Giovedì, 28 Ottobre 2021
Nord Ciociaria Sora

Sora, carabinieri a scuola per insegnare la cultura della legalità. M.S.Campano, emesso decreto di avvicinamento ad una donna del posto

Nell’ambito dei contributi dell’Arma dei Carabinieri a favore della formazione alla “cultura della legalità” sono stati tenuti alcuni incontri presso scuole medie e istituti superiori

Nell'ambito dei contributi dell'Arma dei Carabinieri a favore della formazione alla "cultura della legalità" sono stati tenuti alcuni incontri presso scuole medie e istituti superiori dislocati nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Sora.

Agli incontri hanno preso parte complessivamente circa 650 studenti, nel corso dei quali sono stati toccati dei temi di attualità che interessano l'ambito scolastico. In particolare si è discusso sul fenomeno del bullismo in tutte le sue sfaccettature e dinamiche e della pedopornografia, fornendo ai presenti anche degli utili suggerimenti finalizzati a non cadere nella trappole dei pedofili nella rete internet.

Per le scuole superiori si è parlato invece dello "stalking" e dei reati che rientrano nell'ambito del cd. fenomeno del "Femminicidio", delineandone i tratti principali e fornendo ai parteciparti degli utili consigli su come proteggersi da eventuali tentativi da parte dei molestatori.

Gli argomenti trattati hanno suscitato un profondo interesse tra i giovani auditori che hanno formulato diverse domande. Per i più piccoli sono stati organizzate delle visite guidate presso la caserma dei CC di Sora, i quali hanno partecipato con molta attenzione e si sono manifestati particolarmente interessati.

Sempre a Sora, la notte scorsa i carabinieri del NORM della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio, intercettavano e controllavano nei pressi di abitazioni isolate un 23enne residente a Napoli, già censito.

Ricorrendone i presupposti di legge, lo stesso veniva proposto per l'irrogazione del F.V.O. con divieto di ritorno in quel comune per anni tre.

Invece a Monte San Giovanni Campano, i Carabinieri della locale Stazione notificavano il provvedimento di "divieto di avvicinamento alla persona offesa" emesso dal Tribunale di Cassino nei confronti di un 54enne residente in Abruzzo.

Lo stesso, dal 2012 fino al mese di aprile 2014, commetteva atti persecutori nei confronti di una 36enne, cagionandole un perdurante e grave stato di ansia e paura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sora, carabinieri a scuola per insegnare la cultura della legalità. M.S.Campano, emesso decreto di avvicinamento ad una donna del posto

FrosinoneToday è in caricamento