Nord CiociariaToday

Frosinone, Zingaretti presenta ‘patto per lazio sicuro’ e ‘bando sicurezza in comune’

“Potenziare gli strumenti di contrasto alla criminalità in coordinamento con i Prefetti e le Forze di Polizia. E’ questo l’obiettivo del “Patto Lazio Sicuro” approvato nei giorni scorsi dalla giunta regionale del Lazio e che, a settembre, sarà...

Frosinone 4

“Potenziare gli strumenti di contrasto alla criminalità in coordinamento con i Prefetti e le Forze di Polizia. E’ questo l’obiettivo del “Patto Lazio Sicuro” approvato nei giorni scorsi dalla giunta regionale del Lazio e che, a settembre, sarà siglato con i Prefetti delle cinque province del Lazio.

Ad illustrare i contenuti del Patto e il piano di investimenti per la provincia di Frosinone è stato questo pomeriggio presso la Prefettura di Frosinone il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla presenza del Prefetto, Emilia Zarrilli. Il Patto prevede uno stanziamento complessivo di 800mila euro (300mila euro alla Provincia di Roma e 125mila a ciascuna delle altre quattro province) per l’acquisto di attrezzature, autovetture e impianti di videosorveglianza per le Forze di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. In particolare, per la Prefettura di Frosinone sono previsti interventi a favore della Questura con impianto elettrico e luci perimetrali, materiale informatico ed elettronico; acquisto autovettura con colori d’istituto. Per il Comando Provinciale Carabinieri è prevista l’installazione o sostituzione degli impianti di videosorveglianza nei Comandi di Paliano, Sant’Apollinare, Cassino, Alatri, Aquino, Frosinone, Arpino e l’acquisto di un’autovettura con colori d’istituto. Infine, è previsto l’acquisto di materiale elettronico ed informatico per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza.

Tra le misure finalizzate al contrasto della criminalità e al potenziamento della sicurezza urbana, la Regione ha inoltre pubblicato nei giorni scorsi il Bando Sicurezza in COMUNE che mette a disposizione 1.100.000 euro, a cui verranno aggiunti a breve altri 500.000 euro, per la videosorveglianza e la riqualificazione delle aree degradate.

Attraverso il bando, rivolto ai Comuni, saranno finanziati in conto capitale progetti di investimento per l’acquisto e l’installazione di strumenti tecnici per la sorveglianza degli spazi pubblici, per la realizzazione di sistemi di gestione delle informazioni, per la riqualificazione di aree degradate. Investimenti che si affiancano all’azione congiunta e sinergica di più livelli istituzionali per garantire il diritto alla sicurezza e alla qualità della vita urbana per la riqualificazione del tessuto urbano, il recupero del degrado ambientale e del disagio sociale, della prevenzione e del contrasto alla criminalità comune e organizzata”.

REGIONE: ZINGARETTI INAUGURA NUOVO FABLAB PRESSO LO SPAZIO ATTIVO DI FERENTINO

Inaugurata oggi a Ferentino dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, una nuova sede del FabLab della Regione Lazio (FabLab Lazio). La nuova struttura è uno spazio dedicato a studenti, creativi, aspiranti imprenditori, imprenditori, startup innovative, artigiani, ingegneri, makers e designer i quali potranno, utilizzando attrezzature e tecnologie innovative, realizzare prototipi e oggetti “custom made” e auto-prodotti, dando vita a progetti innovativi; settori specifici di specializzazione di questo FabLab, la meccanica e i sistemi di automazione.

Si tratta in particolare del primo FabLab al mondo dotato di una stampante a inchiostro UV – ossia a raggi ultravioletti – che permette una stampa di alta qualità su materiali di ogni tipo, dalla plastica, al metallo, fino a legno, vetro e cuoio.

Per accedere, ci si dovrà associare (l’ingresso è comunque gratuito) e si potrà partecipare a corsi, tutorial e workshop gratuiti dedicati al design, al making e alla progettazione. Verranno anche organizzate, come nelle altre sedi del FabLab Lazio, anche le Fabber School, percorsi formativi gratuiti per gli specialisti di settore, come orefici, archeologi, dentisti e odontoiatri, che vogliano acquisire competenze di base nell’ambito della catena produttiva del digital manufacturing per la progettazione e prototipazione dei prodotti.

Il FabLab di Ferentino si trova presso il locale Spazio Attivo di Bic Lazio in via Casilina 246 (km 68,300) ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00. Altre sedi del FabLab Lazio si trovano a Roma (sede della Casilina), con una specializzazione prevalente nell’industria creativa, Bracciano (agrifood), Viterbo (industria culturale), Latina (laboratorio con indirizzo multispecialistico) e Rieti, dedicato a progetti innovativi nei settori dell’elettronica, efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Il FabLab Lazio fa parte della rete dei FabLab riconosciuti a livello internazionale dalla Fab Foundation. Nel corso degli ultimi 3 anni sono stati ospiti del FabLab della Regione Lazio quasi 18.000 persone, che oltre a prendere informazioni sulla fabbricazione digitale, hanno potuto partecipare a 764 workshop e tutorial dedicati al design, al making e alla progettazione, avviando 347 progetti di prototipazione. Nello stesso periodo, negli Spazi Attivi sono state accolte quasi 2.800 idee d’impresa e incubate 66 startup che già fatturano 6,3 milioni di euro e offrono lavoro a 238 addetti.

Tutti i FabLab sono composti da uno spazio condiviso dotato di attrezzature e tecnologie innovative, in cui i frequentatori possono realizzare un prototipo del proprio progetto o partecipare ai corsi. In ciascun FabLab sono presenti 3 differenti aree di lavoro: Interactive Lab (per l’acquisizione delle immagini e animazione video, grafica, disegno industriale, modellazione 3D); Digital Lab (area dedicata alla produzione degli oggetti) e Training Lab (per l'erogazione dei corsi di formazione, workshop, tutorial, ecc.).

DANIELA BIANCHI GRUPPO MDP LAVORO: A FERENTINO INAUGURATO NUOVO FAB LAB DELLA REGIONE LAZIO RISPOSTA CONCRETA PER COMBATTERE CRISI INDUSTRIALI CON L'INNOVAZIONE ORA MIGLIORI MENTI POSSONO RESTARE PER COSTRUIRE L'ECONOMIA DEL FUTURO

Il Fab Lab di Ferentino può rappresentare una delle risposte alla crisi industriale che da anni colpisce la nostra provincia e lo strumento con cui attrarre nuove imprese e nuovi investimenti.

Così Daniela Bianchi, Consigliera Regionale del Lazio (Gruppo MDP) e componente della Commissione Sviluppi ed Innovazione alla Pisana intervenuta all'inaugurazione del Fab Lab di Ferentino (FR) con il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

In molti casi proprio nell’area di Ferentino-Anagni abbiamo assistito ad aziende che fallivano perché incapaci di adeguarsi ai cambiamenti tecnologici, lasciando a casa migliaia di lavoratori. Un nanismo di visione che vogliamo sconfiggere dando ai territori luoghi e strumenti all’avanguardia per creare nuovi prodotti, servizi e processi produttivi.

Da anni stiamo lavorando a questo obiettivo, incontrando migliaia di giovani creativi che vogliono restare nella loro terra e cambiarla, e oggi portiamo a casa un grade risultato.

Sono già 18mila le persone coinvolte già nei Fab Lab della Regione che hanno generato con 2.800 idee di impresa e 387 prototipi creati.

Il Fab Lab di Ferentino farà parte di questa rete e sarà uno dei luoghi più tecnologicamente avanzati della Regione. Uno spazio pubblico, aperto a tutti, e che permetterà di trasformare idee e progetti in qualcosa di concreto.

Tutta questa nuova conoscenza sarà al servizio delle attuali e future imprese in settori strategici che da qui a breve potranno creare una nuova economia per il Lazio. Sono felice di aver sempre creduto in questa idea e grazie all’impegno del Presidente Zingaretti, poterla vedere realizzata nel nostro territorio. Una terra che per troppo tempo ha visto le sue migliori menti andare via e che oggi vogliamo valorizzare dando strumenti e opportunità che prima non c’erano.

SANITA’: ZINGARETTI VISITA CASA DELLA SALUTE DI FERENTINO

“Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha visitato questo pomeriggio la nuova Casa della Salute di “Ferentino” che si trova all’interno dell’ex Ospedale Civico per acuti chiuso nel 1996. La struttura è stata successivamente riconvertita mettendo a disposizione dei cittadini le seguenti attività: Riabilitazione con 12 posti letto, Punto di Primo Soccorso h24, ambulatori specialistici e radiologia. A queste attività nel tempo sono stati aggiunti anche i Servizi ambulatoriali, la postazione dell’ARES 118, il Centro Prelievi oltre ai due reparti di Radiologia e Mammografia. La Casa della Salute di Ferentino gravita sul distretto B di Frosinone (con i Comuni di Fumone, Morolo, Sgurgola e Supino) con un bacino di riferimento di oltre 34.000 abitanti.

E’ la quarta Casa della Salute attiva nella provincia di Frosinone, dopo quelle di Pontecorvo, Atina e Ceprano, e la 14^ nel Lazio (3 nella Città di Roma, 3 nella Provincia di Roma, 4 nella Provincia di Frosinone, 2 nella Provincia di Viterbo, 1 nella provincia di Latina e 1 in quella di Rieti). La Casa della Salute di Ferentino è aperta al pubblico con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 19,00; il sabato dalle ore 8,00 alle ore 14,00.

Con l’avvio della Casa delle Salute partiranno anche queste ulteriori attività: Area dell’accoglienza - le attività previste nell’ambito di quest’area come lo sportello informazioni sanitarie, il punto unico di accesso (PUA) integrato per l’orientamento sociosanitario e l’accoglienza dei vari Servizi distrettuali, costituiscono il luogo in cui si realizza l’integrazione tra le attività sanitarie e quelle sociali e la collaborazione attiva con i servizi sociali dei Comuni. Area del volontariato e della mutualità - sono coinvolte le associazioni del territorio all’interno della casa della salute in appositi spazi, per attività sociosanitarie e di informazione ai cittadini. Area di sorveglianza temporanea - Sono previsti ambulatori attrezzati a disposizione dei medici di medicina generale e specialisti per la sorveglianza breve di persone con patologie che non richiedono il ricovero ospedaliero ma necessitano di prestazioni non erogabili a domicilio. Area Assistenza primaria - All’interno della Casa della Salute sono previste le seguenti attività con i medici di medicina generale: Continuità assistenziale (ex Guardia Medica), Medicina Generale attraverso le Unità di Cure Primarie dal lunedì al venerdì, Presa in carico dei pazienti cronici mediante il PDTA diabete e BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva), ossia la medicina d’iniziativa mediante la presa in carico integrata, tra diversi professionisti, e proattiva dei pazienti con patologie croniche e degenerative. Specialistica - Attività di Angiologia, Cardiologia, Ecocardiografia, Diabetologia, Ginecologia, Oculistica, Ortopedia, Otorinolaringoiatria, Fisiatria. Attività Area analisi ed esami - Sportello prenotazioni per le prestazioni specialistiche (CUP), Centro prelievi, ambulatorio infermieristico. Diagnostica di primo livello - Attività di diagnostica di I° livello per immagini (Radiologia e Mammografia).

Sono inoltre presenti: Centro di Salute mentale, Consultorio familiare, Consultorio Pediatrico, Assistenza Domiciliare Integrata (ADI), Centro Assistenza Domiciliare (CAD) e SMREE (Salute Mentale e Riabilitazione Età Evolutiva)”.

APERTURA CASA DELLA SALUTE A FERENTINO, IL SINDACO POMPEO: “IMPEGNO MANTENUTO. SULLA SANITA’ SI VOLTA PAGINA”

“Oggi è certamente una giornata di festa per la nostra città e per l’intero comprensorio. Dopo anni di chiusure in ambito sanitario si volta pagina grazie al lavoro che sta facendo la Regione Lazio, insieme all’Asl di Frosinone e, in questo caso, anche attraverso l’impegno dell’amministrazione comunale di Ferentino.

Non si può non ricordare infatti che fino al 2013, al momento dell’insediamento di questa amministrazione non era scritto in nessun documento ufficiale regionale che Ferentino avrebbe avuto una Casa della Salute. Con la nostra tenacia e il nostro impegno, fatto di atti amministrativi partiti con una delibera di giunta comunale, la numero 97 del 9 agosto 2013, affiancato da una costante azione politica nei confronti della Regione, il 6 novembre 2014 l’atto aziendale della Asl approvato dall’Assemblea dei sindaci prevedeva alle pagine 56 e 57, l’apertura a Ferentino della Casa della salute.

Avevamo preso un impegno con la città, con i cittadini e con il territorio: quello di fare del tutto per tutelare e garantire, come scritto nella nostra Costituzione, il diritto alla salute. Attraverso un efficace gioco di squadra, la promessa è stata mantenuta.

Ringrazio il Presidente Zingaretti e il Commissario Macchitella, con l’auspicio che questa struttura socio sanitaria in cui sono attivi già importanti poliambulatori ed essenziali prestazioni per interventi di cure primarie, possa essere potenziata sempre di più, proprio per venire incontro alle esigenze dell’ampio bacino di utenza che copre, integrandosi pienamente con la rete territoriale degli ospedali e dei servizi sanitari”. E’ quanto dichiara il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo, sull’inaugurazione della Casa della Salute

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento