Nord CiociariaToday

Piglio, PSI e Progetto piglio chiedono un patto chiaro per il centro trasferenza

Nel corso del Consiglio Comunale in seduta pubblica dello scorso 4 agosto, il Partito Socialista ltaliano e Progetto Piglio hanno richiesto alla massima assise cittadina una posizione chiara e netta che tuteli la zona di produzione agricola del...

Piglio panorama

Nel corso del Consiglio Comunale in seduta pubblica dello scorso 4 agosto, il Partito Socialista ltaliano e Progetto Piglio hanno richiesto alla massima assise cittadina una posizione chiara e netta che tuteli la zona di produzione agricola del Cesanese, il territorio comunale e le attese legittime dei cittadini di Piglio.

Di fronte all'istanza di variante sostanziale presentata per il Centro di trasferenza di Rifiuti Solidi Urbani di Casa Zompa, stanti:

- l'assenza di positive ricadute in termini di occupazione per il territorio;

- il rischio di compromissione della integrità e della valenza paesaggistica dell'intera e vasta area;

- il rischio di svalutazione e di conseguente e progressivo abbandono delle terre ora destinate alla produzione di pregio e di risalto internazionale del vino Cesanese.

il Partito Socialista ltaliano e Progetto Piglio chiedono all’Amministrazione comunale un atto di impegno decisivo che sia diretto a scongiurare l'ampliamento dell’area destinata alla trasferenza dei rifiuti oltre che l'implementazione delle attività in essa possibili, a partire dalla sola prima separazione delle immondizie stesse.

Rinnovano l'esigenza urgente di sottoscrizione da parte del Consiglio Comunale di un patto solenne con la comunità di Piglio, finalizzato alla tutela del territorio e dell'attività vinicola e agricola in genere, in ogni occasione ed in ogni sede, sia essa tecnico-amministrativa che giuridica si ritenga necessaria.

Il Comune di Piglio deve decidere ora e con forza se interrompere lo storico e prioritario sostegno alle attività con vocazione agricola e vinicola del territorio, contribuendo a comprometterne il futuro, a vantaggio di una più marcata ospitalità verso le attività di gestione dei rifiuti provenienti per lo più da altri Comuni talvolta anche meno virtuosi di Piglio.

Riteniamo che ci siano i margini di intesa affinché tutte le forze politiche possano dichiarare ed operare fattivamente con urgenza per il bene di Piglio, per la salvaguardia del suo ambiente e del suo paesaggio e, non da ultimo, per la tutela della sue realtà imprenditoriali agricole e vinicole, che danno lavoro a decine di famiglie e che rappresentano ancora il migliore futuro per il paese.

Piglio 11 agosto 2017

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

P.S.I - PROGETTO PIGLIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento