Venerdì, 15 Ottobre 2021
Nord Ciociaria

Serrone, arrivano i Re Magi nel Presepe tra l'entusiasmo della gente

Con l’arrivo dei Re Magi, al mattino alla Forma e nel pomeriggio a Serrone, accompagnati dalla vecchia Befana (non è potuta arrivare con il Parapendio perché non vi era il vento  giusto) che ha fatto “ridere” i bambini  si chiudono le feste nel...

Con l'arrivo dei Re Magi, al mattino alla Forma e nel pomeriggio a Serrone, accompagnati dalla vecchia Befana (non è potuta arrivare con il Parapendio perché non vi era il vento giusto) che ha fatto "ridere" i bambini si chiudono le feste nel paese a nord della Ciociaria.

Dopo le iniziali polemiche sui manifesti realizzati dall'amministrazione comunale con una grafica a dir poco ridicola ed usciti con oltre un mese di ritardo, il tutto è tornato alla normalità quando il Presepe Etnografico a Grandezza Narturale, realizzato dall'Associazione Culturale Serrone, è diventato anche vivente grazie all'Associazione Serr0ne 1 con figure con il classico e storico costume ciociaro facendo arrivare anche il TGR Lazio che ha fatto un bel servizio andato in onda il 1 Gennaio 2015, ore 19,30 con interviste ai protagonisti di entrambe le iniziative. Servizio che ovviamente ha portato ancora più gente negli ultimi giorni a cavallo con la befana. Ed è questa la strada che si deve percorrere se si vuole far crescere il turismo nel paese. L'appuntamento è con la Pasqua e con altri quadri inerenti alla passione di Gesù Cristo. Torniamo ai Re Magi arrivati in piazza con i bellissimi costumi realizzati da Bice Minori e indossati da Bruno Pagliaro, Massimo Fianco, Tonino Serafini, accompagnati dai paggetti Daniele Prili, Francesco Minori, Gabriele Pagliaro. Sin dal mattino si sono presentati prima in Piazza Pais ed hanno seguito la Santa Messa celebrata da Don Piero nella parrocchia del sacro Cuore. Poi la scena si è ripetuta a Serrone dove i Re Magi dopo aver attraversato il Presepe Etnografico a Grandezza Naturale davanti al quadro centrale della natività, accolti dal Parroco Don Primo Martinuzzi, hanno depositato i loro regali al Re dei Re: Oro, Incenzo e Mirra. Poi tutti nella splendida chiesa di San Pietro, per assistere al bacio del bambinello. L'associazione culturale Serrone poi per chiudere ha voluto offrire a tutti i presenti una bruschetta per ringraziarli della loro partecipazione. Giancarlo Flavi
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrone, arrivano i Re Magi nel Presepe tra l'entusiasmo della gente

FrosinoneToday è in caricamento