menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontecorvo, ottimi risultati per THE EXPERIMENT, la prima Escape Room della provincia di Frosinone

È stato davvero un esperimento ben riuscito. Una prova che ha confermato l'ipotesi di partenza dell'Associazione Taverna del Drago: un'Escape Room a Pontecorvo si può fare! Certo, non un esperimento qualunque, ma “THE EXPERIMENT”, quello messo a...

È stato davvero un esperimento ben riuscito. Una prova che ha confermato l'ipotesi di partenza dell'Associazione Taverna del Drago: un'Escape Room a Pontecorvo si può fare! Certo, non un esperimento qualunque, ma "THE EXPERIMENT", quello messo a punto dalla diabolica mente di un ignoto "Dottore" per catalizzare l'attenzione di centinaia di persone al Villaggio sito nel piazzale del Centro Commerciale "Il Ponte" dal 3 al 9 febbraio, durante la coloratissima 64° edizione del Carnevale Pontecorvese.

Diverse le "cavie" che hanno acconsentito a prendere parte all'esperimento nello spazio di una stanza chiusa a chiave - la cosiddetta 'escape room' da cui fuggire in 60 minuti - , oscuro teatro di misteriosi accadimenti: per tutti, un'occasione per mettere alla prova, oltre che la propria ansia, ingegno e perspicacia nell'ardua interpretazione di rebus e nello scassinare lucchetti; per i più, un percorso fallimentare alla ricerca dell'antidoto salvifico con finale di morte assicurata; per pochissimi fortunati, l'esperimento del "Dottore" ha avuto un esito positivo, dato dall'esser giunti a completa risoluzione di ciascun enigma con la calma del fare squadra. Solo questi ultimi hanno così potuto imboccare la strada della fuga, ingerendo la pozione capace di sconfiggere il veleno iniettato nei loro corpi durante l'antefatto della storia.

Un esperimento davvero ben congegnato, ma per i ragazzi della Taverna del Drago proporre un gioco nuovo e poco conosciuto nella zona è stata una bella sfida, anche perché si tratta di una forma di intrattenimento la cui vittoria non comporta alcun premio, se non la soddisfazione personale. Proprio per non togliere ai partecipanti il piacere del puro e semplice giocare, la Taverna del Drago solo al termine dell'Escape Room ha deciso di svelare l'esistenza di un montepremi in palio: 200? di buoni spesa messi in palio dal Centro Commerciale "Il Ponte", in accordo con gli altri organizzatori della manifestazione carnevalesca.

Ed anche questa volta, i numeri hanno premiato la passione che la Taverna del Drago infonde in ogni suo audace 'esperimento' ludico da ormai 14 anni: 23 squadre, oltre 100 ragazzi dai 14 ai 40 anni, venuti anche dai paesi limitrofi per partecipare alla prima Escape Room della provincia di Frosinone, seconda solo alla capitale nel territorio del Lazio. «Un ringraziamento speciale - dicono i ragazzi della Taverna del Drago - va ai tanti partecipanti, all'Amministrazione Comunale, al Comitato del 64° Carnevale di Pontecorvo e al Direttore del Centro Commerciale "Il Ponte", i quali hanno permesso la realizzazione di un progetto che abbiamo fortemente voluto. Come sempre, puntiamo a far appassionare sempre più persone al mondo dei giochi reali, fatti di oggetti, persone e relazioni vere, non virtuali».

Su quale dettame scientifico il "Dottore" abbia fondato il suo rigoroso progetto sperimentale non ci è dato sapere. Gli unici elementi certi sono alcune tracce scritte sparpagliate periodicamente dal "Dottore" a mo' di annotazioni post - empiriche sull'esperienza e il comportamento di ciascuna squadra, quasi a volerci suggerire l'esistenza di una premeditata intenzione di interrogare la natura umana sulle sue fragilità e virtù, in un contesto reale dove la verità dell'essere sembra così poco importante rispetto all'astuzia dell'apparire. Forse proprio su questo ha voluto condurre la riflessione colui che ha escogitato il folle esperimento ovvero il "Dottore" (e forse idealmente anche chi ne ha manovrato i fili, ovvero la Taverna del Drago). Di sicuro, dopo lo strascico di terrore da lui lasciato tra gli abitanti del paese, un'altra questione è rimasta irrisolta: chissà se dopo l'apparizione 'di gruppo' nel corso della sfilata dei Carri, il "Dottore" si farà ancora vivo nella cittadina, scombussolando nuovamente la tranquillità delle acque che la bagnano. Noi lo speriamo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento