Sabato, 23 Ottobre 2021
Nord Ciociaria Fiuggi

Fiuggi, bentornati tra gli Anticolani ebrei di nome Anticoli in visita al Ghetto

Domenica 25 maggio il sindaco Fabrizio Martini accoglierà una cinquantina di cittadini di religione ebraica, la più parte proveniente da Roma, che hanno in comune lo stesso cognome: Anticoli.

Domenica 25 maggio il sindaco Fabrizio Martini accoglierà una cinquantina di cittadini di religione ebraica, la più parte proveniente da Roma, che hanno in comune lo stesso cognome: Anticoli. E consegnerà loro una pergamena in segno di bentornati nel borgo che ha dato loro il cognome. Quella Anticoli, chiamata di Campagna con l'Unità d'Italia e dal 1911 Fiuggi, che dal 1183 alla fine del Seicento ha ospitato una comunità ebraica fatta di artigiani e commercianti, medici e prestatori di danaro che ha contribuito notevolmente alla crescita della popolazione anticolana.

L'evento, promosso dalla Biblioteca della Shoah-Il Novecento e le sue Storie diretta da Pino Pelloni in collaborazione con il Centro Ebraico Italiano Il Pitigliani che ha inserito l'antica Anticoli nel programma denominato "La gita dei cognomi", si svolgerà all'insegna della condivisione di valori comuni. Da diversi anni Il Pitigliani, con l'ausilio delle Autorità Municipali e di varie Associazioni locali, organizza e promuove le "Gite dei Cognomi", per aiutare a ripercorrere all'indietro i passi che alcuni dei nostri avi hanno compiuto partendo proprio dalle proprie città native. La meta di quest'anno é Fiuggi, anticamente detta Anticoli di Campagna. Prima di questa, i Di Cori, i Di Nepi, i Piperno a Priverno, i Sermoneta e i Sonnino, così come i Terracina, i Di Veroli e i Di Segni, hanno compiuto la loro gita di simbolico "ritorno", attraversando le strade dei paesi di cui portano il nome. In programma, dopo la consegna delle pergamene, pranzo kosher nel Giardino della Menorah, e visita al quartiere ebraico famoso per la Mezuzah (sec. X-XI) di via del Murello e la Menorah (sec. XV) di via del Macello portata ad Anticoli da ebrei costretti a lasciare la Sicilia dopo l'editto di Ferdinando d'Aragona del 1492. Va ricordato come nel 1943, l'anno della razzia del Ghetto di Roma, molti ebrei romani rifugiatisi a Fiuggi trovarono ospitalità e aiuto da parte di cittadini anticolani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiuggi, bentornati tra gli Anticolani ebrei di nome Anticoli in visita al Ghetto

FrosinoneToday è in caricamento