menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma Centro, arrestati cinque ladri per borseggio

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato per furto aggravato 5 cittadini romeni di età compresa tra i 20 e i 30 anni, quattro dei quali già conosciuti alle forze dell’ordine. I primi due ladri sono stati fermati dai...

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato per furto aggravato 5 cittadini romeni di età compresa tra i 20 e i 30 anni, quattro dei quali già conosciuti alle forze dell'ordine.

I primi due ladri sono stati fermati dai militari in via Due Macelli, dove avevano rubato il portafogli con 7 carte di credito e documenti personali di proprietà di un turista filippino.

Nel corso della giornata, altri 3 borseggiatori sono stati bloccati a bordo del convoglio della metropolitana linea "A", nei pressi della fermata Repubblica. La banda era riuscita a sfilare un portafogli, contenente 405 euro, dalle tasche di un turista straniero che, ignaro di quanto gli era accaduto, ha proseguito la corsa.

I 5 arrestati sono stati portati in caserma a disposizione dell'Autorità Giudiziaria dove rimangono in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

La refurtiva è stata sequestrata in attesa di essere restituita ai legittimi proprietari.

CARABINIERI ARRESTANO LADRO CHE RUBA CELLULARE E CHIEDE SOLDI IN CAMBIO PER LA RESTITUZIONE. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino albanese di 20 anni, già conosciuto alle forze dell'ordine, con l'accusa di estorsione.

Il giovane, alcuni giorni fa, a bordo di un treno della linea "A" della metropolitana, all'altezza della fermata "Termini", ha rubato il cellulare ad una 30enne cittadina colombiana.

Successivamente ha contattato la vittima ed ha tentato di mettere in pratica il "cavallo di ritorno", chiedendo 150 euro in cambio della restituzione del telefono e fissando l'incontro per lo scambio, in piazza dei Cinquecento.

All'appuntamento però si sono presentati anche i Carabinieri che erano stati allertati dalla vittima e che hanno bloccato ed arrestato l'estorsore.

Dopo l'arresto, il 20enne è stato accompagnato presso il proprio domicilio, in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Lo smartphone invece recuperato dai Carabinieri è stato poi riconsegnato alla donna.

CARABINIERI ARRESTANO UN CITTADINO DEL BANGLADESH CHE ARMATO DI UN COCCIO DI BOTTIGLIA HA TENTATO DI RAPINARE UN NEGOZIO DI ALIMENTARI. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino del Bangladesh di 35 anni con l'accusa di tentata rapina aggravata.

L'uomo, questa notte, armato di un coccio di bottiglia è entrato in negozio di alimentari in via San Romano, nel quartiere Collatino, ed ha minacciato il titolare, un 40enne suo connazionale, per farsi consegnare l'incasso.

La pronta reazione della vittima ha messo in fuga a mani vuote il rapinatore.

Alcuni testimoni che hanno notato la scena hanno allertato il 112 e sul posto è arrivata una pattuglia dei Carabinieri che poco dopo ha rintracciato ed arrestato il rapinatore mentre tentava la fuga.

La vittima invece soccorsa ed accompagnata presso l'ospedale "G. Vannini" a causa delle lesioni riportate ne avrà per almeno tre giorni.

Dopo l'arresto, il rapinatore è stato accompagnato in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento