Nord CiociariaToday

Piglio, la popolazione pigliese ricorda lo scontro campanario

Nel lontano 1955  il giorno 18 del mese di  Marzo, vigila di San Giuseppe, quando a seguito della ricostruzione della nuova intelaiatura di sostegno delle campane in sostituzione della vecchia  e traballante incanstellatura in legno della torre...

MVC-t0009

Nel lontano 1955 il giorno 18 del mese di Marzo, vigila di San Giuseppe, quando a seguito della ricostruzione della nuova intelaiatura di sostegno delle campane in sostituzione della vecchia e traballante incanstellatura in legno della torre campanaria della Collegiata Santa Maria Assunta si verificò un violento scontro di campane:

il battaglio del campanone di centro, dopo un lungo periodo di letargo, nel suo lieto dondolio di prova, si scontrò tanto forte con la campana mezzana da spezzarle parte del labbro procurando una seria lesione per un difetto di costruzione o di montaggio, oppure perché le misure fornite erano state troppo…corte.

Le cronache di allora addossarono subito la colpa dello scontro all’innocente…metro il quale aveva giocato un tiro birbone raccorciandosi notevolmente nelle mani del misuratore.

L’eccezionale avvenimento suscitò ilarità e scalpore a Piglio e in tutta la Ciociaria sollevando un coro di proteste e di critiche ai responsabili i quali subito ricorsero ai ripari.

La campana mezzana venne rifusa e benedetta e ricollocata al suo posto e come la fine di tutte le favole… tutti vissero felici e contenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giorgio Alessandro Pacetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento