Nord Ciociaria Piglio

Roiate, nasce le prima rete di Pro Loco con il gemellaggio con Piglio

E' stato sancito il gemellaggio tra le Pro Loco di Roiate e Piglio con i due primi cittadini a far da testimoni.  E’ questo l’inizio per creare una rete di Pro Loco affinché ci sia più collaborazione ed integrazione tra i comuni, proprio in virtù...

E' stato sancito il gemellaggio tra le Pro Loco di Roiate e Piglio con i due primi cittadini a far da testimoni. E' questo l'inizio per creare una rete di Pro Loco affinché ci sia più collaborazione ed integrazione tra i comuni, proprio in virtù della legge Delrio, sulle aree metropolitane che vuole l'accorpamento di più enti fino ad arrivare a superare le diecimila persone.

Le due Pro Loco evidentemente hanno anticipato i tempi ed hanno fatto un gemellaggio che già si è concretizzato. In effetti, le signore della Pro Loco di Piglio, già domenica scorsa, si sono rimboccate le mani ed hanno servito i piatti di abbacchio vino ecc? a quanti si avvicinavano allo stand della Pro Loco a Roiate.

E' stato questo il segno tangibile di collaborazione con i ragazzi di Roiate pronti a dare una mano alla Sagra dell'Uva Cesanese la prima domenica di ottobre, dalla quale stranamente però la Pro Loco di Piglio sembra essere stata esclusa, in qaunto la nuova amministrazione Comunale guidata da Mario Felli, avrebbe deciso di lavorare in proprio, anche se la Pro loco pigliese ha dato la propria disponibilità. Sempre a proposito della Sagra dell'Uva di Piglio, non si capisce del perché la Cantina Sociale di Piglio non farà lo stand enogastronomico. Ve lo spiegheremo in un prossimo servizio.

Tornando al gemellaggio la cerimonia di firma e con lo scambio delle pergamene che ha rappresentato l'inizio della costruzione di una rete delle Pro Loco è avvenuto all'interno della casa municipale di Roiate nel pomeriggio, alla presenza dei due sindaci di Roiate Patrizio Battisti e dell'Avv. Mario Felli sindaco di Piglio, nonché dei due presidenti delle Pro Loco di Roiate Valentino Draghetti e di Piglio Raffaella Camusi. Pergamena che poi è stata letta in piazza durante la serata con tanto di scambio di doni ed alla presenza di altri sindaci della zona che hanno applaudito l'iniziativa. Il Sindaco Battisti ha parlato del Passaggio di San Benedetto a Roiate dove ha lasciato l'impronta. L'avv. Felli ha parlato delle 27 visite private che ha fatto a Piglio San Giovanni Paolo II ed entrambi hanno illustrato le loro bellezze artistiche e storiche.

E' stato deciso di cominciare questa nuova bella avventura per arrivare ad ingrandire la rete di Pro Loco, in modo da avere più peso nelle richieste di contributo, ma soprattutto per offrire più collaborazione e scambi al momento tra i due paesi. Ci si augura che altre Pro Loco, libere da impegni politici, vogliano seguire questa strada.

Da questo evento facciamo una breve considerazione. Tanti ragazzi di Piglio non erano mai stati a Roiate. Come altri ragazzi di Roiate non sono mai stati e Piglio. Anche questo momento d'incontro rappresenta uno scambio di conoscenze interessanti.

Quindi una collaborazione fattiva, come appunto è già avvenuta in occasione della 34esima Sagra dell'abbacchio, a cui si sono aggiunti i Sindaci di Subiaco, Olevano Romano e Rocca Santo Stefano, che alla fine hanno brindato anche loro con i colleghi di Roiate e Piglio.

Giancarlo Flavi .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roiate, nasce le prima rete di Pro Loco con il gemellaggio con Piglio

FrosinoneToday è in caricamento