menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fuochi 1

Fuochi 1

Paliano, con gli immensi fuochi d'artificio e con il Premio Giacomo Lisia chiuse le feste ferragostane

Con i fantasmagorici fuochi artificiali offerti dalla BCC di Paliano che è stato lo sponsor principale di tutta la manifestazione estiva, fuochi artificiali lungamente applauditi si è chiusa l’Estate Palianiese che si era aperta con

Con i fantasmagorici fuochi artificiali offerti dalla BCC di Paliano che è stato lo sponsor principale di tutta la manifestazione estiva, fuochi artificiali lungamente applauditi si è chiusa l'Estate Palianiese che si era aperta con

quattro serate di teatro, passando attraverso il Palio dell'Assunta (vinto per la prima volta dal rione Poggio Romano) e con il Premio di pittura estemporanea Giacomo Lisia vinto dall'artista di Rovigo Doriano Tosarelli si è chiuso il Ferragosto palianese.

L'incessante pioggia mattutina e pomeridiana non ha rallentato a sera il flusso della gente proveniente dai paesi vicini, per assistere alla serata dei grandi fuochi durati circa mezzora, che hanno entusiasmato ed appassionato tutti.

Ma torniamo al Premio di pittura estemporanea dedicato al grande artista palianese a cui hanno partecipato 44 artisti italiani e tre stranieri, i cui premi da otto sono diventati 11 poiché tre quadri sono stati acquistati da privati (anche questo potrebbe essere il segno di una ripresa economica) organizzato dalla famiglia Lisia, in particolare dalla moglie Lalla in collaborazione del Comune di Paliano, ed affidato all'artista Franca Lubrano preceduto da un interessante convegno svolto presso la Sala Conferenza della BCC locale dove si era evidenziato che Giacomo Lisia è il vero ambasciatore della cultura palianese, anche dopo la morte avvenuta 15 anni fa.

L'assessore alla cultura Valentina Adiutori ha ringraziato tutti gli artisti partecipanti e soprattutto il lavoro della Giuria perché i quadri in gara, realizzati da veri professionisti della pittura, erano tutti belli e scegliere il vincitore non è stato facile. I quadri sono stati esposti per tre giorni presso l'oratorio e visitati da migliaia di persone, nonostante la pioggia. Il premio Giacomo Lisia è stato vinto dal pittore di Rovigo Doriano Tosarelli a cui è stato consegnato anche il trofeo della famiglia Lisia. Piazza d'onore per Ido Grani di Forli, al terzo posto Domenico Ingino di ( Serino - AV).

Poi sono stati premiati in ordine: Elio Roberti (Brescia), Lello Negozio di Fratta Todina (PE), Emilio Stella di Torre Vecchia Teatina (CH); Mario Smiraglia, Franco Carmine di Sant'Andrea del Pizzone (CE), Francesco Costanzo (Torre Cajetani -FR), Michele Inno (Isernia) e Carlo D'Agostino -Civitella San Paolo ( RM).

In piazza, prima dei fuochi di artificio si è esibito con il suo romanesco accento il comico Enzo Salvi che, a dire il vero, non ha entusiasmato nessuno.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento