Nord CiociariaToday

Pastena, Bilancio positivo per le grotte con oltre un migliaio di visitatori

Benché non fosse affatto scontato c’è stato il pienone alle grotte di Pastena, nonostante la giornata uggiosa e la temperatura non propriamente primaverile.

piano_paesaggio

Benché non fosse affatto scontato c’è stato il pienone alle grotte di Pastena, nonostante la giornata uggiosa e la temperatura non propriamente primaverile.

Un cielo coperto senza nemmeno un raggio di sole e una foschia che avvolgeva le cime dei monti, ma nonostante tutto intere famiglie hanno scelto Pastena per la loro gita fuori porta.

Parcheggi intasati fino all’orario di chiusura mentre i turisti, oltre un migliaio, si predisponevano per essere accompagnati all’interno di uno dei siti naturalistici più spettacolari d’Europa.

Tanti i visitatori che hanno trovato ospitalità nei locali della zona, hanno percorso i vicoli del centro storico ed hanno ammirato le opere del museo della civiltà contadina .

Un’iniezione di fiducia per le attività commerciali, uno spiraglio per l’avvenire dei giovani imprenditori che utilizzando le risorse della terra e i prodotti dell’agricoltura e dell’artigianato locale potrebbero trovare risposte alternative alla disoccupazione dilagante e all’incertezza del futuro.

Senza facili trionfalismi ma con pragmatismo e avvedutezza, la classe dirigente si deve far carico di governare e gestire questa risorsa economica locale, senza pretese egemoniche e senza tentazioni clientelari.

È necessario capire le regole del mercato e trovare vie promozionali giuste e interlocutori adatti per non bruciare le potenzialità turistiche delle grotte di Pastena, insomma aprire una stagione di nuove relazioni con soggetti privati che possano, nel rispetto dell’ambiente, utilizzare le risorse economiche per il la valorizzazione del territorio.

L’amministrazione da tempo ha sollecitato di mettere ordine ai problemi occupazionali e retributivi dei dipendenti, giunti l’estate scorsa a programmare una serie di scioperi per l’insolvenza delle buste-paga.

Esistono peraltro numerosi progetti di adeguamento dell’area esterna e di miglioramento dei corsi d’acqua e che sono in attesa di essere finanziati, ma non verranno sottovalutate le ipotesi di sviluppo con i fondi di sviluppo europei che nei prossimi mesi saranno messi a disposizione dalla regione Lazio.

Un lavoro a tutto campo rallentato ancora dagli errori del passato come quelli che hanno coinvolto l’area pic-nic al momento drammaticamente in disuso a causa delle cattive condizioni strutturali e per l’inchiesta avviata e portata avanti dalla Corte dei Conti.

Dobbiamo tuttavia avere fiducia perché passi avanti sono stati compiuti e nei prossimi mesi avremo ulteriori chiarimenti su alcune questioni che sono ancora oggetto di discussione nel tribunale di Cassino e che riguardano l’uso improprio dei fondi pubblici e il licenziamento di un gruppo di lavoratori socialmente utili.

Il futuro delle grotte non potrà dipendere solo dalla nostra amministrazione e per questo motivo aspettiamo che sia il Parco dei monti Ausoni che la regione Lazio ci forniscano risposte precise e concrete per liberare definitivamente lo sviluppo delle grotte di Pastena da pesanti condizionamenti.

dott Arturo Gnesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento