Giovedì, 23 Settembre 2021
Nord Ciociaria

Regione, Zingaretti: sbloccata ultima tranche da 1,8 mld di euro per debiti P.A.

La Regione Lazio ha sottoscritto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro, il contratto che sblocca la terza e ultima tranche di un miliardo e 762 milioni per i pagamenti dei debiti non sanitari nell'ambito del DL...

La Regione Lazio ha sottoscritto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro, il contratto che sblocca la terza e ultima tranche di un miliardo e 762 milioni per i pagamenti dei debiti non sanitari nell'ambito del DL 35/2013 a un tasso vantaggioso dell'1,931%.

"In un anno - spiega il presidente Nicola Zingaretti - siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo che c'eravamo prefissi aderendo tempestivamente a questa che sapevamo essere un'importante opportunità per far ripartire la macchina dei pagamenti, da troppi anni bloccata dalla mancanza di liquidità, e dimezzare i tempi di attesa per i fornitori. Grazie a questa nuova iniezione di fondi nell'economia laziale, possiamo confermare l'impegno a portare entro dicembre i tempi di pagamento a 90 giorni per il sanitario (prima erano 250) e a 350 giorni per il non sanitario, con un punto di partenza, quando arrivammo una anno fa, addirittura di 1000 giorni. Un'altra sfida ambiziosa alla quale crediamo molto si apre, adesso, con il Dl 66 del 2014 che ci porterà a una ristrutturazione in termini consistenti del nostro debito. ".

"Con questa ulteriore anticipazione di liquidità - aggiunge l'assessore al Bilancio, Alessandra Sartore - la Regione potrà finire di saldare i crediti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2012. L'adesione al Decreto Legge dell'8 aprile 2013 n. 35, relativo al pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione con imprese anche del settore sanitario ed enti locali - continua Sartore - ha consentito all'amministrazione regionale, ad oggi, di restituire complessivamente 5,4 mld di euro ai propri creditori ai quali si aggiunge questa ulteriore anticipazione, disponibile a breve, da circa 1,8 mld per un totale, quindi, di 7,2 mld".

"Lo sblocco ulteriore di 1,8 miliardi per i pagamenti alla Pubblica Amministrazione, rappresenta un ulteriore apporto di fondi, che risulteranno fondamentali per il rilancio dell'economia laziale. Il mio personale plauso, va al Presidente Nicola Zingaretti: stiamo cambiando concretamente il modo di amministrare la nostra Regione e l'aver raggiunto l'opportunità di elargire pagamenti dovuti, ma bloccati da troppo tempo per mancanza di liquidità, ci inorgoglisce".

Questo il commento del Presidente della Commissione Bilancio Mauro Buschini, in merito alla sottoscrizione della Regione Lazio con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro, del contratto che sblocca la terza e ultima tranche da un miliardo e 762 milioni (totale di 7,2 miliardi) per i pagamenti dei debiti non sanitari alla Pubblica Amministrazione nell'ambito del Decreto 35 del 2013.

"Quando ci siamo insediati - continua il consigliere Buschini -, la Regione effettuava i pagamenti ai fornitori addirittura a 1000 giorni. In poco tempo, grazie al nostro lavoro e all'impegno preso con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, la macchina dei pagamenti dell'Ente che rappresento onora i propri debiti entro i 250 giorni per il sanitario e i 350 giorni per il non sanitario, una tempo già di gran lunga inferiore rispetto alla precedente amministrazione. Oggi, con lo sblocco di quest'ultima trance da 1,8 miliardi, non possiamo far altro che confermare l'impegno di portare, entro dicembre, i tempi di pagamento a 90 giorni. Bastano questi numeri a dimostrare una differenza abissale rispetto al passato. Continua, dunque, quel lavoro eccezionale intrapreso dalla nostra Regione per il rilancio dell'economia e dell'occupazione nei territori laziali. Un lavoro - conclude Buschini -, che ha visto protagonista il nostro assessore al Bilancio Alessandra Sartore: la sua competenza e il suo lavoro stanno contribuendo in maniera fondamentale a cambiare questa Regione"

REGIONE, ZINGARETTI: 600MILA EURO PER VALORIZZAZIONE CAMMINO DI FRANCESCO

Il Presidente della Regione Nicola Zingaretti insieme all'assessore all'Ambiente Fabio Refrigeri ha incontrato il sindaco di Rieti Simone Pietrangeli per fare il punto sui progetti di valorizzazione del Cammino di Francesco nella Valle Santa reatina. La Regione metterà a disposizione del Comune di Rieti 600mila euro per la tutela ambientale, la messa in sicurezza e la manutenzione, il riordino della segnaletica dei 90 km di sentieri, che attraversano, oltre al Comune capoluogo, anche i Comuni di Cantalice, Colli sul Velino, Contigliano, Greccio, Labro, Morro Reatino, Rivodutri, Poggio Bustone.

"Quello del Cammino di Francesco - afferma Zingaretti - è un progetto in cui crediamo molto e che sosterremo anche con la nuova programmazione dei fondi europei 2014 - 2020 investendo sul territorio per ampliare l'offerta di servizi culturali e di accoglienza. Il Cammino unisce luoghi di grande bellezza sia dal punto di vista ambientale che artistico, segnati profondamente dalla storia e legati alle radici della spiritualità europea. Troppo spesso, in questi anni, quando si parlava di idee per rilanciare lo sviluppo si dimenticava di guardare alla straordinaria ricchezza che sta ogni giorno davanti ai nostri occhi. Noi non vogliamo più guardare dall'altra parte, ma siamo convinti che il turismo, la cultura, la valorizzazione delle produzioni enogastronomiche, la capacità di accoglienza siano una leva essenziale su cui investire per voltare pagina. Già nelle prossime settimane sarò a Rieti per presentare il calendario delle iniziative culturali che, proprio a partire dal Cammino di Francesco, la Regione sosterrà nei mesi di luglio ed agosto sul territorio".

CULTURA, RAVERA: OLTRE 4 MLN A BIBLIOTECHE, ARCHIVI E MUSEI DEL LAZIO

La Giunta Zingaretti ha approvato il piano annuale 2014 per i beni e servizi culturali (biblioteche, archivi e musei) relativo alle province del Lazio e al Comune di Roma, in base a quanto previsto dalla L.R. n.42/1997.

"Le risorse - spiega l'assessore alla Cultura e Politiche giovanili, Lidia Ravera - sono state accresciute di 2 milioni di euro dagli stanziamenti del bilancio 2014, rispetto alla programmazione pluriennale precedente a testimonianza dell'impegno che questa giunta condivide sul fronte dello sviluppo e del rilancio dell'intero sistema culturale regionale".

"Biblioteche, musei e archivi storici - continua l'assessore - sono fondamentali per la crescita culturale e spesso anche fonte di attrazione turistica e di valorizzazione del nostro territorio. Sono luoghi necessari a cui va il nostro impegno e la nostra attenzione perché in molti casi sono l'unico punto di riferimento culturale per le comunità locali e motore di attività che vanno anche oltre la loro funzione specifica".

Gli importi sono stati così distribuiti:

- 1milione 325mila euro per il funzionamento, lo sviluppo, gli allestimenti delle biblioteche, musei e archivi; per la formazione e aggiornamento degli addetti ai servizi culturali. Questa la ripartizione: alla Provincia di Frosinone sono stati destinati 196.955 euro; alla Provincia di Latina 151.197 euro; alla Provincia di Rieti 119.166 euro; alla Provincia di Roma 366.736 euro e alla Provincia di Viterbo 159.963 euro. A Roma capitale andranno 198.750 euro.

I fondi comprendono anche le risorse, pari a.132.500 euro, per il marchio di qualità che viene attribuito a quelle strutture museali e bibliotecarie con caratteristiche tali da configurarsi quali centri di eccellenza.

- 1 milione.925mila euro per costruzione, ristrutturazione e conservazioni delle sedi di musei, biblioteche e archivi. Alla Provincia di Frosinone andranno 348.757 euro; alla Provincia di Latina 231.615 euro; alla Provincia di Rieti 212.722 euro; alla Provincia di Roma 711.742 euro; alla Provincia di Viterbo 227.360 euro e a Roma Capitale 192.500 euro.

I fondi fanno fronte alle domande pervenute alle Province lo scorso 30 giugno 2013. Scadenza che si rinnova il 30 giugno di ogni anno.

A queste risorse si aggiungono 350.000 mila euro per interventi di ampliamento e/o manutenzione delle sedi di servizi culturali, e altri 350.000mila euro per azioni di educazione al patrimonio culturale in archivi storici e musei, e per la tutela del patrimonio librario, oggetto di bandi imminenti. Infine, sono previsti 350.000mila euro per coprire le spese di gestione del Polo bibliotecario regionale.

CASA; REFRIGERI: 'BENE IMPIEGO FONDI REGIONE PER EMERGENZA ABITATIVA ROMA'

"Siamo molto soddisfatti dell'impiego da parte del Comune di Roma dei fondi erogati dalla Regione Lazio per affrontare l'emergenza casa. I 12 milioni di euro stanziati qualche mese fa, dal mio assessorato e da quello alle Politiche Sociali dell'assessore Rita Visini, dimostrano la giustezza delle azioni della Giunta Zingaretti sul tema dell'emergenza abitativa. Questi soldi infatti si sono trasformati in uno strumento efficace per contrastare un problema annoso per la Capitale e un mezzo per aiutare concretamente migliaia di famiglie. Il nostro impegno inoltre è testimoniato, oltre che da questi 12 milioni, anche dai 257 milioni stanziati per l'emergenza abitativa dalla Regione Lazio (di cui 198 solo per Roma), nella delibera approvata dalla Giunta regionale a gennaio di quest'anno. Credo, dunque, sia necessario continuare a lavorare in questa direzione, la sinergia tra le istituzioni rappresenta un valore aggiunto e il modo migliore per dare prova della serietà di una politica attenta ai bisogni e ai diritti dei cittadini, e soprattutto di quelli in difficoltà". Lo dichiara in una nota l'assessore regionale alle Politiche Abitative, Fabio Refrigeri.

REGIONE LAZIO: DA GIUNTA VIA LIBERA A SOSTEGNO PER NASCITA POLO PER AUDIOVISIVO DI FORMELLO

La Giunta Regionale ha approvato oggi lo schema di Protocollo d'intesa tra Regione Lazio, Provincia di Roma e Comune di Formello per il sostegno alla realizzazione di un Polo Europeo dell'Industria dello Spettacolo e della Comunicazione.

Il testo del Protocollo, che dovrà ora essere firmato dai tre enti territoriali, è il frutto di un lungo percorso di confronto e ha visto implicati la Presidenza e quattro distinti assessorati (Sviluppo Economico; Formazione; Politiche del Territorio e Infrastrutture).

"Un segnale concreto con cui intendiamo sostenere il territorio della provincia. L'obiettivo dell'intesa - spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - è quello di creare le condizioni affinché sia possibile la concentrazione di servizi e funzioni altamente specializzate in seno a una nuova area produttiva, a specialistica vocazione sul settore delle tecnologie della medialità e della comunicazione. Il tutto in sinergia con i vicini insediamenti radiotelevisivi di Saxa Rubra, nel quadro di un più generale potenziamento del Sistema Produttivo Locale dell'Audiovisivo. Un primo passo importante per sostenere una delle vocazioni del nostro territorio".

La stessa Regione, oltre allo svolgimento di una serie di oneri amministrativi legati alla programmazione urbanistica e ambientale, si impegna, tra le altre cose, a favorire la realizzazione delle opere pubbliche che saranno necessarie per realizzare il progetto coinvolgendo enti pubblici e privati, anche di livello nazionale. Inoltre la Regione si impegna a sostenere lo sviluppo ed il consolidamento del Polo Europeo dell'Industria dello Spettacolo e della Comunicazione, attraverso le misure e gli strumenti esistenti e/o previsti all'interno della propria programmazione economica, comprese le attività legate all'attrazione degli investimenti, anche provenienti dall'estero, all'internazionalizzazione, al sostegno delle start up innovative, alle reti di impresa, alle facilitazioni per l'accesso al credito. Inoltre la Regione si confronterà con le Università del territorio per avviare collaborazioni tematiche finalizzate a rispondere ai fabbisogni formativi e di specializzazione strettamente collegati alle esigenze professionali della filiera produttiva, anche attraverso l'avvio del'iter necessario per la realizzazione di uno specifico Istituto Tecnico Superiore.

"La sottoscrizione di questo protocollo è pienamente in linea con la politica regionale che è tesa all'attivazione di ogni strumento utile a favorire la nascita e lo sviluppo di nuovi insediamenti produttivi che vedano la partecipazione di più imprese e che siano impostati in un'ottica innovativa - ha dichiarato l'assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani - A questo fine, alle aziende che vorranno partecipare alla nascita del Polo Europeo dell'Industria dello Spettacolo e della Comunicazione previsto dal protocollo d'intesa garantiremo il massimo accesso possibile alle opportunità presenti nei piani regionali di crescita, formazione, sviluppo e finanziamento e agli strumenti finanziari europei, in particolare quelli in via di definizione nel quadro della prossima programmazione Por 2014/2020", ha concluso.

SANITA'; ZINGARETTI: AL BAMBINO GESU' PRIMO HOSPICE PEDIATRICO REGIONALE

Sarà l'ospedale Bambino Gesù a realizzare nel Lazio il primo hospice pediatrico. L'intesa è stata raggiunta tra Regione Lazio e la struttura ospedaliera e ufficializzata in un decreto a firma del presidente Nicola Zingaretti. Il nuovo hospice avrà 10 posti letto e 40 domiciliari.

Alla nuova struttura sarà riconosciuta la funzione di Centro di riferimento di cure palliative e terapia del dolore pediatrico e in questo ruolo sarà punto di riferimento clinico, organizzativo, di formazione e ricerca per il funzionamento e sostegno della rete regionale di terapia del dolore e cure palliative pediatriche, al fine di garantire la continuità assistenziale specialistica ai pazienti in età compresa fra 0 e 18 anni.

"La decisione di affidare la realizzazione di un hospice pediatrico ad una struttura d'eccellenza riconosciuta a livello nazionale per l'assistenza da 0 a 18 anni - spiega il Presidente Nicola Zingaretti - colma un vuoto nel sistema sanitario regionale e fornisce una risposta ai bambini alle prese con la fatica e l'ansia derivate da una patologia oncologica e alle loro famiglie nel Lazio e nel resto del Paese. La scelta di fare della nuova struttura un centro di riferimento regionale significa mettere a disposizione del nostro sistema un modello assistenziale e un patrimonio di esperienze e conoscenze che in questo modo diventa bene comune".

Il decreto affida all'ospedale pediatrico la progettazione dell'hospice e dispone che il piano attuativo dovrà essere presentato entro 90 giorni. I costi per la costruzione, la dotazione impiantistica, strumentale ed alberghiera, così come quelli per il personale saranno a carico della struttura ospedaliera.

Con un successivo provvedimento regionale sarà definito il sistema di tariffazione da adottare per la valorizzazione delle prestazioni che verranno erogate in regime residenziale. In ogni caso l'inizio delle attività della struttura resta subordinato

AL VIA IO SCRIVO! 200.000 EURO PER SOSTEGNO A LIBRO E LETTURA

È stato presentato stamattina IO SCRIVO! il nuovo bando da 200mila euro per la promozione della lettura e dell'editoria rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado del Lazio.

"L'obiettivo del bando è incoraggiare, conquistare e stimolare i più giovani, i bambini delle elementari, i ragazzini delle medie, alla lettura passando per la scrittura. In un contesto per loro di riferimento: le scuole, luoghi naturali di alfabetizzazione e divulgazione della lettura". Lo dichiara l'assessore alla Cultura e Politiche giovanili, Lidia Ravera, che aggiunge: "Premieremo con questo bando le iniziative che portano nelle scuole la didattica della scrittura. L'obbiettivo è insegnare che leggere è un piacere e non un obbligo scolastico. Come è un piacere raccontare e raccontarsi".

IO SCRIVO!, consultabile al seguente link https://www.regione.lazio.it/ioscrivo/, scade il prossimo 7 luglio e prevede un contributo massimo per progetto di 10.000 euro.

Il bando completa il pacchetto di iniziative di promozione della lettura e dell'editoria che l'assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili ha promosso insieme al bando Io leggo! (https://www.regione.lazio.it/ioleggo/), con il nome di VOLTAPAGINA. In totale la Giunta Zingaretti ha stanziato 500.000 euro per promuovere la lettura nel Lazio.

"IO SCRIVO". DALLA REGIONE LAZIO UN BANDO PER AVVICINARE I PIÙ GIOVANI ALLA SCRITTURA E ALLA LETTURA

"Duecentomila euro dalla Regione per la promozione della lettura e dell'editoria nelle scuole primarie e secondarie di primo grado nel Lazio. Il nuovo bando regionale, denominato "io scrivo", intende incoraggiare i più giovani alla lettura e alla scrittura, un compito che risulta maggiormente difficile in un mondo sempre più 'tecnologico' e pieno di numerosissimi svaghi. Noi, allora, premieremo con questo bando le iniziative che portano nelle scuole la didattica della scrittura". Esordisce così, il consigliere regionale Mauro Buschini, in merito al bando, consultabile al link www.regione.lazio.it/ioscrivo, presentato dalla Regione Lazio per avvicinare i bambini delle scuole alla lettura.

"Il bando in questione - continua Buschini - scade il prossimo 7 di luglio e prevede un contributo massimo per progetto di diecimila euro. Vogliamo incoraggiare i più piccoli direttamente in quello che è per loro un contesto di riferimento e, cioè, le stesse scuole che loro frequentano. Il famoso dilemma, 'lettori si nasce, o si diventa?', non è stato ancora risolto: di certo, investendo sulla cultura e promuovendo queste iniziative, il nostro intento è quello di avvicinare sempre più bambini al fantastico mondo della lettura".

Auguri al neo Presidente Unione dei Comuni Cinquecittà Libero Mazzaroppi

"Complimenti e auguri per un proficuo lavoro al nuovo Presidente dell'Unione dei Comuni Cinquecittà Libero Mazzaroppi. Nel contempo, le mie sincere congratulazioni, ad Antonio Di Nota, primo cittadino di Colle San Magno e presidente uscente, per aver guidato nel migliore dei modi il consorzio cassinate durante il suo mandato". Queste le prime dichiarazioni del consigliere regionale Mauro Buschini, in merito al cambio di guardia nell'ente intercomunale, che sarà guidato dal neo Presidente Libero Mazzaroppi, attuale sindaco di Aquino.

"Vorrei innanzitutto ringraziare - continua Buschini - il sindaco di Colle San Magno Antonio Di Nota, per l'eccellente lavoro svolto da presidente dell'Ente. L'aver puntato sull'innovazione e sull'ammodernamento della 'macchina' delle Cinquecittà, ha lasciato un segno importante. Risultano altrettanto evidenti, inoltre, i risultati ottenuti per quanto concerne la raccolta differenziata sui comuni che fanno parte dell'Unione. Sono convinto, che Libero Mazzaroppi, che già si è messo in luce per la buona amministrazione della sua città Aquino, possa continuare nella valorizzazione di un territorio importante della nostra provincia. Presto, da rappresentante di un'Istituzione che vuole essere sempre vicina ai territori come la RegioneLazio, organizzerò un incontro con il neo Presidente per progettare e concertare insieme il lavoro da svolgere nei prossimi anni e le criticità da affrontare nell'immediato. La Regione Lazio, del resto, sta contribuendo fattivamente al rilancio del Cassinate: a dimostrarlo, sono gli oltre 4 milioni di euro appena messi a disposizione per le infrastrutture della zona industriale e per le aziende dell'indotto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Zingaretti: sbloccata ultima tranche da 1,8 mld di euro per debiti P.A.

FrosinoneToday è in caricamento