Nord CiociariaToday

Piglio, Gli anziani hanno accolto la copia del Crocifisso di San Damiano nella sede del Centro

Nel Centro Anziani di Piglio si è tenuta nel pomeriggio di Giovedì 11 Maggio dalle 16,30 alle 17,30 un momento di catechesi da parte del diacono frate Lazzaro Conti, imperniata sul significato che la Croce di S. Damiano ebbe nella vita di S...

Nel Centro Anziani di Piglio si è tenuta nel pomeriggio di Giovedì 11 Maggio dalle 16,30 alle 17,30 un momento di catechesi da parte del diacono frate Lazzaro Conti, imperniata sul significato che la Croce di S. Damiano ebbe nella vita di S. Francesco e quale possa avere oggi, nella vita di ciascuno di noi dinanzi alla copia dell’icona dell’Undicesimo secolo che è stata benedetta da papa Francesco l’11 Gennaio 2017

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
A ricevere l’icona è stato il Presidente Fabio Falamesca che, insieme al direttivo del Centro anziani, ha dato il benvenuto alla Fraternità dell’O.F.S “Beato Andrea Conti” di Piglio protagonista dell’iniziativa.

Gli anziani di Piglio hanno apprezzato l’interpretazione artistica, religiosa e profondamente umana della Croce, che è stata illustrata da frate Lazzaro. Al termine la Croce ha fatto ritorno nella chiesa del convento francescano.

Per la cronaca l’icona a Piglio è stata accolta sabato 6 Maggio e la domenica 7 Maggio è stata intronizzata ed esposta ai fedeli nella chiesa settecentesca francescana del convento di san Lorenzo dove rimarrà fino a Sabato 13 Maggio alle ore 16,30, quando sarà portata dinanzi alla Grotta della Madonna di Lourdes dove ci sarà la recita del Santo Rosario insieme ad altri momenti di meditazione. PIGLIO: 12 Maggio una data da non dimenticare. II giorno 12 maggio oltre a ricordare: “la Giornata della memoria del Regno delle due Sicilie; “La Giornata della memoria del Regno di Napoli”; “La Giornata della memoria del Regno di Sicilia”; “La Giornata della memoria di Isola del Liri dove nel 1799 furono ammazzate dall’esercito giacobino-francese 537 persone nella chiesa di San Lorenzo; a Piglio, invece, il popolo pigliese ricorda i due bombardamenti degli alleati (americani) che distrussero il convento e la chiesa di San Giovanni compreso il Crocifisso miracoloso del 1686 ivi custodito e dove persero la vita una diecina di persone tra frati e civili il cui ricordo è stato immortalato nella lapide posta nella navata centrale della chiesa, e parte della chiesa di San Lorenzo che riportò gravissimi danni proprio nella cappella dove erano custodite sull’altare in una urna di vetro le spoglie del Beato Andrea Conti il tutto riportato in due dettagliate relazioni fatte dai superiori di allora, dal venerabile P. Quirico Pignalberi e dal P. Costantino Trionfera. La giornata del 12 Maggio deve servire a noi per riflettere e consolidare quei sentimenti forti di ambasciatori di Pace nel Mondo. Solo così sarà possibile conservare la pace nella nostra terra e non vanificare i morti, i lutti e le distruzioni del 12 Maggio. PIGLIO, I PIGLIESI IN FESTA PER LA MADONNA DELLE ROSE. Si inizia il 31 Maggio con un triduo alle ore 17,00 nel Santuario della Madonna delle Rose. Sarà un appuntamento soprattutto di fede e di devozione. Anche questo anno la popolazione pigliese rinnova il patto d'amore verso la Madonna delle Rose percorrendo, insieme alle autorità civili, militari e religiose, le vie del centro storico dietro la sacra immagine con tanta devozione, tutti insieme ad invocare la protezione della Madonna. Proprio alla fine di questo mese mariano e precisamente nei giorni 31Maggio, 1, 2, 3, 4 e 5 Giugno 2017 si terranno i festeggiamenti in onore della Madonna delle Rose, allestiti per la quarta volta dal Comitato delle Mamme, che ha provveduto a mettere su un programma cercando di bilanciare nella giusta proporzione il sacro ed il profano. Due sono le novità in programma quest’anno: La prima novità è che l’appuntamento, quello sacro, avrà luogo per la prima volta dall’anno 2010, la sera del SABATO 3 Giugno alle ore 20,30 anziché del VENERDI 2 Giugno, (spostamento concesso in via straordinaria al Comitato dei festeggiamenti da Sua Ecc. Mons. Lorenzo Loppa, essendo il 2 Giugno Festa della Repubblica Italiana), con la celebrazione della Santa Messa nel Santuario, officiata da don Gianni Macali nella doppia veste di parroco e cappellano della Confraternita. Seguirà poi una prima suggestiva processione notturna dal Santuario mariano alla Collegiata Santa Maria con la bella e sacra statua lignea. La seconda novità è quella del Lunedì 5 GIUGNO quando dopo la concelebrazione della Santa Messa delle ore 10,00 nella Collegiata Santa Maria Assunta, presieduta da Mons. Lorenzo Loppa, seguirà, una solenne processione con la Statua della Madonna portata per tutte le vie del centro storico e che dalla Collegiata si snoderà nella parte finale lungo la Circonvallazione Arringo anziché la storica Via Arringo per raggiungere il Santuario a Lei dedicato. Le iniziative ricreative prevedono: spettacoli di arte varia, ed un grandioso spettacolo pirotecnico concluderà come al solito i festeggiamenti. Le origini storiche risalgono a qualche secolo addietro e precisamente all'anno 1656 quando la popolazione pigliese per intercessione della Madre Santissima detta delle Rose, fu liberata dalla peste. Il popolo, per gratitudine dell'ottenuto beneficio, proclamò la Madonna delle Rose compatrona di Piglio. La popolazione pigliese rinnova anche questo anno il patto d'amore verso la Madonna delle Rose che ha preso forse questo nome per i fasci di rose che le giovinette deponevano nel Santuario davanti alla sacra immagine, o perchè nella Sacra Scrittura la rosa ha una collocazione ed un significato particolare, o perchè nelle Litanie è invocata Rosa mistica, o perchè il profumo e le foglie delle rose sono simbolo di animo gentile; questi motivi ed altri ancora, formanti un unico bouquet, invitano anche quest’anno ad invocare la protezione della “Madonna delle Rose”. Il Comitato delle Mamme ringrazia in modo particolare la popolazione e tutti coloro che hanno contribuito per la buona riuscita della festa. Giorgio Alessandro Pacetti .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento