglianza, hanno illustrato il tema della sicurezza negli stadi.

Questa mattina, presso la Sala Riunioni della Palazzina Benessere della Questura, nell’ambito del progetto di “alternanza scuola – lavoro” intitolato “Prevenzione e Sicurezza negli Stadi – Un percorso di Formazione ed Educazione alla Legalità nel mondo dello sport” e che vede coinvolti circa 40 studenti del Liceo Statale “Giovanni Sulpicio” di Veroli, il Sostituto Commissario Vincenza La Rosa della Div. Anticrimine della Questura di Frosinone ha illustrato alla giovane plateail DASPO.

Il Daspoè una misura di prevenzione prevista dalla legge italiana al fine di contrastare il fenomeno della violenza nei luoghi dove si svolgono le manifestazioni sportive.

A seguire, l’intervento dell’ingegnere Marchini, professionista di una ditta specializzata in sistemi di videosorveglianza che ha, in termini di sicurezza negli stadi, presentato il sistema di videosorveglianza anche in prospettiva del costruendo Stadio Benito Stirpe.

Le telecamere utilizzate saranno posizionate in punti strategici della struttura,a tutela degli sportivi e a sostegno del lavoro delle Forze dell’Ordine, che potranno avere un supporto eccezionale con lo “zoom” che il nuovo sistema garantirà.

L’esperto, che sta collaborandocon i tecnici per la progettazione del nuovo sistema, ha mostrato ai ragazzi alcune "slides" illustrative della sua funzionalità, già operativa nel MapeiStadium di Reggio Emilia che presenta caratteristiche analoghe al “Benito Stirpe”, sia per capienza che per collocazione geografica, in area periferica della città.

Il sistema propone soluzioni con pochi punti di controllo idonei a coprire aree estese, con elevata risoluzione video.

Si può inoltre zoommare in un punto specifico senza peraltro perdere dettagli che possono accadere nelle immediate vicinanze, risalendo a chi va “attenzionato” anche se la scena è particolarmente rapida.

L’incontro è stato concluso dall’intervento del Sov. Luciana Cardarelli che ha esposto le dinamiche dell’ ordine pubblico gestito dalla Sala Operativa della Questura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento