Nord CiociariaToday

Piglio, la celebrazione della S. Messa nella ex cava è terminata la settimana di preghiera per il venerabile P.Quirico Pignalberi

La concelebrazione della Santa Messa nella ex cava che si è tenuta a Piglio Domenica 17 Luglio alle ore 17,30, animata dal coro parrocchiale, officiata da P. Angelo Di Giorgio, Rettore del convento dei frati minori conventuali della Provincia...

Copertina Libro-2

La concelebrazione della Santa Messa nella ex cava che si è tenuta a Piglio Domenica 17 Luglio alle ore 17,30, animata dal coro parrocchiale, officiata da P. Angelo Di Giorgio, Rettore del convento dei frati minori conventuali della Provincia Romana, e da don Gianni Parroco di Piglio,

Venerabile P.Quirico Pignalberi - Figlio prediletto del Comune di Serrone da giovane

alla presenza dei nipoti e pronipoti del p. Quirico venuti da Serrone, e di una moltitudine di persone, è stato l’atto finale della settimana di preghiera, iniziata a La Forma Lunedì 11 Luglio alla Parrocchia del S.Cuore di Gesù con una Santa Messa, celebrata dal Vescovo Prenestino Mons. Domenico Sigalini e dai parroci don Ramòn e da don Primo, in ricordo del 125° anniversario della nascita del venerabile P. Quirico, figlio prediletto del Comune di Serrone.

E’ seguita al termine della messa una suggestiva fiaccolata dalla parrocchia del S.Cuore di Gesù fino alla Cappella del S. Cuore dove il venerabile riposa nel complesso francescano di San Lorenzo di Piglio.

Alle ore 21,00 di ogni giorno molte famiglie non solo di Piglio, di Serrone, di Trevi nel Lazio , ma anche dei paesi limitrofi, si sono riunite in preghiera con la recita del Santo Rosario, molto caro al padre Quirico, nelle proprie abitazioni.

I festeggiamenti sono proseguiti Sabato 16 Luglio alle ore 10,00 con una mostra libraria, fotografica, iconografica, storica, arricchita da pubblicazioni su riviste e giornali che si è tenuta presso la Sala Consiliare del Comune di Piglio, allestita dal giornalista-pubblicista Giorgio Alessandro Pacetti e successivamente c’è stata la presentazione del libro Venerabile Padre Quirico Pignalberi -S. Francesco Redivivo- di P. Angelo Di Giorgio ofm anticipata dalla proiezione di un video-documentario di Padre Paolo Fiasconaro.

Queste manifestazioni, ha ricordato P. Angelo Di Giorgio, servono a ravvivare ai parenti, agli amici e ai conoscenti tutti, la coscienza e la straordinaria testimonianza resa dal padre Quirico, del cui passaggio restano significative tracce di devozione in diversi luoghi dove è stato. La sua memoria rimanga non solo in benedizione, ma sia per tutti noi un pressante invito per seguire le sue orme”. Si raccontano di padre Quirico fenomeni straordinari che vanno dalla bilocazione, alle guarigioni, dalle grazie alle visioni, ad aiuti in momenti di pericolo. Il padre Quirico dall’apparenza debole, dall’abito dimesso, e dall’intensa orazione seppe lasciare dietro di sé una scia di pace e di bene. Molti ancora oggi ricordano la sua opera svolta in occasione della “Guerra al prete” che afflisse per diverso tempo il paese di Trevi nel Lazio. Padre Quirico fu grande “Maestro” di spirito e scrittore : ancora oggi la maggior parte dei religiosi francescani del Lazio hanno ricevuto da Lui la prima formazione nell’anno di noviziato. Un inventario delle sue opere, dopo la sua scomparsa (18.7.1982) enumera decine di quaderni e foglietti tra le cui righe emerge profonda dottrina teologica e una parte di questa produzione è stata pubblicata in dieci volumi dal vice postulatore della causa di beatificazione dallo storico P. Ernesto Piacentini. Il venerabile P, Quirico, che ha visto chiudersi il processo Diocesano per la causa di canonizzazione il 1° Luglio 2005 da Mons. Lorenzo Loppa nella chiesa di San Lorenzo, a motivo della sua fama di santità, è, quindi, uno dei Beati in ..”anticamera” facenti parte della diocesi di Anagni-Alatri. A presiedere il 29 Giugno del 1992 la prima sessione del processo è stato l’allora Vescovo della Diocesi di Anagni-Alatri, Luigi Belloli davanti alle autorità civili e religiose ed a numerosissimi fedeli giunti da ogni parte, dopo la richiesta avanzata dal postulatore padre Ambrogio Sanna al Vescovo di Albano Mons. Bernini, nella cui diocesi padre Quirico è morto (Anzio 18/07/1982), perché il processo canonico potesse svolgersi presso la curia anagnina, ordinaria dei luoghi, ove il religioso visse ed operò per circa 50 anni. Grazie alla presenza del padre Quirico, Piglio ospitò tra le sue mura, nel lontano 1937, San Massimiliano Kolbe, confondatore con il padre Quirico della Milizia dell'Immacolata che conta numerosi iscritti nelle nostre contrade ciociare. G.A.P.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento