Nord CiociariaToday

Patrica, pericoloso nido di calabroni eliminato dai Rangers in piena notte in una villetta

Anche in questi giorni di vacanza è piena attività invece per il gruppo volontari della Protezione Civile di Patrica.

Gli operatori dopo l'operazione di bonifica portata a termine

Anche in questi giorni di vacanza è piena attività invece per il gruppo volontari della Protezione Civile di Patrica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fondato agli inizi dell’anno sotto l’egida dei Royal Wolf Rangers, il gruppo di volontari – oggi circa quindici - che operano ed effettuano servizio nel territorio del piccolo comune lepino montano è risultato decisivo e tempestivo in un’operazione di bonifica e disinfestazione da imenotteri- calabroni – che nella lottizzazione edilizia di Via Colle Cappuccio – poco più su delle Quattro Strade – avevano iniziato a costruire il nido all’interno della canna fumaria di una villetta familiare. Allertato dagli abitanti dell’alloggio, che già nell’area del giardino registrava una nutrita presenza di questi pericolosissimi insetti, il gruppo composto da Riccardo Lolli e Andrea Del Monte (da sinistra nella foto) si è messo immediatamente a disposizione procurandosi le attrezzature necessarie, fornite in regime di reciproca mutualità, da un altro gruppo di volontari della zona. I due operatori, una volta dotati dell’apposita tuta salva vita che è in grado di proteggere dalle punture pericolose di questi insetti e dello spruzzatore di veleno letale per i calabroni, hanno concordato con i residenti dell’alloggio infestato di intervenire in orario notturno, visto che gli imenotteri proprio durante la notte si rintanano nel nido e non vi ronzano attorno pericolosamente come, invece, accade di giorno, riuscendo così ad eliminarne completamente la minaccia. Una minaccia che, vale la pena ricordarlo non va sottovalutata visto che vede punti ogni anno in Italia oltre mezzo milione di individui, soprattutto bambini e adolescenti, di cui circa il 5% ha una reazione allergica. Competenti nel fornire consigli per una maggiore sicurezza futura dell’alloggio, Del Monte e Lolli, reduci anche da un intervento antincendio assicurato nel Comune di Prossedi, hanno tenuto a ribadire la piena disponibilità del gruppo di Protezione Civile su cui la comunità patricana può sempre contare in ogni emergenza e che risponde al n. 3492878799

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento