Nord CiociariaToday

Paliano, in politica la sinistra arranca la destra cerca di trovare l’unità

Di Giancarlo Flavi Politica palianese in movimento dopo il passaggio del Vice Sindaco Valentina Adiutori da Sel al PD. Forte dei suoi 500 voti personali è stata eletta nel Consiglio Comunale ed il sindaco Alfieri Chi?,

Comune di Paliano

Di Giancarlo Flavi

Politica palianese in movimento dopo il passaggio del Vice Sindaco Valentina Adiutori da Sel al PD. Forte dei suoi 500 voti personali è stata eletta nel Consiglio Comunale ed il sindaco Alfieri Chi?, nonostante all’interno del circolo PD vi fosse stato un accordo per la nomina come vice di Eleonora Campoli (segretaria uscente del pd), scelse la Adiutori. Ora con questo passaggio gli equilibri sono, evidentemente, cambiati e la Campoli rivendica il posto al fianco del primo cittadino.

Intanto nella destra, o meglio in quello che resta nel centro destra palianese, si susseguono le riunioni per "riappacificare"l’ex sindaco Maurizio Sturvi e Tommaso Cenciarelli (che se fossero rimasti uniti avrebbero rivinto le elezioni scorse) che dai banchi della minoranza si stanno opponendo alla politica, soprattutto, della monnezza del centro sinistra anche se lo stanno facendo in maniera, a nostro avviso, troppo discontinua e disomogenea.

Comunque sia quella di Alfieri chi? È stata la peggiore amministrazione degli ultimi 60 anni a Paliano: si vive alla giornata ed si arranca sempre più, nonostante gli incarichi, anche prestigiosi, a livello provinciale del primo cittadino.

A giorni gli uffici comunali saranno riportati nel Palazzo Comunale di Piazza XVII che è stato liberato dai ponteggi che lo avvolgevano. Di fatto si vanno terminando i lavori, per la messa in sicurezza del tutto, con finanziamenti che si sono avuti grazie alla precedente amministrazione Sturvi.

L'attuale amministrazione ha perso tutto. Ha perso la Selva o meglio una gestione pubblica di questa che si poteva attuare e dare cosi dimostrazione di come poteva funzionare il pubblico perché avevano un masterplan da attuare. Adesso dicono che lo attueranno (sulla proprietà Regionale di circa 280 ettari comprensivi del vecchio borgo dei Ruffo) ma intanto passano i giorni ed è trascorso già un mese da quando la Selva è stata venduta ai privati e da quando si sono insediati i magnifici cinque "capitanati" dall’assessore all’ambiente Mauro Buschini, ma nulla è stato fatto. In compenso, però, ci hanno riempito di immondizia: Colle Fagiolara (però è territorio di Colleferro proprio al fianco della Selva) aumenta a dismisura. Le autorizzazioni concesse prima all’Amasona ad un’azienda privata per il recupero di materiali inerti, adesso quella controllata dai due sindaci di Anagni e Paliano per il Castellaccio e la gente sta a guardare. Insomma, si pensa alle piccole e inconcludenti cose ed intanto le strade comunali e provinciali gridano vendetta. Provate a passare al centro su via dei Bastioni, oppure su Via delle Valli per capire meglio com’è amministrata la città di Paliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento