Nord CiociariaToday

Piglio, gara didattica per la scuola primaria con l’ecopagella del cittadino

L’Amministrazione Comunale di Piglio guidata dal Sindaco Mario Felli, forte di aver conquistato un traguardo importante per la raccolta differenziata che ha raggiunto il 70% sul territorio comunale, portando il Comune di Piglio ad essere tra i più...

L’Amministrazione Comunale di Piglio guidata dal Sindaco Mario Felli, forte di aver conquistato un traguardo importante per la raccolta differenziata che ha raggiunto il 70% sul territorio comunale, portando il Comune di Piglio ad essere tra i più virtuosi della Provincia di Frosinone, continua in sinergia con la società Lavorgnasrl, a percorrere la strada della sensibilizzazione e formazione per la raccolta differenziata, con una simpatica iniziativa che partirà a breve e coinvolgerà gli studenti della scuola primaria ed i loro genitori, una gara didattica tra classi denominata “L’Ecopagella del Cittadino”. Il gioco è semplice e coinvolgente: la mascotte è Capitan Eco (un attore) che farà visita a tutte le classi, ​con la sua simpatia lancerà la gara consegnando un pieghevole contenente le regole della raccolta differenziata e le “ecopagelle”, con le quali i ragazzi dovranno intervistare più adulti possibili ponendo domande sulle regole della raccolta differenziata e dando loro un giudizio. Vincerà la classe che raccoglierà il maggior numero (per alunno) di ecopagelle. Il target è quello di rendere protagonisti dell’iniziativa, attraverso un’attività ludico-didattica basata su un sano meccanismo di competizione, i bambini della scuola primaria di Piglio, con l’obbiettivo finale di incrementare la conoscenza del servizio di raccolta attivo stimolando le famiglie ad una maggiore e più responsabile partecipazione nella differenziazione dei rifiuti.Soddisfatto il sindaco Felli, che da subito ha creduto nell’importanza dell’iniziativa soprattutto perché realizzata nella scuola. “L’intera comunità pigliese –ha sottolineato il Sindaco Mario Felli- sta dimostrando grande senso civico e rispetto per il proprio territorio attraverso una buona raccolta differenziata. Credo che il modello per una corretta gestione del servizio di raccolta differenziata sia in primo luogo una precisa informazione, presupposto per una partecipazione delle famiglie e degli operatori economici in generale ai cicli della raccolta differenziata dei rifiuti su tutto il territorio comunale. Per questo come amministrazione comunale abbiamo pensato di coinvolgere la scuola locale la cui forza di coinvolgimento sociale è straordinaria in tutti i sensi. L’idea è stata semplice, utilizzare il canale scolastico ribaltando il tradizionale flusso informativo e il cliché della comunicazione istituzionale. Far partire l’informazione dal basso verso l’alto, cioè dai bambini ai genitori e fare informazione a 360 gradi. Sono sempre più convinto del fatto che la scuola che, da sempre svolge il ruolo encomiabile di educatrice e di formazione sociale prima ancora che culturale, possa essere il fulcro per la realizzazione progettuale, attraverso la metodologia della didattica ludico-pedagogica, i bambini e gli alunni impegnati a trasmettere le conoscenze ai rispettivi genitori, monitorandoli nelle quotidiane azioni di differenziazione dei rifiuti”. Tra l’altro nei giorni scorsi è stato installato nell’isola ecologica in località San Giovanni un distributore di buste, come in piazza Primo Maggio ed in località Retafani agli Altipiani di Arcinazzo, evidenziando ancora una volta l’interesse dell’Amministrazione di Piglio verso il buon e corretto stile da attuare per la raccolta differenziata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento