Nord CiociariaToday

Roma, Reti di Imprese e Sviluppo Locale nel Turismo

Di Giorgio De Rossi E pur si move ! mormorò Galileo Galilei riferendosi al movimento della terra ! Questa celebre frase fu sommessamente pronunciata da Galileo nel 1663 perché sospettato di eresia e costretto ad abiurare le tesi copernicane per...

reti-4

Di Giorgio De Rossi

E pur si move ! mormorò Galileo Galilei riferendosi al movimento della terra ! Questa celebre frase fu sommessamente pronunciata da Galileo nel 1663 perché sospettato di eresia e costretto ad abiurare le tesi copernicane per sfuggire al carcere. Ai giorni nostri, “Mutatis mutandis”, in un mondo sempre più mediatico e globalizzato, che ruota vertiginosamente sotto i nostri occhi, si sviluppano anche in ambito accademico forti processi culturali che spingono verso l’innovazione alla ricerca di nuovi modelli economico-aziendali capaci di affrontare le sfide dell’internazionalizzazione e dell’apertura di nuovi mercati. Ci riferiamo, in particolare, ad un recentissimo testo in formato tascabile ad uso didattico, Edito da UniversItalia, curato da Nicolò Costa e Giorgio De Rossi, dal titolo RETI DI IMPRESE, SVILUPPO LOCALE E INDUSTRIA DELL’OSPITALITA’”, in grado di offrire un valido contributo alla formazione dei giovani universitari che intendano approfondire nuovi modelli imprenditoriali e divenire i “manager di rete” di un futuro sempre più attuale. Finalmente una bussola per acquisire le competenze relazionali, organizzative ed inter-organizzative, tecniche e manageriali per pensare, progettare e gestire le reti tra Piccole e Medie Imprese italiane (PMI). Nella prima parte il testo affronta il tema dello sviluppo di network delle imprese in generale e di quelle operanti nel comparto turistico in modo specifico, in quanto, collaborando tra loro, potranno continuare ad essere il pilastro della struttura produttiva del nostro Paese. Le reti di imprese possono costituire il principale strumento di sviluppo locale centrato nell'ospitalità Made in Italy. Nella seconda parte viene esposta la metodologia, la progettazione e la gestione delle reti di imprese attraverso lo strumento del contratto di rete, ai sensi della Legge istitutiva n. 33 del 9 aprile 2009 e successive modifiche. Il volume intende inoltre valorizzare la nuova e qualificata figura professionale del “Manager di Rete”, in grado di garantire un efficace sostegno e supporto all’azione pubblica, sia a livello nazionale che regionale, nei finanziamenti previsti dai Programmi e dalle Iniziative comunitarie in favore di aggregazioni imprenditoriali in rete. Attualmente i criteri che stanno alla base dell'innovativo modello “Reti di Imprese” non sono ancora arrivati ai Dirigenti degli Enti e delle Amministrazioni Pubbliche e agli stessi imprenditori operanti nel binomio ospitalità-mobilità. Siamo ancora in una sorta di “area di parcheggio” dei Bandi Pubblici in attesa di abbandonare la fase pionieristica per accedere a quella più matura nella quale poter confrontare esperienze, monitorare e verificare il feed-back sugli impatti delle azioni congiunte e sulla redditività delle singole aziende retiste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il volume è dunque un contributo alla formazione di giovani manager di rete e lancia un appello anche alle categorie, sia degli imprenditori, affinché progettino reti di imprese innovative e produttive, quanto dei dipendenti pubblici, perché abbandonando logiche distributive a pioggia e obsoleti modelli aggregativi siano competenti nel saper redigere bandi “market oriented”, utili allo sviluppo locale auto-centrato sulle dinamiche del mercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento