Nord CiociariaToday

Regione, Abbruzzese (FI): a centro sinistra servono comuni complici per insabbiare fallimenti

"Purtroppo al centro sinistra, come possiamo evincere da alcune dichiarazioni dell’assessore Buschini, non servono Comuni che abbiano la volontà di collaborare per la gestione delle varie criticità del territorio, ma enti complici, dello stesso...

"Purtroppo al centro sinistra, come possiamo evincere da alcune dichiarazioni dell’assessore Buschini, non servono Comuni che abbiano la volontà di collaborare per la gestione delle varie criticità del territorio, ma enti complici, dello stesso colore politico per nascondere i grandi fallimenti del governo regionale. Ricordo che Frosinone è ancora in attesa, a quattro anni distanza, che inizino i lavori di messa in sicurezza del Viadotto Biondi, Pontecorvo idem su via Lungoliri". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"Vogliamo parlare di lavoro, di occupazione? Non è stato concepito un atto che possa risolvere anche in minima parte le problematiche relative al rinserimento lavoratori delle famiglie coinvolte nella vertenza frusinate. E' palese che la Regione Lazio non riesca a monitorare e guidare processi fondamentali per il rilancio di un territorio martoriato dalla crisi. Tanti annunci e nessun impegno mantenuto. Poi c'è la sanità, totalmente allo sbando. Zingaretti, inoltre, ci considera la provincia di Frosinone una "succursale" del territorio pontino. Mi riferisco, in particolare, alle promesse non mantenute relative all'assegnazione del dea di II livello all'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone e al previsto accorpamento delle Centrali ARES 118 di Latina e Frosinone di cui al Decreto U00052/2017, che costituirebbe un'altra ingiusta ed irrazionale penalizzazione per l’intero territorio e per gli utenti della provincia di Frosinone, già alle prese con un sistema sanitario fatisciente.

Il governo regionale non riesce a dare risposte anche lle principali criticità che riguardano la mobilità e i trasporti, sia su gomma che su ferro. In quattro anni non si è riuscire a fornire nessuna soluzione, i servizi sono peggiorati ed i pendolari sono sempre alle prese con i soliti problemi: mezzi fatiscienti, in ritardo e iperaffollati. Non si guarda tra l'altro alla possibilità di programmare la realizzazione di possibile infrastrutture strategiche per i singoli territori ma importanti per il rilancio dell'economia del Lazio". Ha concluso abbruzzese.

CASSINO, SANITA; ABBRUZZESE (FI): AL SANTA SCOLASTICA DI CASSINO CIRCOSTANZE RACCAPRICCIANTI

“Ogni giorno emergono dettagli sempre più disastrosi sullo stato di emergenza in cui versa l’ospedale Santa Scolastica di Cassino. Dopo i reparti che non hanno posto letto a sufficienza e che sono costretti a lavorare a singhiozzo, un pronto soccorso che spesso e volentieri si trasforma in un presidio medico da zona di guerra con file di malati in attesa e una manciata di medici e infermieri costretti a spostarli in base alla presunta gravità, adesso l' ultima raccapricciante notizia ci lascia senza parole. Il parco auto della struttura è completamente azzerato. Le auto sono vecchie e non sono in grado di poter affrontare i viaggi quotidiani necessari al personale per poter espletare i servizi richiesti come ad esempio il trasporto di materiale medico, tra cui quello farmaceutico e campioni biologici". A dichiararlo è Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"Ovviamente tra queste vetture ci sono anche quelle destinate al servizio trasfusionale a domicilio che per i malati del territorio è diventato una chimera e un lontano ricordo. Addirittura sembrerebbe che sei auto della Asl siamo sotto sequestro, alcune di queste sono parcheggiate proprio sotto il nosocomio Cassinate. Nessuna risorsa è stata destinata per alla manutenzione o l acquisto di nuove macchine. Alcuni giorni fa al Santa Scolastica è andato in scena il teatro dell'assurdo. Mancavano barrellehe in corsia al Pronto soccorso e così per sistemarebi pazienti il personale è stato costretto a chiedere in prestito le lettighe delle ambulanze. Un fatti che si commenta da solo. Voterei invitare il presidente Zingaretti e il commissario Macchitella ad usufruire dei servuzi del Santa Scolastica. Servizi che , anche grazie al loro scarso impegno e ai loro proclami fatti durante le passerelle istituzionali, hanno raggiunto un livello che di eccellenza non conosce neanche il significato. Il territorio è stato abbandonato, come il personale sanitario che ricorre a qualsiasi tipo di espediente pur di far fronte alle emergenze”. ha concluso Abbruzzese.

ACQUA; ABBRUZZESE (FI): REGIONE INTERVENGA SUBITO PER FERMARE DISMISSIONE DA PARTE DI ACEA DEGLI UFFICI DI ZONA LAZIO MERIDIONALE

"Il governo regionale non era a conoscenza ulteriori azioni da parte di Acea s.p.a che stanno favorendo il deterioramento del servizio idrico integrato nell'Alto 5 del Lazio Meridionale. Credo che la Regione Lazio debba intervine per stoppare i processi di accentramento degli uffici periferici della società in provincia di Frosinone, sportelli previsti tra l'altro dall'articolo 27 della convenzione per la gestione del S.I.I. Tale circostanza sta creando numerosi disagi alla popolazione che deve percorrere cento chilometri per avere delle risposte alle proprie esigenze". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale del Lazio di Forza Italia e Presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali nel question time odierno presso la massima assise laziale.

"Ai sensi della legge regionale n. 6 del 22 gennaio 1996 spetta alla Regione Lazio il potere di controllo ed alta sorveglianza sulle A.A.T.O. essendo gli ATO una articolazione territoriale funzionale creati dalla Regione Lazio per la gestione ottimale del S.I.I. Quindi considerati gli ultimi atteggiamenti del gestore che, nella fattispecie sta procedendo allo smantellamento dell’Ufficio di Zona di Cassino pur se in presenza di una gestione provvisoria del servizio, viste le contestazioni rivolte alla società da parte dell'assemblea dei sindaci del territoio, credo sia opportuno un tempestivo intervento del governo regionale. Ricordo, infatti che nell'’art. 35, comma 3, della convenzione per la gestione del S.I.I. si evince che fino alla completa riassegnazione del servizio il Gestore deve provvedere alla continuità nella erogazione senza modificarne le condizioni di cui agli allegati richiamati nell’art. 40 di essa Convenzione, e senza danneggiare ulteriormente i territori". Ha concluso Mario Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento