menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il palco della Saletta con i protagonisti dell'evento

il palco della Saletta con i protagonisti dell'evento

Frosinone, Una riflessione senza retorica sugli anni 70 con "Assalto Al Cielo"

Si è tenuta sabato scorso, alla presenza di un pubblico numeroso, la presentazione dei libri "Occhio alla penna" di Claudio Di Loreto e "Lupi e cani randagi " di Maurice Bignami, un evento inserito all'interno della programmazione di Culturando...

Si è tenuta sabato scorso, alla presenza di un pubblico numeroso, la presentazione dei libri "Occhio alla penna" di Claudio Di Loreto e "Lupi e cani randagi " di Maurice Bignami, un evento inserito all'interno della programmazione di Culturando alla Saletta, in collaborazione con CCIAA di Frosinone (in prima fila il presidente, Marcello Pigliacelli) e Banca Popolare del Frusinate, in partnership con Radio Cassino Stereo, patrocinato da Regione Lazio, Provincia di Frosinone e Comune di Frosinone.

Arricchito dalle musiche di Fabio Caricchia (che ha eseguito, tra gli altri, brani tratti dal repertorio di Gaber, Rino Gaetano, Neil Young, De André, Fossati...), dalle letture espressive di Fabrizio Fabrizi e presentato da Loreto Policella, l'evento ha visto protagonista la traiettoria umana di due persone all'interno di un contesto complesso e ricco di trasformazioni come gli anni 70. Maurice Bignami scelse infatti la lotta armata, diventando uno dei fondatori di Prima Linea, mentre Claudio Di Loreto, "scandalizzando gli stessi scandalizzatori", scelse una strada in salita, tortuosa e non banale: nell'Arma dei Carabinieri ma senza divisa e medaglie, all'ombra dei reparti speciali. Una rilettura autentica ed attuale degli anni 70: attraverso la presentazione si è potuto sperimentare come due esperienze e due storie umane, apparentemente distanti e contrarie, cerchino infine la stessa cosa, ossia vivere pienamente la vita, in bilico tra le idee e il cuore. Ricca di rievocazioni dell'epoca, che hanno contribuito a restituirne un'immagine sfaccettata e policroma, senza sconti, la presentazione ha fatto il punto anche sul clima di violenza di quegli anni. "A prescindere dalle motivazioni, la violenza è un'esperienza umana che annienta": questa, la ferma condanna di Bignami.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento