Nord Ciociaria Paliano

Paliano, San Lorenzo in casa di Santa Maria Goretti a Colle Gianturco

Ancora una Santa Messa alla casa dove ha vissuto per oltre due anni, prima di essere assassinata, Santa Maria Goretti in località Colle Gianturco

Ancora una Santa Messa alla casa dove ha vissuto per oltre due anni, prima di essere assassinata, Santa Maria Goretti in località Colle Gianturco

La Comunità Francescana di Paliano, ha fortemente voluto questa santa messa a cui hanno partecipato un centinaio di persone.

Il Casale dove ha vissuto la bambina Marietta - così si faceva chiamare - dal 13 dicembre 1896 al Febbraio 1899 all'età di 6 anni fino all'età di 8 anni e dove ha incontrato la prima volta il suo assassino, oggi è in completo abbandono e le erbacce la stanno facendo da padrone.

E' stato Padre Giovanni Giorgi a celebrare la Santa Messa di fronte ad un centinaio di persone giunte sul posto con svariati mezzi pubblici e privati, a ricordare durante l'omelia la figura di Santa Maria Goretti, che spesso andava in chiesa da ragazzina a Santa Maria Pugliano arrivando da Corinaldo.

Il 17 Dicembre 1966 il Corriere della Sera titolava: " salvate la casa della Santa" e fu don Giovanni Trusina a denunciare l'abbandono totale di quel Casale dei Goretti ed a sottolineare anche il pericolo dei crolli : " Quel luogo è ormai ridotto ad una squallida sterpaglia, mi vergogno di essere vice parroco di Paliano quando penso che lì Santa Maria Goretti trascorse 36 mesi, preparandosi, nella solitudine dei campi, a difendere le sue virtù. Da qui l'amministrazione Giordani, con il nuovo PRG ne fece zona di culto, poi il nulla. E' passato il sindaco Giordani, 10 anni, è passato il sindaco Sturvi 5 anni e finalmente oggi, grazie a fra Dino De Carolis (peraltro ha già scritto diversi libri : Maria Goretti Santa dei Nostri Giorni edizione San Paolo e Maria Goretti una santità nel quotidiano edizioni Paoline), che è voluto venire a conoscere il posto, sollecitando Padre Giovanni a celebrare una Santa Messa. Fra Dino a conclusione della giornata ha ricordato il percorso di Santità di questa giovanissima martire uccisa con 14 coltellate sferrate da Alessandro Serenelli che aveva intenzione di violentarla. Bimba uccisa a soli 12 anni quando la famiglia viveva a Le Ferriere e la giovane martire mentre moriva ebbe il coraggio di perdonare il suo assassino. Fra Dino ha voluto ancora una volta mettere l'accento su questo casolare che potrebbe essere veramente foriero di sviluppo turistico-religioso, che in questo momento è tornato di moda.

Insomma, occorre coraggio per investire su questo tema perché potrebbe essere un piccolo ma interessante volano di rilancio economico-turistico per la città di Paliano, magari con un comodato d'uso. Saranno capaci gli amministratori odierni a creare questo volano di sviluppo? La risposta la lasciamo ai nostri lettori.

Foto Servizio di Giancarlo Flavi (vietata la riproduzione)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, San Lorenzo in casa di Santa Maria Goretti a Colle Gianturco

FrosinoneToday è in caricamento