menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Col Giuseppe Tuccio

Col Giuseppe Tuccio

Paliano, carabinieri sulle tracce dell'accoltellatore del 18enne: "Lo prenderemo"

"Lo Prenderemo! State certi che lo prenderemo!". Cosi ci ha assicurato il Col. Tuccio, Comandante Provinciale dei Carabinieri,  questa mattina nella sede del Comando Provinciale, quando siamo andati a chiedergli novità sull’accoltellamento del...

"Lo Prenderemo! State certi che lo prenderemo!". Cosi ci ha assicurato il Col. Tuccio, Comandante Provinciale dei Carabinieri, questa mattina nella sede del Comando Provinciale, quando siamo andati a chiedergli novità sull'accoltellamento del giovane di Paliano Eugenio Calamari avvenuto la notte sa tra sabato e domenica vicino al McDonalds di Frosinone.

I carabinieri del nucleo operativo che stanno indagando sul tentato omicidio, perché di questo si tratta, stanno con il fiato sul collo del giovane 25enne, originario di Pofi, ma da molti anni residente in un paese del nord della Ciociaria, che avrebbe avuto una storia con una ragazzina di Paliano, la stessa che sarebbe stata infastidita in discoteca proprio da Eugenio e all'uscita dalla discoteca sarebbe successo il fattaccio proprio per motivi di gelosia.

Intanto, le condizioni di salute di Eugenio Calamari, per fortuna, stanno migliorando però ancorà è presto per dichiararlo fuori pericolo ed è ancora ricoverato in terapia intensiva allo Spaziani di Frosinone. Nelle ultime ore, dopo gli interventi di domenica, è subentrato un certo ottimismo tra i chirurghi e questo lascerebbe ben sperare, anche perché il ragazzo si è svegliato dal coma farmacologico

La città di Paliano, intanto è rimasta attonita e nessuno si azzarda a fare un commento fuori posto anche perché la mamma del ragazzo ferito la Sig. ra Maria Grazia D'Aquino, consigliera Comunale di maggioranza dell'Amministrazione Alfieri con delega alla salute nonché capo sala nell'Ospedale di Colleferro, è una persona irreprensibile e molto stimata come amministratrice e sul posto di lavoro.

Speriamo che la corsa del giovane accoltellatore possa fermarsi quanto prima magari con un suo gesto spontaneo anche perchè non ha senso continuare a fuggire da tutti.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento