Nord CiociariaToday

Paliano, migliaia di fans per Facchinetti. Festa della birra prolungata nonostante le polemiche del Sindaco

Grande successo per il concerto di Roby Facchinetti visto da non meno di 4.000 persone, per lo più palianesi, che hanno approfittato del prezzo ridotto ma anche con molta gente venuta da tutta Italia; da Milano, Sicilia ed addirittura  Bolzano...

 

Grande successo per il concerto di Roby Facchinetti visto da non meno di 4.000 persone, per lo più palianesi, che hanno approfittato del prezzo ridotto ma anche con molta gente venuta da tutta Italia; da Milano, Sicilia ed addirittura Bolzano che peraltro hanno dormito nei vari agriturismi della zona e nell’unico albergo della città.

Intanto, il comitato Jovenus, presieduto da Gianluca Pratini, in collaborazione con l’azienda Nicoli, proprietaria del terreno, e soprattutto con i commercianti espositori ha deciso di prolungare di un altro giorno fino a domenica 10, la grande kermesse della Festa della Birra- Heineken Festival Paliano che durante questa settimana ha richiamato centinaia di migliaia di visitatori da tutto il comprensorio, i quali hanno potuto gustare le migliori birre oggi sul mercato. Il grande concerto di Roby Facchinetti (voce storica dei POOH) che per Paliano è stato un vero e proprio evento, ed ha riproposto dopo oltre due ore di grandi brani italiani, alcuni brani che aveva sempre cantato con i Pooh ed ha presentato l’ultimo LP “Ma che vita è la mia”, con la gente rimasta in piedi tutto il periodo in cui si è esibito senza mai fermarsi con il complesso e le sue vocalist.

Sempre in questi giorni arriva anche una strana nota pubblicata dell’innominabile sindaco: “ In riferimento alla comunicazione pervenuta dall’Associazione “Iovenus” sul prolungamento al giorno dieci della manifestazione “ Festa della Birra” l’amministrazione Comunale di Paliano fa sapere di esprimere il proprio dissenso. In quanto erano stati presi degli accordi precisi con gli organizzatori che avevano presentato il programma la cui chiusura era fissata al giorno 9 agosto. Gli accordi erano tesi ad evitare la sovrapposizione – scrive il sindaco di Paliano- dell’evento con il Programma dell’Estate palianese. Anche per tale ragione, oltre al fatto, oltre al fatto che il programma della manifestazione prevedeva una serata di beneficenza l’Amministrazione Comunale aveva concesso il suo patrocinio. Dal punto di vista tecnico amministrativo è in regola con i permessi concessi dalla Regione e dagli altri Enti, ma è evidente ed innegabile che la richiesta di prolungamento crea disagio per tutta la comunità palianese impegnata nello svolgimento del ferragosto. Si evidenzia che il calendario delle festività 2014 è statop elaborato e condiviso prima dell’insediamento di questa amministrazione; il prossimo anno come già comunicato in precedenza, ci adopereremo affinché tali inconvenienti non debbano verificarsi di nuovo”.

In questa confusa dichiarazione il sindaco si dimentica (forse volontariamente) di dire che il primo ad rompere il patto di "non belligeranza" tra le feste è stata proprio l’Amministrazione Comunale che ha “concesso” ai Rioni l’autorizzazione alla festa rionale il giorno 7 e l’apertura delle cantine il giorno 8 rompendo tutti gli accordi stipulati alla presenza della Pro Loco, creando enorme disagio alle attività commerciali che hanno investito sulla Festa della Birra con gli organizzatori che avevano assicurato che non ci sarebbero state altre feste, anche perché in esposizione ci sono perlopiù aziende di Paliano che non avrebbero potuto farlo nella festa dei Rioni.

Inoltre, nonostante i ripetuti inviti degli organizzatori il Sindaco ha preferio non mettere mai piede alla Selva durante la Festa della Birra contrariamente a quanto fatto da altri suoi "colleghi" della zona. Questo evidenzia che il sindaco è di parte e non di tutta la città.

Comunque sia l’associazione Iovenus ha dato incarico ad un legale per capire se nello strano comportamento del Sindaco ci sia qualche negligenza amministrativa e per valutarne le conseguenze del caso.

Non si capisce il perché di queste assurde polemiche considerato che, a nostro modesto giudizio, la festa della Birra sarebbe potuta finire anche a fine mese senza arrecare danno a nessuno. Cosa c’entra con le feste del Ferragosto. Sono due entità estranee che ognuna può andare per proprio conto. Proprio alla luce di quanto è stato fatto con la Festa della Birra, si è aperto un nouovo scenario molto interessante. Ovvero che la giostra del Turco potrebbe svolgersi proprio alla Selva, visti gli enormi spazi a disposizione ed evitare così il martirio della città chiusa a tutti per l’intera giornata di ferragosto.

Intanto per oggi domenica 10 Agosto la festa della birra prosegue, nonostante il dissenso del sindaco, e ieri sono stati estratti i numeri della lotteria:

n. 9039 abbinato alla pizza fa Johnson (off. Da Elettrodomestici Piacentini)

n. 9064 abbinato lavatrice Sekom

n° 4811 abbinato a Frigorifero Sekom

n. 9124 abbinato a Cellulare Samsung S5 ( premmi offerti dal Comitato)

n° 2609 abbinato al viaggio per due persone in pensione completa per 4 giorni all’Hotel Santa Caterina di Scalea, offerta da Agenzia Viaggi offerta da Zorbas Viaggi . servizio e foto di Giancarlo Flavi ( vietata la riproduzione anche parziale)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento