Nord CiociariaToday

Paliano, domenica 12 il giorno del grande inciucio per la poltrona di Presidente della Provincia

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Domenica 12 ci saranno le elezioni del nuovo Consiglio Provinciale, tra l'indifferenza dei media e l'inesistente informazione agli italiani. Il Governo Renzi prometteva di abolire le province, mentre invece ha abolito...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Domenica 12 ci saranno le elezioni del nuovo Consiglio Provinciale, tra l'indifferenza dei media e l'inesistente informazione agli italiani. Il Governo Renzi prometteva di abolire le province, mentre invece ha abolito soltanto il diritto di voto per i cittadini.

Infatti avranno diritto al voto soltanto i sindaci e i consiglieri comunali. Secondo la nuova legge, gli incarichi provinciali sarebbero a titolo gratuito. Sappiamo bene che in realtà, alla fine dell’anno, si ritroveranno compensi a cinque zeri. La differenza è che si chiameranno rimborsi invece che stipendi, ma sarà sempre un esborso di denaro pubblico.

Enti ormai costosi, svuotati di potere e assolutamente inutili, le Province rappresentano purtroppo ancora qualcosa di funzionale al sistema politico attuale, e alla "sistemazione" dei suoi servitori. Per questo non si è riusciti ad ottenerne la soppressione. A riprova di ciò, per quanto riguarda la nostra provincia si assiste da giorni a continui e desolanti battibecchi virtuali tra esponenti dello stesso partito, che non sono riusciti ad accordarsi nemmeno su un candidato unico. Infatti i candidati alla carica di Presidente sono due, e sono entrambi del PD! Da una parte c'è il candidato Presidente Enrico Pittiglio, sostenuto da centrodestra e centrosinistra. Dall'altra parte c'è il candidato Presidente, Antonio Pompeo, sostenuto da centrodestra e centrosinistra.

Crediamo che anche queste anomalie diano ragione al nostro pensiero: nemmeno più le distanze ideologiche - che tanto tornano utili quando si vuole - hanno potuto frenare la voglia di occupare le poltrone per decretare nomine. Nella provincia di Frosinone in particolare, si sta dando lo spettacolo penoso di un arrivismo senza pari. E' un chiaro segnale di svuotamento del significato di destra e sinistra: ormai siamo governati dal pensiero unico, e questo pensiero non ci piace.

Non ce ne vogliano i candidati, ma non si può essere d'accordo a perpetuare questo modo di intendere la politica. Occorre dare un segnale di cambiamento di rotta reale e non solo urlato a parole.

Per questo noi consiglieri del Movimento Civico ( già Lista Civica Con Paliano), liberi da vincoli di partito e cittadini prima di tutto, dichiariamo pubblicamente che domenica 12 Ottobre NOI NON ANDREMO A VOTARE: non intendiamo essere complici di questa nuova farsa ideata a danno degli italiani e messa in atto dal Governo Renzi.

I Consiglieri

Paola Imperoli

Maurizio Sturvi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Colleferro, passata l’euforia per Amazon e Leroy Merlin, arrivano i licenziamenti ed i dubbi sulla sostenibilità ambientale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento