menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, Abbruzzese (f.i.): sul Simt di Frosinone avevamo visto bene

"Il 2 luglio scorso, ho presentato una interrogazione al Presidente della Giunta Regionale del Lazio On. Nicola Zingaretti, per sapere, se l’autorizzazione all’esercizio e accreditamento istituzionale del Servizio Immunoematologia e Medicina...

"Il 2 luglio scorso, ho presentato una interrogazione al Presidente della Giunta Regionale del Lazio On. Nicola Zingaretti, per sapere, se l'autorizzazione all'esercizio e accreditamento istituzionale del Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del Presidio ospedaliero Spaziani di Frosinone, rilasciato con DCA U00285/2015 del 26 giugno, è subordinato a delle condizioni o a delle vere e proprie non conformità. Quali sono dette condizioni e/o non conformità.

Come si pensa di superare l'indicazione del 30 giugno 2015, attesa la presenza di dette condizioni e/o non conformità. Se è possibile assicurare la piena operatività e funzionalità del SIMT di Frosinone. Quando questa verrà garantita". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia del Lazio.

" Erano queste le domande che ponevo a Zingaretti.

Ieri, con prot 570061 è arrivata la risposta dello stesso Presidente, sulla scorta di quanto riferito dalla Direzione regionale salute e integrazione socio sanitaria, che conferma che quelle rilevate il 9 giugno dal CRS (centro regionale sangue) a Frosinone erano delle vere e proprie condizioni di non conformità, per le quali il presidio ospedaliero di Frosinone è stato costretto ad avviare un piano di miglioramento.

Nello specifico erano state rilevate criticità tecnologiche in ordine ad esempio alla qualificazione delle apparecchiature per la convalida dei processi, o il sistema di registrazione delle temperature.

Avevamo dunque visto e capito bene che qualche cosa non andava.

Ma vi è di più.

I funzionari del Centro regionale sangue durante la ulteriore visita ispettiva del 22 giugno, ai fini del rilascio dell'autorizzazione definitiva all'esercizio e accreditamento istituzionale del servizio di immunoematologia e medicina trasfusionale per lo Spaziani, se da un lato hanno rilevato una positiva fase di risoluzione delle carenze strutturali e tecnologiche rilevate in precedenza.

Dall'altra, hanno evidenziato che " il sistema di gestione qualità del SIMT di Frosinone necessita ancora di adeguamento che va comunque monitorato nel tempo, mentre la dotazione di personale, risulta appena adeguata rispetto ai volumi di attività ed alla organizzazione del servizio".

Morale della favola, in questa del SIMT di Frosinone, come in tante altre vicende sanitarie, Zingaretti e la Mastrobuono prima hanno fatto i soliti annunci sull'efficienza ed efficacia del servizio, poi sono stati costretti nella pratica ad intervenire per efficientarlo veramente.

La sanità non si gestisce con gli annunci, ma con atti e fatti coerenti". Ha concluso Abbruzzese. MALTEMPO; ABBRUZZESE (FI): PRESENTATA INTERROGAZIONE A ZINGARETTI

"Considerata l'ondata di maltempo che ha coinvolto l'intero territorio della Regione Lazio ho scritto un'interrogazione al presidente, Zingaretti per sapere: quali interventi sono stati previsti in aiuto delle zone colpite dall'ultima ondata di maltempo; quali programmi e strategie di intervento si intende mettere in cantiere al fine di salvaguardare il territorio da questi ormai sempre più frequenti fenomeni metereologici, da allerta con codice rosso, al fine di evitare i sempre più ingenti danni a persone, cose o attività produttive; quali tutele la Regione prevede di attivare per le imprese, non ultime quelle del comparto

agricolo". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio.

"Purtroppo dopo l'ondata di maltempo che ha imperversato sul territorio regionale si contano ingenti danni a persone e cose, in particolare anche nella provincia di Frosinone,

dove molti comuni hanno richiesto, addirittura, lo stato di calamità naturale.

Molte sono le attività produttive hanno riportato danni presso le proprie sedi, tali da arrivare a compromettere la continuità della attività; in particolare, nel settore agricolo sono molte le produzioni compromesse: tanto che le

principali associazioni di categoria del settore richiedono provvedimenti di tutela a vari livelli.

Appaiono sempre più frequenti le allerte con codice rosso per maltempo-

a causa degli ormai evidenti cambiamenti climatici, il nostro territorio non risulta preparato ad assorbire tali ondate di maltempo, pertanto è dovere delle istituzioni, come la Regione Lazii, avviare piani preventivi per l'emergenza e non soltanto gestire la stessa. In considerazione del fatti che i danni provocati dalle calamità, si vanno ad aggiungere e ad aggravare una perdurante situazione di crisi che da

tempo imperversa nella quotidianità di famiglie ed imprese". Ha concluso Abbruzzese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento