Nord CiociariaToday

Roccasecca, inaugurate le mostre pittoriche di Kay de Lautour e di Daniela Mancone

Taglio del nastro per due mostre di pittura a Roccasecca, organizzate dall’assessore alla cultura Alessandro Marcuccilli, che rientrano nel cartellone “RoccaseccaCultura”, nel programma dell’estate roccaseccana e inaugurano la rassegna “Pittrici...

mancone

Taglio del nastro per due mostre di pittura a Roccasecca, organizzate dall’assessore alla cultura Alessandro Marcuccilli, che rientrano nel cartellone “RoccaseccaCultura”, nel programma dell’estate roccaseccana e inaugurano la rassegna “Pittrici di Roccasecca" che vedrà protagoniste altre due artiste durante il mese di agosto.

La prima mostra, ospitata a Palazzo Boncompagni, è quella della pittrice Kay de Lautour, “Voce di luce”. La seconda, ospitata in via Piave allo Scalo, in un locale privato messo a disposizione gratuitamente del Comune, è quella di Daniela Mancone, “Illuminazioni”.

Le tele di Kay del Lautour sono caratterizzate da un forte accento sui colori, i paesaggi e i personaggi di Roccasecca; i quadri della Mancone spaziano tra la tradizione classica e un linguaggio denso di messaggi misteriosi, tanto che il critico Paolo Levi ha definito “neoromantica” la produzione della giovane roccaseccana.

La mostra della pittrice Kay de Lautour, oltre che dal sindaco Giorgio, dall’assessore Marcuccilli e dall’assessore Marsella, è stata visitata anche dal Commissario straordinario della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi, a Roccasecca per la riapertura della provinciale per Castrocielo.

All’inaugurazione della personale della Mancone, sono intervenuti il sindaco Giorgio, l’assessore Marcuccilli, il vicesindaco Torriero e monsignor Giandomenico Valente.

Le due esposizioni saranno fruibili dal pubblico fino al prossimo 16 agosto.

“Due splendide mostre – hanno dichiarato il sindaco Giorgio e l’assessore Marcuccilli – in cui è centrale Roccasecca. In quella di Kay, perché espressa nelle tele, nelle raffigurazioni dei nostri angoli e scorci più belli. In quelli di Daniela Mancone perché esempio del talento e della capacità che nasce e cresce nel nostro paese. Entrambe le esposizioni meritano di essere visitate”.

Domani sera, continuano gli appuntamenti dell’Estate roccaseccana, con la musica popolare de I Dissonanti, a partire dalle ore 21, a Piazza Risorgimento allo Scalo

kay

“IL BORGO RACCONTA”, L’ATTESA FESTA DI COLLE SAN MAGNO

Martedì prossimo, 12 agosto, un evento di grande fascino nel caratteristico paese montano

Costituisce l’evento per eccellenza dell’estate di Colle San Magno, in cui centrale è la storia, la tradizione, la musica, i sapori, i costumi di questo caratteristico paese arroccato alle pendici del monte Cairo. Si tratta dell’appuntamento con la festa “Il Borgo racconta”, in programma martedì prossimo, 12 agosto, a partire dalle ore 21. Un intero paese si mette letteralmente in mostra, esponendo e partecipando ai visitatori, le ricchezze storiche, culturali, ambientali, paesaggistiche, lungo il caratteristico percorso del centro storico, tra gli acciottolati e il dedalo intricato di vicoli che, partendo dalla centralissima Piazza Umberto I e attraversando l’intero perimetro di via Roma, condurrà fino ad arrivare alla cittadella e alla suggestiva Torre medievale, simbolo e orgoglio del paese, che conclude l’itinerario enogastronomico.

E al visitatore che percorrerà il camminamento in leggera, costante ma poco faticosa pendenza, si aprirà un mosaico di opportunità e di offerte, sia per la vista che per il palato.

Posizionati lungo il percorso o sapientemente allocati negli stretti angoli e rinsacchi, tra archi, loggette e largari, che costeggiano la strada principale, saranno a disposizione dei visitatori stands di prodotti tipici del luogo come tartufi, formaggi, piatti della tradizione locale come lumache e minestre; dolci come la saporitissima “pizza doce” o le spumette, biscotti preparati in occasione dei matrimoni. E poi carne, in particolare quella di cinghiale, e vino locale. E ancora altro ben di Dio: olio, pane fatto in casa, polenta, pasta e fagioli. Ci saranno anche spazi dedicati alla cultura e l’arte, con esposizioni di quadri, sculture, fotografie. In più, piccole botteghe artigiane riprenderanno vita tra i largari del percorso, per far ammirare antiche tecniche di lavoro ormai scomparse come quella dello scalpellino.

Infine, tanta musica lungo tutto il percorso, in particolare musica popolare. Saranno presenti anche artisti di strada e uomini e donne del luogo in costume d’epoca che apriranno la festa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

borgo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento