Nord CiociariaToday

Paliano, escrementi di cani ed edicole abbandonate, cosi "muore" il centro storico

Di Giancarlo Flavi Il degrado nel centro storico di Paliano regna sovrano nel modo più assoluto. Escrementi di cani fanno “bella mostra” in pieno centro, edicole, che potrebbero essere richiami turistici abbandonate al loro destino

Paliano 1 edicola abbandonata

Di Giancarlo Flavi

Il degrado nel centro storico di Paliano regna sovrano nel modo più assoluto. Escrementi di cani fanno “bella mostra” in pieno centro, edicole, che potrebbero essere richiami turistici abbandonate al loro destino

Paliano 6

Non poche sono le telefonate che ci giungono dei cittadini adirati che davanti ai portoni di casa si trovano escrementi di cani che continuano ad aumentare nonostante la nostra documentata denuncia dello scorso natale. Evidentemente, l’assessore all’ambiente è sordo e finché non si provvederà sanzionare gli "sporcaccioni" con multe salate questo comportamento non si potrà debellare.

Altro argomento importante è quello delle edicole, come quella posta sotto l’arco di Via del Forte, fortemente voluta e restaurata dai cittadini di Paliano, che è in uno stato di completo abbandono, cosi come tutto il Centro Storico.

Il sig. Luigi Verani in data 23/1/2014 scrisse al Sindaco e all’Ufficio tecnico denunciando “il degrado e l’incuria – si legge nella missiva- con tanto di foto allegate, la non curanza dei minimi requisiti di sicurezza di decenza architettonica, a cui è sottoposta l’abitazione”. Nelle foto allegate il sig. Verani evidenzia appunto questo degrado, ma quello che più disgusta i cittadini di Paliano è il vedere quell’edicola posta sotto l’arco del sig. Luigi Verani, in degrado continuo per l’umidità che non si riesce a togliere e che ovviamente non solo imbruttisce il centro storico e non è un bel vedere per i turisti che si fanno un'idea di come funziona “la Cosa” pubblica a Paliano con un'amministrazione che pensa ad organizzare conferenze stampa che non gli competono, invece di pensare al proprio borgo, uno dei più belli non solo della Ciociaria. I lumini sono stati autorizzati dal Comune a bucare la storia? L'erba sui muri che non si toglie, archi graffiati perché sono sparite le segnalazioni. Insomma il degrado regna completo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un po’ più di attenzione per il centro storico non farebbe certamente male, anzi andrebbe ad arricchire il bel patrimonio che si ha. Ma quella attuale, evidentemente, è l’amministrazione comunale che si merita la città che oltre ad installare i cestini per la raccolta differenziata non riesce a fare. Evidentemente a questi amministratori non interessa il borgo, interessano le poltrone e forse qualche stipendio, ingiustamente percepito, aggiungiamo noi visto il declassamento della crescita culturale-amministrativa della città negli ultimi anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento