menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Italia Alimentari Operai  Gente  e gonfaloni

Italia Alimentari Operai Gente e gonfaloni

Paliano, con i gonfaloni del Palio al consiglio all’Italia Alimentare ennesima figuraccia di Campoli

Si sprecano in queste ultime ore i commenti salaci contro il presidente del Palio dell’Assunta che ha fatto portare al Consiglio Comunale straordinario  che si è svolto nel piazzale antistante l'Italia Alimentare Spa i gonfaloni dei rioni.

Si sprecano in queste ultime ore i commenti salaci contro il presidente del Palio dell'Assunta che ha fatto portare al Consiglio Comunale straordinario che si è svolto nel piazzale antistante l'Italia Alimentare Spa i gonfaloni dei rioni.

C'è un detto famoso che dice tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Orbene, questa volta lo zampino è stato lasciato ed è quello della politica che è entrata con tutti e due piedi all'interno del Palio dell'Assunta guidato dal presidentissimo, intoccabile, onnipresente "scienziato" Antonello Campoli che, come sempre, fa le cose senza rendersi conto delle conseguenze.

E se le fa in modo scientifico, come è sembrato a molti e come si legge su facebook, allora oramai si è capito bene che si tratta di una strategia politica avallata anche dall'innominato sindaco che pubblicamente ha ringraziato il presidente del Palio perché ha portato anche i gonfaloni dei rioni.

Noi non sappiamo se l'operazione è stata concordata con tutti i rioni, sta di fatto però che è stato creato un pericoloso precedente anche perché è ovvio chiedersi cosa centra il Palio dell'Assunta con i lavoratori che hanno perso il lavoro?

Perché questi gonfaloni non sono andati anche alla Videocom di Anagni, dove all'interno vi erano una settantina di persone di Paliano che oggi sono state licenziate? Allora perchè tutte le altre associazioni più o meno culturali del paese perchè non erano presenti.

Con i lavoratori ci devono essere, come ci sono, i sindacati che stanno svolgendo un ruolo importante anche se sono stati surclassati dal Commissario Straordinario della Provincia e dal Prefetto di Frosinone prontamente intervenuti per arginare la situazione.

E' vero che molti di questi operai (36) che stanno vivendo il dramma del licenziamento appartengono ai rioni, e addirittura molti di loro fanno i volontari; ma che centra il Palio dell'Assunta, una rievocazione storica, con gli operai di oggi?

Non a caso i commenti a questo spiacevole episodio sono molto forti e c'è addirittura chi chiede le dimissioni del presidente Campoli per manifestazione politica-partitica del Palio che è stato portato ad una condizione di esporsi chiaramente in modo politico e quindi imparziale agli occhi dei più.

Un' associazione palio che sempre più assomiglia alla Festa dell'Unità di una volta e non allo storico giornale (con tutto il rispetto verso la testata, alla quale auguriamo con tutto il cuore la riapertura immediata, perché quando si spegne una voce si spegne la democrazia).

Con l'arrivo di Antonello Campoli, la storia di Paliano, attraverso il Palio dell'Assunta, è stata messa nel cassetto ed è già stato bruciato il significato originale per il quale era nato. Il Palio dell'Assunta era nato per svolgere una funzione di aggregazione della gente, per rinsaldare la prestigiosa storia di Paliano, storia invidiata da tutti i comuni che fanno cose simili, perché Paliano è stato un principato, o meglio il Principato dei Principi Colonna.

Qui negli ultimi tempi si mette da parte la storia per dare importanza alla politica con il "giovane" e fin troppo innominato sindaco che prima dice "che difenderà il Palio con i denti e le unghie" e poi, sulla rivista comunale, si rimangia quanto detto, nonostante ci siano le registrazioni che lo smentiscano.

Da oggi facciamo un appello ai cittadini palianesi che voglio bene al loro paese. Per favore ridate il Palio alla storia e alla città. Lavorate per unire e non per dividere. Mettete alla guida di questa manifestazione persone capaci che conoscano la storia e che sappiano riscriverla fedelmente per poi rappresentarla in modo degno per farne un importante attrattore turistico.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento