menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serrone, il questore Filippo Santarelli alla festa di San Michele Arcangelo sul santuario dello Scalambra

Il questore di Frosinone dott. Filippo Santarelli festeggia il Patrono della Polizia di Stato a Serrone, nel santuario di San Michele Arcangelo a 1200 mt, nell’incomparabile ed incantevole scenario del verde del Monte Scalambra a Serrone. Insieme...

Il questore di Frosinone dott. Filippo Santarelli festeggia il Patrono della Polizia di Stato a Serrone, nel santuario di San Michele Arcangelo a 1200 mt, nell'incomparabile ed incantevole scenario del verde del Monte Scalambra a Serrone. Insieme a lui anche il Capitano dei Carabinieri Camillo Meo, comandante la compagnia di Anagni, ricevuti dal Sindaco Natale Nucheli.

E' stata veramente una giornata particolare quella che ha vissuto il Patrono di Serrone San Michele Arcangelo, grazie alla presenza delle alte autorità militari ma anche perché a celebrare la Santa Messa è stato il novello Sacerdote Don Vincenzo Spina (anche per lui la prima volta a San Michele, affiancato dal parroco Don Primo Martinuzzi e dal diacono Pierluigi Flavi).

Una Santa Messa dove sono state esaltate le virtù di San Michele che ha schiacciato il demonio e dove entrambe le personalità hanno avuto la possibilità di degustare la ciambella Serronese realizzata ed offerta da Lina Lucidi in Prili. In cielo non sono mancati i voli del Parapendio alla fine della messa.

Il dott. Filippo Santarelli, nello scendere in paese accompagnato dal sindaco Nucheli, ha potuto ammirare la bellissima chiesa dedicata a San Pietro Apostolo che sta per compiere i sui primi mille anni di vita (1076) con alcuni affreschi risalenti alla scuola di Giotto e soprattutto il magnifico altare di raro e pregiato marmo, che appunto indica anche la data di nascita di questa chiesa voluta fortemente dai Conti di Anagni e soprattutto il museo dei costumi di teatro, donati dalla sarta serronese Bice Minori (morta un mese fa che sarà ricordata dagli amici di Roma il 25 maggio alle 16,30 nella Sala del Carroccio del Campidoglio, nell'ambito della presentazione alla Stampa dell'Arianofilmfest, dove ci sarà un omaggio alla grande donna serronese con la proiezione di un estratto del documentario "Le mani di Bice" realizzato da Gigliola Funaro. Nell'occasione, scrive la signora Gigliola- annuncerò la data di una "Festa in onore di Bice Minori" che si svolgerà i primi di giugno alla Biblioteca Rispoli). Al questore, sia da parte dell'amministrazione Comunale che da parte dell'Associazione Culturale Rocca D'oro", che lo ha invitato è stato donato il vino Cesanese del Piglio DOCG Vajoscuro Gran Menzione al recente Vinitaly (che sarà festeggiata domenica 24 Maggio, dalle ore 10 alle ore 18, presso l'azienda di Giovanni Terenzi con visite guidate e degustazione di prodotti enogastronomici locali). Mentre il parroco ha donato delle ricche pubblicazioni riguardanti Serrone e la sua storia. Per il Questore e per il Capitano è stata un bella immersione nel fresco del Monte Scalambra, tra il bosco di elci marini (che andrebbe curato meglio) e nel bellissimo borgo del centro storico di Serrone. Giancarlo Flavi
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento