Nord CiociariaToday

Regione, lavoro; Abbruzzese (FI):servono politiche attive e non annunci

“E’ passato qualche mese dall’inizio del nuovo anno, ma le notizie riguardo la situazione economica in Italia e nel Lazio non sono confortanti. La crisi morde ancora e si faticano a mantenere i livelli occupazionali, addirittura, l’Inps...

“E’ passato qualche mese dall’inizio del nuovo anno, ma le notizie riguardo la situazione economica in Italia e nel Lazio non sono confortanti. La crisi morde ancora e si faticano a mantenere i livelli occupazionali, addirittura, l’Inps, attraverso l’Osservatori sul Precariato ci dice che sono in calo del 32,5 % rispetto al 2015 i contratti a tempo indeterminato. Servono politiche attive rivolte alla riattivazione dei processi di sviluppo, ma non arrivano ne dal governo e ne dalla Regione”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale del Lazio e Presidente della Commissione speciale Riforme Istituzionali.

“Molti dati ci hanno fatto capire che, compresi quelli dell’Istat sulle condizione di vita delle famiglie, Zingaretti e la sua maggioranza abbiano completamente fallito in questi anni, sia in ordine alla creazione di reddito per le famiglie, sia in ordine alle politiche del lavoro e sia in ordine alla inclusione sociale.Quasi un terzo della popolazione residente nel Lazio è a rischio povertà e ciò dovrebbe indurre a delle serie e profonde riflessioni. Ancor più evidente è la circostanza che gli slogan e gli annunci, tanto cari a Zingaretti ormai non incantano più nessuno e tantomeno i cittadini del Lazio, mentre di contro servirebbero, strategie, programmi, iniziative di sviluppo e di incremento dell’occupazione. Iniziative totalmente sconosciute a questa maggioranza di Governo regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I cittadini, comunque hanno bocciato ancora una volta Zingaretti. il governatore non va oltre i 14 posto nella speciale classifica "Governance Poll" stilata da "Il Sole 24 Ore" sul gradimento dei presidenti delle Regioni. Se Luca Zaia, Roberto Maroni e Giovanni Toti aumentano la percentuale di consenso tra i cittadini il governatore della Regione Lazio perde cinque punti dal giorno della sua elezione. Sicuramente sul giudizio pesano i fallimenti di Zingaretti principalmente su sanità e trasporti e sulla inconsistenza delle politiche attive sul lavoroche grava soprattutto sui giovani e sulle famiglie degli ex lavoratori. Credo che questa ennesima bocciatura sia la cartina tornasole della reale attività politcio-amministraiva del centrosinistra del Lazio. Una realtà drammatica, molto differenza da quella pubblicizzata sui social e sui giornali". Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento