menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Serrone, con il progetto CI.BO i prodotti locali all’EXPO a Fiumicino e Termini

Serrone, con il progetto CI.BO i prodotti locali all’EXPO a Fiumicino e Termini

Serrone, con il progetto CI.BO i prodotti locali all’EXPO a Fiumicino e Termini

Con il progetto CI.BO ( Ciociaria Buona & Ospitale), molti prodotti ciociari saranno esposti per 16 giorni all’Expo di Milano ed ai terminal di Fiumicino ed alla Stazione Termini.

Con il progetto CI.BO ( Ciociaria Buona & Ospitale), molti prodotti ciociari saranno esposti per 16 giorni all'Expo di Milano ed ai terminal di Fiumicino ed alla Stazione Termini.

E' questo un progetto davvero molto ambizioso, che vuole unificare la Ciociaria sotto un unico marchio, che non solo guarda all'EXPO di Milano, ma va anche in prospettiva guardando al Giubileo della carità.

L'iniziativa promossa dalla Camera di Commercio, con l'effervescente presidente Marcello Pigliacelli che accompagnato dal direttore Sisti, è venuto a Serrone, presso il palazzo Fuksas, ricevuto dal Sindaco Natale Nucheli, dagli assessori: Emiliano Campoli, Gabriele Lolli e Bruno Pgliaro ad illustrare questo ambizioso progetto denominato appunto Ci.Bo è l'acronimo di "Ciociaria Buona & Ospitale", il progetto con cui la Camera di Commercio di Frosinone ha deciso di portare all'Expo di Milano un panel di prodotti tipici e di manufatti dell'artigianato artistico tradizionale realizzati nei comuni aderenti al progetto, da Serrone, Alatri, Arpino, Atina, Boville Ernica, Ferentino, Piglio, Veroli, Esperia, Cassino, Ceprano e Ripi.

" Dobbiamo fare un cammino unito - ha chiosato il presidente Pigliacelli - e mettere insieme le tre grandi iniziative dei terminal di Fiumicino, Termini e in futuro Civitavecchia ecco perché inizialmente la Camera di Commercio di Frosinone metterà a disposizione le sue esperienze per dare il là a tutte le esposizioni, con obiettivi ambiziosi, anche al fine di fare sinergia con i Comuni, che sono i soggetti locali ed ecco perché ci vogliono progetti ben definiti".

I Comuni che hanno aderito al progetto CI.BO debbono fare da ricettori e promotori dell'Iniziativa nello stesso tempo, perché si pensa con questo progetto, di fare aumentare il turismo in Ciociaria anche negli angoli più sperduti, perché si è ben consapevoli che il territorio è importante da volorezziare.

Poi il presidente Pigliacelli ha parlato dell'altra grande iniziativa che si svolgerà sul Cammino di San Benedetto, da Montecassino ad Alatri a partire dal 30 Maggio al 2 Giugno denominata "Apriamo il Cammino" - alla scoperta del cammino di San Benedetto, che sarà fatto al rovescio ( San Benedetto Veniva da Norcia) ed è possibile farlo, anche in bicicletta ed a Cavallo. Per i partecipanti, si conta di portare almeno mille persone, la Camera di Commercio ha strappato la logistica per dormire a 20 euro e la cena a 15 euro nei locali convenzioni. Quattro tappe intense, che saranno affiancate da altrettante iniziative a conclusione delle tappe da Montecassino a Roccasecca km 18,8. Da Roccasecca ad Arpino km. 17,800. Da Arpino a Abbazia di Casamari km 21,1. E Da Casamari-Veroli-Certosa di Trisulti- Alatri km20,100.

Un programma molto articolato che si può vedere su face book. Ed anche per questa iniziativa ha invitato i produttori di Serrone

A partecipare nei vari paesi di arrivo con i loro prodotti per la tentata vendita.

Per saperne di più www.Facebook.com/camminodisanbenedetto

Giancarlo Flavi
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Frosinone, oggi si festeggia "Santa Fregna"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento