Nord CiociariaToday

Serrone, per l’ epifania Befana con il Parapendio, Re Magi e rappresentazione vivente si aggiungono al presepe etnografico

Dopo la visita di due blogger, Claudia Bettiol e Marcello Gavin australiano che si interessano di turismo per tutto l'anno  e quella del Campione del Mondo di Calcio Ciccio Graziani,  avvenuta nei

ciccio-graziani-e-il-bambinello-che-prima-aveva-baciato

Dopo la visita di due blogger, Claudia Bettiol e Marcello Gavin australiano che si interessano di turismo per tutto l'anno e quella del Campione del Mondo di Calcio Ciccio Graziani, avvenuta nei

giorni scorsi, ma soprattutto di tantissima gente venuta da ogni dove, al Presepe Etnografico a Grandezza Naturale di Serrone, si sta preparando un’epifania “scoppiettante” con l’arrivo dei Re Magi (in costume d’epoca) e il presepe che si allunga con figure vere, che rendono ancora più suggestiva l’atmosfera del borgo.

Cosi, alle ore 15,00 grazie all’Associazione Culturale Gruppo Storico “ Quando il Papa era Re” che sfilerà dapprima lungo le vie del borgo con i bellissimi costumi ciociari storici composti dal Soldato, il Popolo, il Brigante, Il Signore, il maestro, il curato insomma gruppi di cittadini che hanno dato vita ad una nuova messa in scena, facendo diventare il paese certamente più autentico andando così a colmare una piccola lacuna che aveva lasciato il presepe storico che ormai da circa 20 anni fa bella mostra nel borgo di Serrone che sta per compiere i suoi primi mille anni. Figure, particolari e pittoresche che bene sono state inserite nell’altra parte del paese, senza intaccare la bellezza di quello esistente, ma creando qualche altra scena mozzafiato e dando vita ad una realtà storica che bene si è amalgamata all’interno del borgo. Così, la massaia che fa la pasta, le venditrici di fusaglie, la sarta vera, e altre tipiche figure hanno certamente fatto la loro bellissima parte creando una nuova emozione, una nuova atmosfera, una nuovo modo di fare folklore e per metterla come affermava il Gregorovius parlando dell’attuale provincia di Frosinone: “ Terra animata da colonne di ciociari in marcia verso Roma. C’erano file di carri trainati da buoi bianchi con alte corna. I campagnoli avevano un aspetto imponente con i loro capelli appuntiti, le sopraveste rosse e i sandali di pelle d’asino”.

Insomma, si vivrà il giorno dell’Epifania un’atmosfera davvero diversa e si concluderà, come al solito con la polentata in Piazza. Ma al mattino, se le condizioni meteo lo permetteranno, la befana arriverà con il parapendio in località Pianillo sempre del comune di Serrone. E' questa l'occasione per avere la possibilità di trascorrere un’intera giornata e per degustare i prodotti locali anche alle cantine aperte per l’occasione, oltre ovviamente ai rinnomati ristoranti del posto.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento